Investire nel Nucleare: Il Futuro dell’Energia per Data Center e IA

Negli ultimi anni, abbiamo assistito a un aumento vertiginoso del consumo di elettricità, spinto dall’espansione dei data center, delle criptovalute e delle tecnologie di intelligenza artificiale (IA). Immagina un futuro dove la richiesta di energia continua a crescere a un ritmo senza precedenti, e dove

Scopri

Investimenti in AI: Opportunità d’Oro o Trappola Finanziaria?

Negli ultimi anni, l’intelligenza artificiale (AI) ha vissuto una crescita esponenziale, sia in termini di sviluppo tecnologico che di investimenti, offrendo opportunità senza precedenti ma anche significativi rischi. In questo articolo, esploreremo le tendenze attuali, le applicazioni più promettenti e le preoccupazioni degli investitori, fornendo

Scopri

Powell Mette in Guardia sui Rischi del Mercato del Lavoro

Il presidente della Federal Reserve, Jerome Powell, ha recentemente lanciato un avvertimento sui rischi del mercato del lavoro, sottolineando che l’inflazione non è l’unico pericolo per l’economia. Durante le sue dichiarazioni al Congresso, Powell ha evidenziato come il raffreddamento del mercato del lavoro e l’incertezza

Scopri

L’Impatto del Fallimento di Mt. Gox sul Prezzo di Bitcoin

Negli ultimi giorni, Bitcoin ha subito una flessione, alimentata dai timori di possibili vendite da parte dei creditori dell’exchange fallito Mt. Gox. Questo ha generato dubbi sulla tenuta del mercato rialzista delle criptovalute iniziato l’anno scorso. Ma cosa sta succedendo esattamente e perché il fallimento

Scopri

Cosa fa muovere Wall Street e la Borsa Europea? Sintesi Macro – Settimana 26

cosa fa muovere Wall Street Borsa Europea settimana 26
La tabella è da intendersi solo ed esclusivamente a scopo informativo e didattico. Nessuna informazione o dato in essa contenuti vuole essere un consiglio finanziario per il lettore, che declina l’autore da qualsiasi responsabilità.

Alla fine di un trimestre solido, il mercato azionario ha avuto un calo, con i trader che tenevano gli occhi puntati su ogni notizia riguardante la corsa presidenziale negli USA.

Dopo il dibattito tra Joe Biden e Donald Trump, i trader stanno riorganizzando le loro posizioni. La performance traballante di Biden ha migliorato il sentiment intorno alle probabilità di Trump di ottenere un secondo mandato alla Casa Bianca.

Le compagnie petrolifere e le assicurazioni sanitarie, alcuni dei settori che potrebbero beneficiare di un’altra presidenza Trump, hanno registrato un rally, mentre le energie rinnovabili e le azioni di cannabis sono scese. Anche la curva dei Treasury ha subito un ripido aumento dopo il dibattito presidenziale.

Ma lasciando da parte la politica, i dati macro degli Stati Uniti hanno deluso serialmente nella prima metà del 2024. È stato il peggior inizio d’anno per le sorprese macro dal 2018.

indice sorprese economiche USA
L’indice Economic Surprise USA di Citigroup

Le azioni entrano nella seconda metà dell’anno con un guadagno di quasi il 15%. Storicamente, una forte prima metà tende a essere seguita da rendimenti superiori alla media nella seconda metà. L’S&P 500 ha seguito un ritorno positivo nella prima metà con un guadagno medio del 6% nella seconda metà. Inoltre, quando i guadagni nella prima metà sono stati del 10% o più, l’indice ha registrato guadagni medi del 7,7% nella seconda metà, con l’83% delle occorrenze che hanno prodotto risultati positivi.

performance S&P 500 seconda metà dell'anno

Nel primo semestre, i rendimenti obbligazionari sono saliti notevolmente. Il dollaro ha brillato, registrando il suo secondo semestre più forte dal 2013. E come non menzionare Bitcoin? La criptovaluta con la maggiore capitalizzazione di mercato ha avuto uno dei migliori inizi d’anno della sua storia, chiudendo il primo semestre con un rally del 40%. Anche l’oro ha fatto faville, con un incremento del 13% dall’inizio dell’anno, il secondo miglior risultato dal 2016. Il petrolio ha anch’esso segnato un semestre robusto, spinto dall’aumento del premio per il rischio geopolitico.

Aggiornamento Fresco sull’Inflazione USA

La misura preferita dalla Federal Reserve per valutare l’inflazione di base ha rallentato a maggio, rafforzando le speranze per una possibile riduzione dei tassi d’interesse entro la fine dell’anno. Ma le buone notizie non finiscono qui: la spesa delle famiglie è rimbalzata dopo un calo in aprile e i redditi sono cresciuti in modo solido. Questo significa che le pressioni sui prezzi potrebbero essere controllate senza danneggiare troppo i consumatori.

L’indice dei prezzi delle spese per consumi personali, che esclude cibo ed energia, è aumentato solo dello 0,1% rispetto al mese precedente, segnando il più piccolo aumento degli ultimi sei mesi. Nei 12 mesi fino a maggio, il core PCE è aumentato del 2,6% dopo essere salito del 2,7% in aprile, avvicinandosi sempre di più al target della Fed.

inflazione USA indice PCE maggio

La crescita della spesa dei consumatori, corretta per l’inflazione, è stata trainata dai beni e alimentata in parte dall’aumento dei redditi. La combinazione di aumenti dei prezzi più lenti e spese robuste offre un po’ di sollievo per i funzionari della Fed, dopo una serie di rapporti che indicavano una perdita di slancio economico.

Dopo un primo trimestre con dati sull’inflazione peggiori del previsto, i funzionari della Fed avevano ridimensionato le loro proiezioni per i tagli dei tassi quest’anno. Sebbene vogliano vedere più rapporti come questo prima di iniziare a ridurre i costi di prestito, il rapporto di venerdì offre loro qualche speranza che l’inflazione stia andando nella direzione giusta.

Lo Yen fa Tremare i Mercati: Cosa Sta Succedendo?

Lo yen ha raggiunto il livello più basso dal 1986, facendo temere un intervento delle autorità giapponesi. Gli investitori sono super nervosi e chiedono un premio per proteggersi da movimenti improvvisi. Nonostante la volatilità implicita dello yen sembri tranquilla, la differenza rispetto alle altre valute è ancora sopra la media dal 2021.

Gli hedge fund e i gestori di asset hanno scommesso circa 14 miliardi di dollari contro lo yen. È più di qualsiasi altra valuta importante. Questo indica chiaramente che gli investitori sono pessimisti sul futuro dello yen.

Le posizioni nette detenute da fondi a leva e gestori di asset

Tutte queste posizioni ribassiste significano anche che se lo yen dovesse rafforzarsi improvvisamente, potrebbe esserci una corsa frenetica per chiudere queste posizioni.

Le autorità giapponesi, con Masato Kanda in prima linea, hanno dichiarato di essere pronte a intervenire 24 ore su 24 se necessario. Ma finora, gli sforzi di intervento per sostenere lo yen non hanno dato i risultati sperati. La triste realtà è che finché la Federal Reserve continuerà con la sua politica di tassi elevati, lo yen rimarrà sotto pressione.

Il Giappone ha già speso 62 miliardi di dollari quest’anno per intervenire sul mercato, ma sembra che non sia sufficiente. Gli investitori globali sanno che il problema principale è la differenza tra i tassi di interesse giapponesi, vicini allo zero, e quelli statunitensi, molto più alti. Vediamo come evolverà la situazione!

ARTICOLI CORRELATI:

Cosa fa muovere Wall Street e la Borsa Europea? Sintesi Macro – Settimana 25

Cosa fa muovere Wall Street e la Borsa Europea? Sintesi Macro – Settimana 24

Cosa fa muovere Wall Street e la Borsa Europea? Sintesi Macro – Settimana 23

Cosa fa muovere Wall Street e la Borsa Europea? Sintesi Macro – Settimana 22

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario.

Non per scelta ma perché nessuno lo ha mai insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perché se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione.

Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.

RISCHI DI INVESTIMENTO

Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.