Oro ai Massimi Storici: Scopriamo i Motivi!

Nell’ultimo mese, il prezzo dell’oro ha raggiunto nuovi massimi storici e assistito a una delle sue più straordinarie accelerazioni di sempre. L’impennata non ha solo sorpreso gli investitori e gli analisti di tutto il mondo, ma ha anche acceso un vivace dibattito su quali fattori

Scopri

Battere un’Indice Azionario: la Sfida dei Gestori di Fondi

Nel dinamico mondo degli investimenti, uno degli obiettivi più ambiti dai gestori di fondi è superare i benchmark di mercato. Ma negli ultimi anni, battere un indice azionario è diventato sempre più difficile. Le cause? L’evoluzione delle strategie di investimento e la crescente complessità dei

Scopri

Muore Gordon Moore inventore della legge di Moore sui seminconduttori

Gordon E. Moore, cofondatore di Intel Corp. (INTL), è morto il 24 marzo nella sua casa alle Hawaii. Le scoperte di Moore nella progettazione e produzione di chip semiconduttori hanno contribuito alla nascita della Silicon Valley e alla trasformazione del computer in uno strumento onnipresente e determinante della vita contemporanea. Aveva 94 anni.

Intel ha riconosciuto il decesso ma non ha fornito altre informazioni.

La legge di Moore è stata formulata per la prima volta nel 1965 da Gordon Moore e afferma che il numero di transistor su un chip di silicio raddoppierà circa ogni due anni, mentre i costi di produzione diminuiranno.

Questo significa che la potenza dei computer e degli altri dispositivi elettronici aumenta rapidamente, mentre i loro prezzi diminuiscono. La legge di Moore è stata una forza trainante dietro l’esplosione dell’industria dei semiconduttori negli ultimi decenni.

Tuttavia, la legge di Moore sta diventando sempre più difficile da seguire. Gli ingegneri stanno incontrando ostacoli tecnologici sempre più grandi nel loro sforzo di aumentare la densità di transistor su un singolo chip. Inoltre, i costi di produzione stanno diventando sempre più alti. Ciò significa che l’aumento della potenza di elaborazione potrebbe non continuare al ritmo precedente.

La storia dei semiconduttori risale alla fine degli anni ’40, quando gli scienziati hanno cominciato a esplorare la conduzione elettrica dei materiali. Nel 1947, i ricercatori William Shockley, John Bardeen e Walter Brattain della Bell Labs hanno inventato il transistor, che ha rivoluzionato l’elettronica.

I transistor sono dispositivi che controllano il flusso di elettroni in un circuito elettronico. Sono molto più piccoli delle valvole a vuoto che hanno sostituito e consumano molta meno energia. I transistor hanno reso possibile la miniaturizzazione dell’elettronica e hanno aperto la strada ai computer moderni, agli smartphone, alle auto intelligenti e ad altre tecnologie che utilizziamo oggi.

I semiconduttori sono costituiti da materiali come il silicio che possono essere utilizzati per produrre transistor, circuiti integrati e altri componenti elettronici. Grazie ai semiconduttori, siamo stati in grado di realizzare dispositivi che sono diventati sempre più piccoli, potenti ed efficienti.

Gli anni ’60 e ’70 hanno visto un’esplosione nell’industria dei semiconduttori, in parte grazie alla legge di Moore. I semiconduttori sono stati utilizzati in una vasta gamma di prodotti, tra cui computer, telefoni, televisori e molti altri dispositivi elettronici. Nel corso degli anni, l’industria dei semiconduttori è diventata sempre più importante, e nel 2021, è stata valutata a circa 500 miliardi di dollari. A causa della sua importanza strategica, molti paesi stanno investendo ingenti quantità di risorse per sviluppare la loro industria dei semiconduttori, al fine di garantire la loro indipendenza tecnologica e di non dipendere da paesi stranieri per i propri prodotti elettronici.

Intel è uno dei leader dell’industria dei semiconduttori e ha sviluppato un approccio disciplinato all’allocazione del capitale. Invece di investire in progetti costosi e rischiosi, Intel si concentra sulle tecnologie e sui progetti che possono fornire un ritorno sull’investimento a breve termine. Questo approccio ha permesso ad Intel di rimanere al passo con la legge di Moore e di mantenere la propria posizione di leader nell’industria dei semiconduttori. Intel ha inoltre acquisito altre società per espandere la propria presenza in settori chiave come la sicurezza informatica e l’Internet delle cose. In sintesi, Intel ha dimostrato come un’attenta allocazione del capitale possa essere un fattore cruciale per il successo a lungo termine di un’azienda nell’industria tecnologica.

Oggi, l’industria dei semiconduttori è un’industria chiave, con aziende come Intel, AMD, Samsung e TSMC che producono chip per un’ampia gamma di dispositivi elettronici. L’industria sta cercando di superare le sfide tecnologiche che minacciano di frenare la crescita, come la miniaturizzazione sempre più estrema dei transistor e il costo crescente della produzione.

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario.

Non per scelta ma perché nessuno lo ha mai insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perché se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione.

Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.

RISCHI DI INVESTIMENTO

Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.