Le crisi di Minsky

Molti di voi avranno già sentito parlare del Minsky Moment. Questo termine si riferisce all’inizio di un crollo del mercato provocato da un’attività speculativa insostenibile. Il termine prende il nome dall’economista Hyman Minsky e definisce il momento in cui il calo del sentiment porta inevitabilmente a un crollo. Vediamo più nel dettaglio in che cosa consistono e come si sviluppano le crisi di Minsky.

Capire il momento di Minsky

Le crisi di Minsky si verificano generalmente perché gli investitori si assumono rischi di credito eccessivo durante i mercati rialzisti.

Il momento di Minsky si basa sull’idea che i periodi di speculazione, se durano abbastanza, porteranno a una crisi. Più è lungo il periodo speculativo, più grave sarà la crisi.

La teoria è incentrata sul concetto di instabilità intrinseca dei mercati, in particolare dei mercati rialzisti. Egli riteneva che i mercati rialzisti di lunga estensione finissero sempre con crolli epici.

Minsky ha ipotizzato che un ciclo di crescita economica anormalmente lungo stimola un aumento asimmetrico della speculazione che porterà all’instabilità dei mercati. L’elevata speculazione è associata a elevati livelli di debito assunti da investitori sia al dettaglio che istituzionali.

Le origini del Minsky moment

Il termine Minsky Moment è stato coniato nel 1998 da Paul McCulley riferendosi alla crisi del debito asiatico del 1997. Le cause che hanno portato a questa crisi sono state maggiormente attribuite alla speculazione.

La crisi più famosa che ha portato il Minsky Moment alla ribalta è stata la crisi finanziaria del 2008, chiamata anche Grande Recessione. Durante il culmine di questa crisi ci sono state ondate di margin call e vendite massicce di asset per coprire i debiti precedentemente assunti.

La teoria di Minsky ha alcuni parallelismi con la teoria del ciclo economico austriaco sebbene lo stesso Minsky fosse noto come post-keynesiano.

Come funziona il momento di Minsky?

Dopo il periodo di euforia, arriva il momento in cui l’attività speculativa raggiunge un estremo, portando a una rapida deflazione dei prezzi e al crollo del mercato. Quello che segue è un prolungato periodo di instabilità.

Si consideri ad esempio un mercato rialzista che vede gli investitori prendere in prestito fondi in modo aggressivo per partecipare al boom. Se il mercato ritraccia leggermente, le valutazioni dei loro asset potrebbero diminuire. In questo modo si può arrivare al punto in cui gli asset non riescono a coprire i debiti assunti per acquistarli.

I creditori iniziano a chiedere i loro prestiti. Allo stesso tempo gli asset speculativi sono difficili da vendere. Gli investitori sono costretti a vendere gli asset meno speculativi per soddisfare le richieste dei creditori. La vendita di questi investimenti provoca un calo generale del mercato. La domanda di liquidità può arrivare a un punto tale che la banca centrale è costretta a intervenire.

le crisi di Minsky
La teoria di Minsky si basa sul ciclo del credito

Siamo vicini a un momento di Minsky?

Un modo per guardare alla leva assunta dagli investitori sui mercati finanziari, è attraverso il margin debt. In periodi di elevata speculazione gli investitori prendono in prestito denaro per investire. Attualmente, anche se il debito a margine è sceso dal picco, ci troviamo in prossimità dei massimi storici.

le crisi di Minsky
Il margin debt è sceso negli ultimi mesi ma si trova ancora a livelli elevati

La Fed sta per iniziare il ciclo di aumento dei tassi d’interesse. In combinazione con livelli elevati di leva finanziaria e un’economia in rallentamento, una campagna aggressiva di aumento dei tassi potrebbe essere il catalizzatore per innescare l’instabilità sui mercati.

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario.

Non per scelta ma perché nessuno lo ha mai insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perché se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione.

Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.

RISCHI DI INVESTIMENTO

Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.

Cookie Policy