Quante crypto avere in portafoglio?

Le criptovalute sono un asset class relativamente nuova. Capire quante crypto avere in portafoglio può essere difficile.
I gestori di denaro generalmente cercano di massimizzare i guadagni e limitare le perdite. Assemblano poi un mix di investimenti che offra il miglior compromesso tra rischio e rendimento.

Misurare il rischio e i ritorni attesi

La misura del rischio più utilizzata in finanza è la volatilità, o la deviazione standard. Per gli investimenti tradizionali come azioni e obbligazioni, le medie storiche sono un buon indicatore delle oscillazioni future dei prezzi. Questo perché la volatilità tende ad abbracciare un intervallo ristretto su periodi pluriennali.

Stimare i ritorni futuri è più complicato. Anche in questo caso, molti investitori fanno affidamento sulle medie storiche. Mentre i rendimenti pluriennali spesso si avvicinano alla loro media storica, occasionalmente variano da essa con ampi margini. Un modo per gestire questi estremi è decostruire i fattori che determinano i ritorni. Ad esempio, la maggior parte del guadagno delle obbligazioni deriva dal loro rendimento.

Stimare il rischio e il rendimento atteso per le crypto è più difficile che per altri tipi di asset.

I rendimenti e la volatilità di Bitcoin

Bitcoin esiste da soli 13 anni. La sua storia non è abbastanza lunga per ricavare dati storici su cui fare affidamento. Bitcoin ha restituito in media circa il 220% all’anno durante la sua breve vita.

quante crypto avere in portafoglio
I ritorni annuali di Bitcoin dal 2010

La sua deviazione standard annualizzata è stata del 200%. La volatilità è stata circa 15 volte quella dell’S&P 500 e più di 60 volte quella delle obbligazioni.

quante crypto avere in portafoglio
La volatilità delle due maggiori criptovalute e l’SPX a confronto

Man mano che le criptovalute diventeranno più consolidate, è probabile che i loro rendimenti e la loro volatilità diminuiscano in modo significativo.

Gli investitori hanno lottato a lungo per stimare i rendimenti attesi per le valute legali e le materie prime che, come le criptovalute, non generano interessi o dividendi. Con poca storia e poche informazioni su ciò che determina i loro movimenti, diventa difficile per gli investitori sapere quante crypto avere in portafoglio.

Quante crypto avere in portafoglio?

Cerca su Google “quante crypto avere in portafoglio” e otterrai un’ampia varietà di risultati. Un “esperto” raccomanda di investire dal 2% al 5% del loro patrimonio netto. Altri consigliano non più dell’1%. Un pianificatore finanziario pensa che l’allocazione possa arrivare al 10% del capitale di rischio e forse anche di più per gli investitori più giovani.

Non c’è niente di male nel destinare una piccola percentuale alle criptovalute se si è in grado di sostenere la volatilità. Alcuni dati suggeriscono che gli investitori in Bitcoin hanno abilmente navigato nella sua volatilità.

quante crypto avere un portafoglio
Gli investitori hanno comprato quando il prezzo scendeva e venduto mentre saliva

Ci sono anche delle prove che dimostrano che più un investimento è volatile, più gli investitori tendono ad acquistare a livelli alti e vendere a livelli bassi.

Negli anni a venire gli investitori potrebbero avere maggiore visibilità sulle criptovalute. Per ora, quante crypto avere in portafoglio resta una questione di fede più che di scienza.

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario. Non per scelta ma perchè nessuno glielo lo ha insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perchè se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione. Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.
RISCHI DI INVESTIMENTO
Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.