Come Investire in Arte: Strategie Innovative e Consigli Pratici

Investire in arte non è solo un modo per arricchire il proprio spazio con bellezza e cultura, ma può anche rappresentare una strategia di investimento interessante e potenzialmente redditizia. Tuttavia, come ogni investimento, comporta rischi e richiede conoscenza e preparazione. Nel 2023, il valore complessivo

Scopri

Come Eseguire il Carry Trade e Massimizzare i Profitti

Il carry trade è un argomento di grande rilevanza nel mondo della finanza. Questo strumento di investimento, se ben compreso e gestito, può offrire opportunità significative. Tuttavia, è essenziale essere consapevoli dei rischi che comporta. In questo post, esamineremo il funzionamento del carry trade, le

Scopri

Investire nel Mercato del Rame 2024: Tra Realtà e Speculazione

Investire nel mercato del rame sta emergendo come una delle opportunità più interessanti nel 2024. Con un incremento significativo dei prezzi, questo metallo sta attirando l’attenzione di investitori e analisti in tutto il mondo. Questo articolo esplorerà le dinamiche attuali del mercato del rame, mettendo

Scopri

Narvinder Singh Sarao : L’Uomo che ha fatto CRASHARE i Mercati

Narvinder Singh Sarao, è stato arrestato nel 2015 con l’accusa di frode, manipolazione del mercato e di aver incentivato il “Flash Crash” del 2010, per un totale complessivo di 22 capi di imputazione e una pena massima di 380 anni di carcere. Nel periodo tra il 2010 e il 2015, si stima che abbia guadagnato circa 40 milioni di dollari facendo trading direttamente dalla sua camera da letto.

Storia di Sarao

Narvinder, un ragazzo come tanti della periferia di Londra, aveva una passione per i videogiochi e una notevole abilità nel pensiero rapido e nella matematica. Un giorno si imbatté in un annuncio su un giornale pubblicato dalla società di trading FUTEX, che cercava un trader futures con notevole abilità nel gestire la pressione. Decise così di mettersi in gioco. Grazie alla sua capacità di concentrazione, riuscì ben presto a capire le dinamiche dei mercati. Negoziava posizioni di enormi dimensioni, assumendo un notevole rischio, soprattutto sugli E-Mini Futures, che seguivano l’andamento dell’indice S&P 500.

Nel giro di poco tempo diventò una specie di divinità per i suoi colleghi, poiché con una posta in gioco così alta riusciva a rimanere freddo e a non scomporsi.

La Decisione di Operare da Casa

Nel 2008 però decise di lasciare la FUTEX, con in tasca circa 2 milioni di dollari e di operare direttamente da casa sua. Durante la crisi finanziaria riuscì a guadagnare circa 15 milioni di dollari, cavalcando la ripresa del mercato azionario statunitense. A Differenza di molti, non era interessato a sperperare i suoi guadagni e preferiva rimanere nell’anonimato. Pensate che l’acquisto più grande del trader fu una Golf di seconda mano. Nonostante il suo successo, non era soddisfatto. L’ingresso degli algoritmi di High-Frequency Trading (HFT) sul mercato lo frustrava profondamente.

Questi algoritmi eseguivano transazioni ad altissima velocità, ottenendo piccoli profitti grazie alla loro velocità di esecuzione. Sentendo la necessità di contrastare queste aziende HFT, Nav decise di pagare un programmatore per costruire il suo robot di trading che si muovesse alla stessa velocità, sostanzialmente per manipolare il mercato.

La strategia di Sarao

L’algoritmo del trader era basato su una pratica nota come spoofing. Era progettato per spostare questi ordini di vendita vicino al prezzo di mercato, e successivamente cancellarli senza eseguirli. Sfruttando questa strategia, riusciva a influenzare il prezzo a proprio vantaggio. Quando i prezzi cominciavano a scendere a causa della pressione ribassista generata dai suoi ordini falsi, Sarao approfittava della situazione vendendo i futures e poi comprarli nuovamente a un prezzo più basso, ottenendo così un profitto dalla differenza di prezzo. 

Il Flash Crash del 2010

Tutto ebbe inizio il 6 maggio 2010. L’economia globale si stava ancora riprendendo da dalla crisi finanziaria del 2008. Durante la mattinata del 6 maggio, si avvertiva un clima di turbolenza soprattutto nei mercati europei. La situazione finanziaria dell’Europa era particolarmente difficile a causa della persistente crisi in Grecia che rischiava il default. Queste forti  preoccupazioni di riflesso contagiavano anche i mercati americani.

Alle 13:00 del 6 maggio, ora statunitense, l’Euro iniziò un notevole ribasso nei confronti di Dollaro e dello Yen. Questo improvviso impulso negativo del mercato ebbe immediate ripercussioni, causando un aumento della volatilità di alcuni titoli. Inoltre, il Liquidity Replenishment Points (che fornisce informazioni sulla volatilità, calcolata sui titoli negoziati sul New York Stock Exchange ), registrò un aumento significativo rispetto ai livelli medi. Il VIX durante la mattinata salì del 30%.


Fu proprio in quel momento che Narvinder iniziò ad usare i suoi algoritmi per piazzare ordini di vendita in un mercato già in calo. Nel pomeriggio arrivò a piazzare ordini per 200 milioni di dollari, riscuotendo enormi guadagni. Pensate che alle 14:00 ora di New York, quando il trader spense il computer, aveva guadagnato 950.000 dollari in 4 ore. Ma Quello che succede dopo è sconvolgente.

Il crollo dei mercati 

Il prezzo del Futures E-Mini S&P 500 perse oltre il 5% tra le 14:42 e le 14:46, il Dow Jones Industrial Average (DJIA) registra una perdita di 998 punti, col più  grande calo  in una singola sessione dall’istituzione dell’indice. Numerose aziende subirono variazioni superiori al 10%, ad esempio un’azienda blue chip come Procter & Gamble è arrivata a perdere il 37 % del suo valore, da 61$ ad azione a 38$. 

Venti minuti dopo i mercati si ripresero e iniziarono la risalita verso l’alto, formando quella che viene definita un recupero a V nel grafico.

S&P500 durante il Flash-Crash – Fonte Bloomberg

L’evento del Flash Crash spinse le autorità statunitensi a intraprendere un’indagine approfondita per comprendere le cause e gli attori coinvolti nella drammatica caduta dei mercati. Inizialmente le autorità avevano pensato a un errore tecnico o umano.

La scoperta del coinvolgimento di Sarao

Nei verbali delle indagini, non era emerso alcun collegamento tra Navinder Sarao e la manipolazione del mercato. 

Non furono infatti le autorità a scoprire che c’era Narvinder dietro a tutto questo, ma un altro trader che stava facendo dei test sul suo algoritmo. Questo si accorse che durante la giornata dal Flash Crash c’erano ordini che venivano piazzati e poi successivamente cancellati, tutto questo avveniva in pochi secondi.

La Collaborazione di Sarao con le Autorità

Nel 2020 è stato condannato dal tribunale di Chicago a un anno di domiciliari, sempre nella stessa casa dove tutto è iniziato, con l’obbligo però di non poter più operare sui mercati finanziari. 

Durante la lunga battaglia legale durata 5 anni, infatti il trader ha aiutato gli enti regolamentatori SEC e CFTC  a far luce sulle manipolazioni di mercati effettuate da grandi colossi  finanziari. Esempi recenti di manipolazione comprendono JPMorgan, coinvolto nella manipolazione del mercato dell’oro, o lo “spoofing” da parte di due trader di Deutsche Bank che poi sono stati condannati.

Durante le indagini, è emerso un quadro più complesso sulla personalità di Sarao, rispetto a quella che era la sua  immagine iniziale, ossia quella di un criminale finanziario oscuro, guidato da chissà quali scopi.

Navinder Singh Sarao-Fonte Bloomberg

Si è scoperto infatti che il trader aveva affrontato il tutto come se fosse un gioco, senza rendersi pienamente conto delle implicazioni e delle conseguenze delle sue azioni, il tutto poi confermato quando gli viene diagnosticata la sindrome di Asperger (la stessa di Burry).

Dopo la sua condanna è diventato una sorta di eroe popolare per coloro che si trovano ai margini dell’ecosistema finanziario, il trader solitario che sfida, affronta e batte i grandi colossi finanziari. Purtroppo però, a causa di una gestione scorretta e dell’essere stato sopraffatto da  investitori che lo hanno fatto finire in uno schema Ponzi, tutti quei fondi sono andati completamente persi.

Cosa ci insegna la vicenda di Sarao

In primis che sui mercati le forze in gioco sono molteplici e spesso di natura non umana ma tecnica.

Dobbiamo riconoscere che come individui siamo spesso considerati “pesci piccoli” in un mondo finanziario dominato da “squali” con enormi capacità logistiche e di capitali. Il lavoro di un trader è incredibilmente complesso poiché richiede di competere costantemente con le menti più brillanti e talentuose a livello globale. Inoltre ci permette di capire come il sistema degli HFT sta sempre più prendendo piede all’interno dei mercati finanziari. Oggi si stima infatti che più del 70% delle contrattazioni vengono eseguite da algoritmi.

Come trader e investitori retail, possiamo proteggerci da questi eventi adottando un processo ben strutturato, con un solido money management, che ci permette di mantenere la giusta esposizione, utilizzando lo stop loss  in modo da limitare le perdite, in caso di movimenti improvvisi.

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario.

Non per scelta ma perché nessuno lo ha mai insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perché se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione.

Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.

RISCHI DI INVESTIMENTO

Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.