Modulo 2: I principali dati macroeconomici – Lezione 11: Il prodotto interno lordo

Contenuti della lezione

Il gross domestic product, in italiano il prodotto interno lordo, rappresenta la ricchezza prodotta da un paese in termini di beni e servizi. Ci dice quanto un paese è capace di produrre in un determinato periodo di tempo. Maggiore è il GDP di un paese e quindi la crescita economica, migliore è la qualità della vita di chi ci vive.

Il PIL viene calcolato su base annuale e trimestrale. Negli Stati Uniti, ad esempio, il Bureau of Economic Analysis pubblica una stima annualizzata del PIL per ogni trimestre e anche per l’anno solare. Il calcolo del PIL di un paese comprende tutti i consumi privati ​​e pubblici, le spese del governo, gli investimenti, le aggiunte alle scorte private, i costi di costruzione e la bilancia commerciale. Le esportazioni vengono sommate al valore e le importazioni sottratte.

Tipi di Prodotto Interno Lordo

Il prodotto interno lordo può essere riportato in diversi modi. Il PIL nominale valuta la produzione economica calcolando i prezzi correnti. In altre parole, non elimina l’inflazione. Ciò può gonfiare la cifra. Tutti i beni e servizi conteggiati nel PIL nominale sono valutati ai prezzi a cui beni e servizi sono effettivamente venduti.

Viene utilizzato quando si confrontano diversi trimestri di produzione nello stesso anno. Quando si confronta il PIL di due anni diversi, viene utilizzato la misura reale, ovvero aggiustata all’inflazione, in modo da concentrare il confronto esclusivamente sui volumi.

Il PIL reale è calcolato utilizzando un deflatore, che è la differenza di prezzo tra l’anno in corso e l’anno base. Ad esempio, se i prezzi sono aumentati del 5% rispetto all’anno base, il deflatore è di 1,05. Il PIL reale deriva dal rapporto tra il PIL nominale e il deflatore.

il prodotto interno lordo
La formula del PIL reale

Come si calcola il PIL?

Il PIL può essere determinato attraverso tre metodi principali. Tutti e tre i metodi dovrebbero produrre la stessa cifra se calcolati correttamente. Questi tre approcci sono l’approccio alla spesa, alla produzione e al reddito.

L’approccio alla spesa

L’approccio alla spesa calcola la spesa dei diversi gruppi che partecipano all’economia. Il PIL degli Stati Uniti viene misurato principalmente in base a questo approccio.
La formula è la seguente:

il prodotto interno lordo

dove:
C= spesa dei consumatori
G= spesa pubblica;
I= investimenti
NX= esportazioni nette

La spesa pubblica rappresenta la spesa per consumi e gli investimenti pubblici. I governi spendono soldi in attrezzature, infrastrutture e buste paga. La spesa pubblica può diventare più importante rispetto ad altre componenti del PIL di un paese quando la spesa per consumi e gli investimenti delle imprese diminuiscono drasticamente.
Gli investimenti si riferiscono agli investimenti domestici privati ​​o alle spese in conto capitale. Le aziende spendono soldi per investire nelle loro attività commerciali.
L’investimento delle imprese è una componente fondamentale del PIL poiché aumenta la capacità produttiva di un’economia e i livelli di occupazione.

I beni e i servizi che un’economia produce esportati in altri paesi, meno le importazioni acquistate dai consumatori domestici, rappresentano le esportazioni nette di un paese.
La spesa dei consumatori è la componente più importante, rappresentando oltre i due terzi del PIL degli Stati Uniti.

il prodotto interno lordo
I componenti del GDP

L’approccio alla produzione

L’approccio alla produzione è essenzialmente l’opposto dell’approccio alla spesa. Invece di misurare i costi di input che contribuiscono all’attività economica, l’approccio di produzione stima il valore totale della produzione economica e sottrae il costo dei beni intermedi che vengono consumati nel processo (come quelli dei materiali e dei servizi).
In Italia, l’ISTAT utilizza il metodo della produzione.

il prodotto interno lordo

L’approccio al reddito

L’approccio del reddito rappresenta una sorta di via di mezzo tra gli altri due approcci al calcolo del PIL. Esso calcola il reddito guadagnato da tutti i fattori di produzione in un’economia, inclusi i salari, la rendita guadagnata dalla terra, il rendimento del capitale sotto forma di interessi e i profitti aziendali.

L’approccio al reddito tiene conto di alcune rettifiche per quelle voci che non sono considerate pagamenti effettuati a fattori di produzione. Per uno, ci sono alcune tasse, come le tasse sulle vendite e le tasse sulla proprietà, che sono classificate come tasse indirette sulle attività. Inoltre, al reddito nazionale si aggiunge l’ammortamento, una riserva che le imprese mettono da parte per tenere conto della sostituzione di attrezzature che tendono a logorarsi con l’uso.
Tutto questo insieme costituisce il reddito di una nazione.

il prodotto interno lordo

L’impatto del GDP sui mercati finanziari

L’impatto sul mercato dell’uscita del GDP è generalmente limitato, poiché è retrospettivo. Infatti trascorre un notevole lasso di tempo tra la fine del trimestre e il rilascio dei dati sul GDP.
Tuttavia, può avere un impatto sui mercati se i numeri effettivi differiscono notevolmente dalle aspettative.

Poiché il GDP fornisce un’indicazione diretta della salute e della crescita dell’economia, le imprese possono utilizzarlo come guida per la loro strategia aziendale.
Gli enti governativi, come la Fed, utilizzano il tasso di crescita e altre statistiche sul GDP come parte del loro processo decisionale per determinare quale tipo di politiche monetarie attuare.

Un mercato azionario in fase rialzista tende ad avere un impatto positivo sul GDP. Questo perché le condizioni finanziarie e la fiducia dei consumatori sono positive quando il mercato sale.
I consumatori spendono di più e le aziende hanno più entrate che usano per assumere ed investire.
Il GDP, a sua volta, può dare una spinta alla crescita del mercato azionario.

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario. Non per scelta ma perchè nessuno glielo lo ha insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perchè se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione. Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.
RISCHI DI INVESTIMENTO
Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.