Bitcoin sopra i 60.000 dollari: flussi record negli ETF Spot

Bitcoin ha superato i 60.000 dollari e si trova ora ad un passo dal suo massimo storico. I guadagni della criptovaluta più grande del mondo hanno alimentato un ampio rally delle crypto. Cosa c’è dietro all’ultima “mania digitale”? Inizierei col dire che adesso è chiaro

Scopri

Apple abbandona l’auto elettrica: una scelta saggia?

Martedì è arrivata una notizia bomba da parte di Apple: il progetto multimiliardario Project Titan verrà abbandonato. Apple ha annullato lo sforzo decennale per costruire la sua auto elettrica, allontanandosi da uno dei progetti più ambiziosi nella sua storia. La decisione rivelata internamente ha sorpreso

Scopri

Ecco come Wall Street sta usando l’intelligenza artificiale

L’interesse per l’intelligenza artificiale si è diffuso anche a Wall Street. Le grandi banche non vogliono rimanere indietro nella corsa all’IA: circa il 40% di tutte le posizioni lavorative aperte riguardano ruoli legati all’intelligenza artificiale. JPMorgan è in prima linea. La più grande banca statunitense

Scopri

La BCE sarà la prima tra le banche centrali ad effettuare i tagli dei tassi

Gli investitori stanno scommettendo che la Banca Centrale Europea (BCE) guiderà le maggiori banche centrali del mondo nei tagli dei tassi di interesse. Quest’idea ha guadagnato popolarità dopo che uno dei politici più aggressivi della BCE ha descritto un ulteriore aumento dei tassi come “improbabile”.

Il mercato sconta una probabilità di quasi il 90% che la BCE avvii il suo ciclo di allentamento nel primo trimestre del prossimo anno, uno scenario a malapena contemplato solo tre settimane fa. Ora ci sono cinque tagli da un quarto di punto completamente scontati, più una probabilità dell’80% di un sesto. Ciò significherebbe una diminuzione del tasso di riferimento di 150 punti base al 2,5%.

tagli tassi BCE 2024

Se i trader avessero ragione, la BCE sarebbe la prima tra le principali banche centrali del mondo ad iniziare con i tagli dei tassi il prossimo anno e quella che attuerebbe il ciclo di allentamento più aggressivo.

Le scommesse sui tagli dei tassi in tutto il mondo

I mercati stanno scommettendo sui tagli dei tassi in tutto il mondo. Si prevede che la Federal Reserve farà la sua prima mossa a maggio e abbasserà i tassi di 125 punti base nel 2024. Nel Regno Unito, il mercato sta scontando tre tagli da un quarto di punto da parte della Bank of England a partire da giugno. C’è una probabilità del 30% di una quarta riduzione. Un mese fa erano prezzati solo due tagli.

In Australia i trader dei tassi sono passati dallo scommettere su un altro aumento entro la metà del 2024 a scontare un taglio con una probabilità superiore al 75%. E ora i trader pensano che anche la banca centrale della Nuova Zelanda potrebbe ridurre il suo tasso di riferimento entro maggio.

L’idea che le principali banche centrali inizieranno ad allentare le loro politiche monetarie il prossimo anno ha rafforzato le obbligazioni, che hanno da poco concluso un novembre da record. I rendimenti dei titoli di Stato statunitensi e tedeschi a 10 anni sono scesi di oltre 45 punti base nell’ultimo mese. Il tasso equivalente sui gilt britannici è sceso di oltre 30 punti base.

Alcuni dei più grandi nomi di Wall Street stanno già avvertendo che le aspettative di tagli dei tassi da parte delle banche centrali di tutto il mondo iniziano a sembrare estese. Gli strateghi di BlackRock hanno affermato di “vedere il rischio che queste speranze vengano deluse”. Nel frattempo, Goldman Sachs raccomanda l’utilizzo delle opzioni per contrastare le scommesse eccessive sui tagli dei tassi.

Un rialzo dei tassi della BCE è improbabile dopo i dati sull’inflazione

La visione sui tagli dei tassi della BCE ha guadagnato ulteriore popolarità dopo che Isabel Schnabel, un membro del comitato esecutivo tipicamente aggressivo, ha affermato che un altro aumento dei tassi non si verificherà alla luce dei dati sull’inflazione della scorsa settimana. “I dati più recenti sull’inflazione rendono piuttosto improbabile un ulteriore aumento dei tassi”, ha affermato in un’intervista a Reuters.

Solo un mese fa, dopo che i dati di ottobre avevano mostrato un rallentamento della crescita dei prezzi al consumo, Schnabel aveva avvertito che era troppo presto per escludere un altro rialzo dei tassi. Ora sembra più sicura che lo scenario stia cambiando.

I dati sull’inflazione in Eurozona hanno mostrato un rallentamento al 2,4%, una lettura molto al di sotto di quella prevista dagli economisti e vicina all’obiettivo del 2% della BCE. “La versione flash di novembre è stata una sorpresa molto piacevole”, ha affermato Schnabel. “La cosa più importante è che l’inflazione di fondo, che si è rivelata più tenace, sta ora scendendo più rapidamente di quanto ci aspettassimo. Questo è davvero notevole. Nel complesso, gli sviluppi dell’inflazione sono stati incoraggianti”.

inflazione euro area novembre

Schnabel non è ancora del tutto sicura che i prezzi siano stati domati e ha avvertito che i funzionari della BCE non devono dichiarare prematuramente la vittoria sull’inflazione. “Continuiamo ad aspettarci un aumento nei prossimi mesi”, ha detto Schnabel. “Ci sarà un’inversione di alcune misure fiscali e di alcuni effetti base, e non possiamo escludere che ci sarà un nuovo aumento dei prezzi dell’energia o del cibo”.

Pur escludendo di fatto un altro rialzo dei tassi, Schnabel ha affermato, in riferimento a potenziali tagli, che “dovremmo stare attenti nel fare dichiarazioni su qualcosa che accadrà tra sei mesi”. Il suo collega Boris Vujcic li ha esclusi nel prossimo futuro, mentre François Villeroy de Galhau ha affermato che la BCE esaminerà la questione nel corso del 2024.

ARTICOLI CORRELATI:

BCE: tassi invariati al record del 4%

BCE: il decimo aumento consecutivo porta i tassi al 4%

Forum BCE Sintra: le banche centrali continueranno ad inasprire

La BCE alza di nuovo i tassi e lascia aperte le opzioni per settembre

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario.

Non per scelta ma perché nessuno lo ha mai insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perché se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione.

Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.

RISCHI DI INVESTIMENTO

Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.