L’influenza sui mercati degli investitori al dettaglio

Dal 2020 abbiamo potuto osservare un’impennata dei cosiddetti “investitori al dettaglio”. Questa categoria di trader seleziona singoli titoli soprattutto utilizzando i social. L’influenza sui mercati degli investitori al dettaglio è aumentata dopo la pandemia. Sono stati i protagonisti della ribalta delle “meme stock“. Dopo i famosi pump del 2021, quale sarà la loro influenza sui mercati nel 2022?

In un sondaggio condotto su oltre 1.600 intervistati negli Stati Uniti, Investing.com ha rilevato che gli investitori al dettaglio sono qui per restare. L’86% degli intervistati prevede di investire di più sul mercato azionario nel 2022 rispetto all’anno scorso.

Ma chi sono esattamente questi investitori e cosa influenza la loro strategia di investimento?

Il profilo degli investitori al dettaglio

Secondo il sondaggio, la nuova generazione di retail trader appartiene per il 63% alle generazioni X, Y e Z. Il loro reddito personale è basso e hanno maggiori probabilità di essere femmine. Hanno il doppio delle probabilità (42%) degli altri investitori (19%) di utilizzare Reddit o altre piattaforme di social media per prendere le loro decisioni di investimento.

Questi investitori di primo pelo sono molto più propensi a correre rischi. Il 58% include le criptovalute nel proprio portafoglio, rispetto al 37% degli investitori esperti. Allo stesso modo, sono più inclini ad acquistare titoli “meme” come AMC Entertainment e GameStop rispetto agli investitori più esperti.

La maggior parte dei “first time investors” dichiara di operare per guadagni a breve termine. Inoltre, i neofiti sono leggermente più ottimisti sul futuro dei mercati. L’84% prevede un aumento di valore del mercato azionario nel 2022, rispetto al 75% degli altri investitori.

L’influenza sui mercati degli investitori al dettaglio

L’influenza sui mercati degli investitori al dettaglio ha iniziato a crescere già a dicembre 2019, quando la maggior parte dei broker al dettaglio ha ridotto le commissioni a zero. Quando il Covid ha colpito nel marzo 2020, l’attività è aumentata rapidamente, passando a quasi il doppio dei livelli pre-pandemia.

l'influenza sui mercati degli investitori al dettaglio
L’attività dei retail trader è considerevolmente al di sopra dei livelli pre-pandemia

I dati mostrano due picchi di volume al di sopra dei $ 40 miliardi al giorno. Molti collegano questi picchi nel trading retail all’uscita dei primi assegni del governo. Tuttavia i picchi nel commercio al dettaglio non si allineano esattamente con gli stimoli governativi. Il primo picco si è verificato precedentemente ai primi stimoli fiscali. Allo stesso modo, il terzo stimulus check si è verificato quando l’attività retail era già in calo.

Anche se gli stimoli e i sussidi di disoccupazione legati alla pandemia sono ormai passati, l’attività al dettaglio rimane ancora forte.

Con questi numeri è difficile pensare che gli investitori al dettaglio non abbiano un influenza sul mercato.

Le piattaforme che utilizzano gli investitori al dettaglio

In termini di piattaforme di trading, il 36% dei retail trader utilizza Robinhood, una società di servizi finanziari che permette di operare senza pagare commissioni. Solo il 15% degli investitori più esperti utilizza Robinhood, rispetto al 32% che utilizza TD Ameritrade e il 28% Fidelity. Allo stesso tempo, anche il 26% degli investitori retail utilizza TD Ameritrade, mentre solo il 15% utilizza Fidelity.

La nuova generazione di trader fa le proprie ricerche sui social media, come Reddit, Tiktok e Twitter, invece di prestare attenzione agli analisti di Wall Street. Sono anche meno propensi a consultare un consulente finanziario. La disponibilità di strumenti di trading, risorse educative e informazioni fanno sì che gli investitori al dettaglio abbiano maggiori capacità di assumersi la responsabilità del loro futuro finanziario.

l'influenza sui mercati degli investitori al dettaglio
Dove gli investitori, esperti e non, ottengono le informazioni

Long o short?

I retail trader sembrano preferire i long. Tuttavia sono stati venditori durante il sell-off del Covid.

l'influenza sui mercati degli investitori al dettaglio
I retail trader sono stati net buyers di azioni negli ultimi due anni

Gli investitori al dettaglio sono stati acquirenti netti di azioni ed ETF, aggiungendo afflussi di quasi $ 300 miliardi da gennaio 2019.

l'influenza sui mercati degli investitori al dettaglio
Gli acquisti cumulativi dei retail trader divisi per azioni, meme stock e ETP

Il futuro dei retail trader

L’ascesa degli investitori al dettaglio dopo l’arrivo della pandemia ha significativamente influenzato i mercati. L’aumento delle risorse e della disponibilità delle informazioni ha avvantaggiato molti investitori individuali. Tuttavia rimane la mancanza di accessibilità al mercato per alcuni di loro.

E’ chiaro che la nuova generazione di investitori è molto diversa da quella più esperta. Ma le loro strategie new age funzionano? Il 67% dei principianti ha riportato un profitto dai propri investimenti nel 2021. Tuttavia i prossimi 12 mesi potrebbero fare molto per determinare se questa classe di trader manterrà la sua rilevanza oltre il 2022.

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario.

Non per scelta ma perché nessuno lo ha mai insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perché se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione.

Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.

RISCHI DI INVESTIMENTO

Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.

Cookie Policy