Oro ai Massimi Storici: Scopriamo i Motivi!

Nell’ultimo mese, il prezzo dell’oro ha raggiunto nuovi massimi storici e assistito a una delle sue più straordinarie accelerazioni di sempre. L’impennata non ha solo sorpreso gli investitori e gli analisti di tutto il mondo, ma ha anche acceso un vivace dibattito su quali fattori

Scopri

Battere un’Indice Azionario: la Sfida dei Gestori di Fondi

Nel dinamico mondo degli investimenti, uno degli obiettivi più ambiti dai gestori di fondi è superare i benchmark di mercato. Ma negli ultimi anni, battere un indice azionario è diventato sempre più difficile. Le cause? L’evoluzione delle strategie di investimento e la crescente complessità dei

Scopri

L’impatto della crisi del Mar Rosso sull’economia globale

Gli attacchi dei militanti Houthi nel Mar Rosso che hanno seguito l’inizio della guerra Israele-Hamas e gli attacchi di ritorsione da parte degli Stati Uniti e dei loro alleati hanno causato la più grande deviazione del commercio internazionale degli ultimi decenni, facendo lievitare i costi di spedizione. La crisi del Mar Rosso è sempre più intensa e potrebbe avere un impatto significativo sull’economia globale.

Con i marinai che chiedono la doppia retribuzione e le tariffe assicurative che salgono alle stelle, le compagnie di navigazione si stanno allontanando da una via navigabile che normalmente trasporta il 12% del commercio marittimo mondiale. Più di 500 navi portacontainer che avrebbero navigato attraverso il Mar Rosso da e verso il Canale di Suez stanno ora aggiungendo due settimane alle loro rotte per aggirare il Capo di Buona Speranza all’estremità meridionale dell’Africa, secondo la piattaforma logistica digitale Flexport. Si tratta di circa un quarto di tutta la capacità di trasporto di container nel mondo.

Il reindirizzamento delle navi aggiunge circa il 40% della distanza di viaggio. Per gli importatori ciò significa ritardi, costi più elevati e componenti chiave bloccati in alto mare. Il trasporto aereo offre un’alternativa limitata. Secondo Xeneta, con sede a Oslo, il volume delle spedizioni aeree dal Vietnam all’Europa è aumentato del 62% nella settimana terminata il 14 gennaio. Altri vettori viaggiano via terra attraverso il Kazakistan, aggirando la Russia per portare le merci in Europa.

Maggiori costi di trasporto

In conseguenza di ciò, i costi di spedizione stanno aumentando ad un ritmo che non si vedeva dalla crisi pandemica. Molti dei colli di bottiglia sottostanti nelle catene di approvvigionamento permangono, anche se i prezzi sono scesi lo scorso anno con l’attenuarsi delle interruzioni dovute al Covid. Secondo Freightos, una società di prenotazione merci, il costo della spedizione di container dalla Cina al Mar Mediterraneo è più che quadruplicato dalla fine di novembre.

crisi Mar Rosso impatto economia globale

Le compagnie di navigazione, così come quelle che trasportano petrolio, pensano che lo sconvolgimento durerà più di due mesi, con navi per la rotta più lunga prenotate fino all’estate.

L’economia sta già accusando l’impatto della crisi del Mar Rosso

Aziende come Volvo e Tesla hanno annunciato la sospensione della produzione negli stabilimenti in Europa, citando l’impossibilità di ottenere componenti dai fornitori asiatici. I rivenditori britannici Tesco e Marks & Spencer hanno segnalato il rischio di costi più elevati.

La compagnia portacontainer Maersk ha avvertito la scorsa settimana che le interruzioni dureranno almeno alcuni mesi. Sebbene molte aziende affermino di non averne ancora avvertito gli effetti, più a lungo si protrarrà la crisi del Mar Rosso, maggiore sarà l’impatto sull’economia.

Un sondaggio economico nel Regno Unito pubblicato mercoledì ha rilevato costi di trasporto più elevati che hanno contribuito a spingere l’inflazione nel settore manifatturiero al livello più alto da marzo. Il Qatar, uno dei maggiori esportatori di gas naturale liquefatto al mondo, sta ritardando alcune spedizioni verso l’Europa poiché la crisi impone tempi di viaggio più lunghi.

Il possibile impatto sull’inflazione

Anche se ci sono pochi segnali che i costi di spedizione più elevati stiano spingendo l’inflazione in generale, le banche centrali stanno già avvertendo dei rischi. Christine Lagarde, presidente della Banca Centrale Europea, ha citato il ritorno dei colli di bottiglia nell’offerta come uno dei quattro principali fattori di rischio che sta tenendo d’occhio. I bassi livelli dell’acqua stanno già rallentando i flussi attraverso il Canale di Panama.

Un altro impatto della crisi del Mar Rosso sull’economia deriverebbe da una possibile impennata dei prezzi del petrolio nel caso in cui i conflitti ne interrompessero l’offerta.

Gli economisti di JPMorgan Chase prevedono un aumento di 0,7 punti percentuali dell’inflazione globale dei beni durante la prima metà di quest’anno se la crisi persiste.

ARTICOLI CORRELATI:

Cosa può succedere al petrolio dopo l’attacco di Hamas a Israele?

E’ giunta la fine dell’era della globalizzazione?

Friend-Shoring: il futuro del commercio globale?

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario.

Non per scelta ma perché nessuno lo ha mai insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perché se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione.

Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.

RISCHI DI INVESTIMENTO

Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.