L’effetto delle Elezioni Anticipate di Macron sul Mercato Francese

L’annuncio delle elezioni anticipate da parte del presidente Emmanuel Macron ha generato una significativa incertezza nel settore finanziario francese. Dopo anni di sforzi per posizionare Parigi come centro finanziario europeo post-Brexit, le nuove elezioni potrebbero mettere a rischio i progressi fatti. Questo articolo esplorerà l’effetto

Scopri

Come Affrontare la Correlazione Positiva tra Azioni e Obbligazioni

Nel mondo degli investimenti, una delle sfide più significative degli ultimi trent’anni si sta manifestando proprio ora: la forte correlazione positiva tra azioni e obbligazioni. Tradizionalmente, la classica allocazione 60/40 (60% azioni e 40% obbligazioni) ha offerto una diversificazione e una protezione del rischio naturale.

Scopri

L’impatto dei tagli dell’OPEC sulla transizione energetica

L’aumento dei prezzi del petrolio dopo i tagli della produzione dell’OPEC+ sottolinea il pericolo di affidarsi a produttori di combustibili fossili imprevedibili. Il risultato della decisione a sorpresa è stato l’aumento dei prezzi del petrolio più grande in oltre un anno. L’impatto dei tagli dell’OPEC sulla transizione energetica verso un pianeta green non è ancora del tutto chiaro.

Nell’ultimo anno, l’aumento dei prezzi dell’energia e l’invasione dell’Ucraina hanno fortemente influenzato la transizione dai combustibili fossili all’energia pulita. Anche se è emerso l’aspetto negativo di fare affidamento su materie prime controllate da una manciata di paesi, la crisi energetica ha spinto anche le nazioni più progressiste dal punto di vista climatico a rivolgersi a carbone e gas per sopperire ai propri bisogni.

In generale, maggiore è il costo dei carburanti tradizionali, maggiore è l’incentivo a continuare la transizione. Tuttavia, mentre il petrolio più costoso può rendere più attraenti i veicoli elettrici e altre alternative, non è facile effettuare un passaggio immediato. E nel frattempo i tagli della produzione dell’OPEC+ potrebbero portare a una maggiore estrazione da parte di altre nazioni, in particolare gli Stati Uniti, anche se l’impatto sarà probabilmente relativamente piccolo. Le major petrolifere occidentali su entrambe le sponde dell’Atlantico hanno preferito spendere i loro profitti record in ricompense per i loro azionisti, piuttosto che in massicci aumenti della produzione.

I tagli alla produzione dell’OPEC

L’OPEC+ ha annunciato un taglio della produzione di petrolio di oltre 1 milione di barili al giorno, andando contro le sue precedenti indicazioni su un mantenimento costante dell’offerta. La decisione si aggiunge alle pressioni inflazionistiche che potrebbero costringere le banche centrali di tutto il mondo a mantenere i tassi di interesse più alti più a lungo.

L’Arabia Saudita ha guidato il cartello promettendo una riduzione della sua produzione di 500.000 barili al giorno. Altri membri, tra cui Kuwait, Emirati Arabi Uniti e Algeria, hanno seguito l’esempio. Allo stesso tempo, la Russia ha affermato che il taglio della produzione in programma da marzo a giugno continuerà fino alla fine del 2023.

L’impatto iniziale dei tagli, a partire dal prossimo mese, sarà di circa 1,1 milioni di barili al giorno. Da luglio, a causa dell’estensione dell’attuale riduzione dell’offerta della Russia, ci saranno circa 1,6 milioni di barili di petrolio al giorno in meno sul mercato rispetto a quanto previsto in precedenza.

Il Crude Oil ha chiuso la sessione di ieri al di sopra degli 80 $. La backwardation della curva dei futures si è rafforzata, in un segnale di rigidità del mercato.

prezzo petrolio tagli produzione opec

I produttori di petrolio devono tenere conto di alternative concorrenti come mai prima d’ora. Proprio mentre il prezzo del petrolio aumenta, le tecnologie e i materiali verdi stanno iniziando a diventare di nuovo più economici dopo due anni di aumento dei costi. Basta guardare il litio. Lunedì, il prezzo del materiale per veicoli elettrici è sceso di quasi il 3%, segnando un calo del 57% da inizio anno.

Anche il prezzo di altri materiali importanti è diminuito. Il polisilicio di grado solare, utilizzato per realizzare i pannelli, è più economico del 30% rispetto al picco dell’anno scorso. L’acciaio utilizzato nelle turbine eoliche è diminuito del 40% in Europa e di oltre il 20% in Nord America rispetto al massimo del 2022.

L’impatto dei tagli dell’OPEC sulla transizione energetica

Il rischio maggiore per la transizione energetica è che i prezzi elevati del petrolio contribuiranno ad alimentare l’inflazione che ha spinto le banche centrali ad aumentare rapidamente i tassi di interesse nell’ultimo anno. Ciò ha già ribaltato il finanziamento di alcuni progetti di energia rinnovabile su larga scala che hanno fatto affidamento per anni su debiti a buon mercato. Insieme a un dollaro USA più forte, potrebbe anche rendere più costoso estrarre i metalli necessari per produrre tecnologie come batterie, turbine eoliche e cavi.

Alla fine, qualsiasi impatto negativo dei tagli della produzione dell’OPEC probabilmente impallidirà rispetto ad altri fattori che stanno guidando la marcia verso la transizione energetica. L’invasione russa dell’Ucraina lo scorso anno ha insegnato al mondo l’importanza di fonti energetiche interne affidabili. Le energie rinnovabili sono sempre più viste non solo come un modo per ridurre il carbonio, ma anche come un modo per limitare l’esposizione a imprevedibili produttori di combustibili fossili.

ARTICOLI CORRELATI:

Produzione di Petrolio tagliata di 1 Milione di barili al giorno dall’OPEC+

Cosa può dirci il prezzo del petrolio riguardo alle probabilità di recessione?

L’aumento del prezzo del petrolio: l’impatto sui mercati

La Crisi Energetica è terminata? Attenzione ai prezzi del Natural Gas (TTF)

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario.

Non per scelta ma perché nessuno lo ha mai insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perché se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione.

Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.

RISCHI DI INVESTIMENTO

Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.