Denaro e Lettera: cosa sono e perchè sono importanti

Anche se non sei un esperto dei mercati finanziari avrai sicuramente sentito parlare di bid e ask. In Italiano ci si riferisce a denaro e lettera rispettivamente per bid e ask.

Il bid, o denaro, è il prezzo che il compratore è disposto a pagare per un determinato sottostante. L’ask, o lettera, è il prezzo a cui il venditore è disposto a vendere un sottostante. 

Su un certo sottostante e in un certo momento ci saranno un insieme di prezzi denaro e prezzi lettera. Quando qualcuno concorda su questi due prezzi avviene una contrattazione di compravendita.

Il prezzo denaro e il prezzo lettera

Le origini dei termini “denaro” e “lettera”

L’origine di questi due termini risale all’epoca delle prime contrattazioni di borsa, verso la metà del 16° secolo. Coloro che, infatti, vendevano titoli di credito, merci o monete estere offrivano all’acquirente la lettera, ovvero il documento cartaceo comprovante il possesso del bene e l’operazione di scambio, mentre coloro che acquistavano offrivano il denaro.

L’importanza dello spread tra bid e ask

Se il bid e l’ask sono molto vicini, significa che i compratori e i venditori hanno un’opinione molto simile riguardo al valore di un determinato sottostante. Quando invece la differenza tra denaro e lettera è molto alta, i partecipanti in un determinato mercato non si trovano molto d’accordo sul prezzo a cui scambiare. 

Il mercato è una lotta continua tra chi vuole vendere e chi vuole comprare ad un determinato prezzo. Quando la battaglia viene vinta dai compratori il prezzo andrà verso l’alto; viceversa se viene vinta dai venditori il prezzo andrà al ribasso. La differenza, o spread, tra bid e ask solitamente è l’importo che si mette in tasca il broker. Il broker è l’intermediario in una contrattazione, ovvero colui che mette in contatto la domanda con l’offerta. Il broker ci permette di scambiare un sottostante. Per far sì che questo avvenga si prende una commissione e decide la differenza tra prezzo denaro e prezzo lettera.

I fattori che influenzano lo spread

Ci sono tre fattori che influenzano lo spread tra il prezzo bid e il prezzo ask:

–  la liquidità: rappresenta il numero di volumi scambiati su base giornaliera su un sottostante. Più la liquidità è alta più lo spread tra denaro e lettera è stretto. Con l’aumento degli scambi aumenta la partecipazione che c’è su quel mercato. Quando un sottostante è poco liquido è molto più facile far muovere il prezzo e gli spread sono molto ampi. Questo perché il broker richiede un compenso maggiore per farci operare e per accoppiare domanda e offerta;

– la volatilità: quando la volatilità aumenta lo spread si allarga. L’ampia volatilità è data da un mercato che scende ma può essere anche nostra amica se accompagna il prezzo al rialzo. In ogni caso l’alta volatilità richiede maggiori compensi per il broker sotto forma di spread più alti tra bid e ask;

– l’Order Book: il libro di negoziazione contiene un prospetto di tutti quanti i prezzi di denaro e lettera e di quanti operatori sono posizionati su determinati prezzi. Esso rappresenta uno degli aspetti più importanti, insieme ai volumi, per capire quanta partecipazione c’è su un determinato mercato e quali sono i livelli più importanti su cui i partecipanti si stanno orientando in termini di denaro e lettera. Serve per capire il “polso” di compratori e venditori è può dare un vantaggio al trader che lo analizza.

L’Order Book
Un esempio di Order Book: ad ogni prezzo corrisponde un numero di ordini

Perché trader e investitori devono tenere conto degli spread

Fare analisi sugli spread tra denaro e lettera è molto importante sia per chi fa intraday trading o swing trading ma anche per chi deve prendere decisioni di più lungo termine. Se ad esempio un sottostante è scambiato su più mercati, per scegliere dove andare non solo si devono guardare le fee, ma anche la liquidità che c’è su diversi mercati e soprattutto gli spread tra denaro e lettera.

In questo periodo a ridosso delle feste natalizie, in cui gli hedge funds vanno in ferie e non prendono grandi posizioni, i volumi si abbassano. Quando i volumi diminuiscono si alzano i differenziali tra bid e ask. Entrando in un’operazione in questi casi, soprattutto se si stanno facendo operazioni a time frame bassi, potremmo rischiare di essere penalizzati dal differenziale tra denaro e lettera. Ricordiamoci sempre di guardare denaro e lettera e avere un occhio attento in situazioni di volatilità alta e volumi che si abbassano.

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario. Non per scelta ma perchè nessuno glielo lo ha insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perchè se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione. Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.
RISCHI DI INVESTIMENTO
Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.