L’effetto delle Elezioni Anticipate di Macron sul Mercato Francese

L’annuncio delle elezioni anticipate da parte del presidente Emmanuel Macron ha generato una significativa incertezza nel settore finanziario francese. Dopo anni di sforzi per posizionare Parigi come centro finanziario europeo post-Brexit, le nuove elezioni potrebbero mettere a rischio i progressi fatti. Questo articolo esplorerà l’effetto

Scopri

Come Affrontare la Correlazione Positiva tra Azioni e Obbligazioni

Nel mondo degli investimenti, una delle sfide più significative degli ultimi trent’anni si sta manifestando proprio ora: la forte correlazione positiva tra azioni e obbligazioni. Tradizionalmente, la classica allocazione 60/40 (60% azioni e 40% obbligazioni) ha offerto una diversificazione e una protezione del rischio naturale.

Scopri

Musk vuole maggiore controllo su Tesla

Elon Musk vuole maggiore controllo su Tesla. Ha fatto pressione sul consiglio di amministrazione per organizzare un altro massiccio premio azionario per se stesso dopo aver venduto una parte significativa delle azioni della società. Pur rimanendo il maggiore azionista della casa automobilistica, nel 2022 ha venduto azioni per un valore di quasi 40 miliardi di dollari per acquisire Twitter.

Attualmente, Musk possiede il 13% delle azioni di Tesla e vuole più potere sulla casa automobilistica per poterla trasformare in un leader sul fronte dell’intelligenza artificiale e della robotica. In uno dei suoi numerosi post su X, Musk ha scritto che, a meno che non abbia circa il 25% del controllo sul consiglio di amministrazione di Tesla, preferirebbe costruire prodotti di intelligenza artificiale e robotica altrove.

All’AI Day inaugurale di Tesla nell’agosto 2021, Musk ha affermato di voler dimostrare che l’azienda è più di una semplice casa automobilistica. Tesla offre prodotti di sostegno al conducente chiamati Autopilot e Full Self-Driving e ha sviluppato un robot umanoide chiamato Optimus. L’amministratore delegato ha anche detto agli analisti a luglio che si aspettava che Tesla spendesse più di 1 miliardo di dollari su Project Dojo, uno sforzo per rendere l’azienda un attore nel supercalcolo.

Un nuovo piano di compensazione dovrà aspettare la sentenza nel Delaware

Nel post su X, Musk dichiara di voler esercitare maggiore controllo sul consiglio di amministrazione di Tesla e spiega anche perché l’azienda non ha un nuovo piano di compensazione. Musk è in attesa della sentenza di un caso nel Delaware che sostiene che il consiglio di amministrazione di Tesla non è riuscito a esercitare l’indipendenza da Musk quando ha stabilito il suo premio di performance da 55 miliardi di dollari nel 2018. Di seguito il post:

“Dovrei notare che il consiglio di amministrazione di Tesla è fantastico. Il motivo per cui non abbiamo un nuovo “piano di compensazione” è che stiamo ancora aspettando una decisione sul mio caso di compensazione nel Delaware. Il processo si è svolto nel 2022, ma il verdetto deve ancora essere emesso. Ho messo il “piano di compensazione” tra virgolette perché, dal mio punto di vista, si tratta principalmente di garantire la giusta quantità di influenza sul voto in Tesla.

Se ho il 25%, significa che sono influente, ma il mio voto può essere annullato se il doppio degli azionisti vota contro di me. Al 15% o meno, il rapporto pro/contro rende troppo facile scavalcarmi. Per raggiungere questo obiettivo mi andrebbe bene una struttura di voto a doppia classe, ma mi è stato detto che è impossibile ottenerla dopo la IPO nel Delaware.”

Tesla inizia male l’anno

Musk sta facendo pressione sul consiglio di amministrazione in un pessimo momento. La società sta vivendo il suo peggior inizio anno da quando è diventata pubblica. Tesla ha perso 94 miliardi di dollari del suo valore di mercato, che ha raggiunto il picco di oltre 1,2 bilioni di dollari prima dell’accordo con Twitter.

L’amministratore delegato ha anche dovuto rispondere a un rapporto del Wall Street Journal sul suo consumo di droga e sulle preoccupazioni che ciò ha suscitato tra i dirigenti e i direttori delle sue società.

L’articolo del Wall Street Journal che descrive la storia di Musk sull’uso di droghe ricreative e sul consumo continuo di ketamina è l’ultimo di una lunga serie di test per un consiglio pieno di accoliti del CEO.

Lo scorso anno gli azionisti hanno espresso insoddisfazione nei confronti del consiglio di amministrazione per il piano di successione di Tesla e hanno accusato Musk di essere distratto dai suoi impegni con altre società. La sua acquisizione nel 2022 di Twitter ha contribuito a far perdere a Tesla 672 miliardi di dollari di capitalizzazione di mercato quell’anno.

Prima di ciò, i direttori avevano affrontato il contenzioso relativo al tentativo fallito di Musk di privatizzare Tesla nel 2018 e al suo aver definito pedofilo un esploratore di caverne coinvolto nel salvataggio di una squadra di calcio giovanile in Thailandia quell’anno. Hanno anche testimoniato in un procedimento relativo al premio da 55 miliardi di dollari organizzato per Musk, e in un processo contro l’acquisizione da 2,6 miliardi di dollari di SolarCity da parte di Tesla, il fornitore di energia in difficoltà gestito dai cugini di Musk.

Il rapporto del Journal, che afferma che Musk ha usato LSD, cocaina, ecstasy e funghi psichedelici durante feste private, non è nemmeno il primo incontro del consiglio di amministrazione di Tesla con questioni legate alla droga. Alcune settimane dopo che, nell’agosto 2018, il New York Times ha riferito che i direttori avevano espresso preoccupazione per l’uso di Ambien da parte di Musk, il CEO ha fumato un blunt contenente marijuana nel podcast del comico Joe Rogan.

Musk è ancora l’uomo più ricco del mondo

Con l’acquisizione di Twitter poco più di un anno fa, Musk è diventato la prima persona in assoluto a cancellare 200 miliardi di dollari dal proprio patrimonio netto. La sua fortuna si è ripresa lo scorso anno, quando le azioni di Tesla sono raddoppiate e la valutazione di SpaceX è aumentata vertiginosamente. Musk ha riconquistato la sua posizione in cima al Bloomberg Billionaires Index e ora vale 207 miliardi di dollari, circa il 15% in più rispetto al numero 2 (Jeff Bezos).

Musk controllo Tesla
ARTICOLI CORRELATI:

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario.

Non per scelta ma perché nessuno lo ha mai insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perché se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione.

Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.

RISCHI DI INVESTIMENTO

Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.