L’effetto delle Elezioni Anticipate di Macron sul Mercato Francese

L’annuncio delle elezioni anticipate da parte del presidente Emmanuel Macron ha generato una significativa incertezza nel settore finanziario francese. Dopo anni di sforzi per posizionare Parigi come centro finanziario europeo post-Brexit, le nuove elezioni potrebbero mettere a rischio i progressi fatti. Questo articolo esplorerà l’effetto

Scopri

Come Affrontare la Correlazione Positiva tra Azioni e Obbligazioni

Nel mondo degli investimenti, una delle sfide più significative degli ultimi trent’anni si sta manifestando proprio ora: la forte correlazione positiva tra azioni e obbligazioni. Tradizionalmente, la classica allocazione 60/40 (60% azioni e 40% obbligazioni) ha offerto una diversificazione e una protezione del rischio naturale.

Scopri

La BCE alza di nuovo i tassi e lascia aperte le opzioni per settembre

La Banca centrale europea ha alzato di nuovo i tassi di interesse, lasciando aperte le opzioni per il prossimo incontro a settembre mentre la sua campagna di rialzi senza precedenti si avvicina alla fine.

L’aumento di un quarto di punto è stato il nono consecutivo dallo scorso luglio e ha portato il tasso sui depositi al 3,75%, come previsto dagli economisti.

“Le decisioni future garantiranno che i tassi di interesse chiave della BCE saranno fissati a livelli sufficientemente restrittivi per tutto il tempo necessario”, ha affermato la BCE nella sua dichiarazione. “Il Consiglio direttivo continuerà a seguire un approccio dipendente dai dati per determinare il livello appropriato e la durata della restrizione”.

La BCE ha anche fissato la remunerazione delle riserve minime allo 0%, un passo volto a migliorare l’efficienza della politica monetaria.

I mercati monetari hanno continuato a scontare una probabilità del 50% di un altro aumento di un quarto di punto a settembre. Per quanto riguarda le obbligazioni, il debito tedesco a breve scadenza ha registrato guadagni. Il rendimento dei Bund a due anni, tra i più sensibili alla politica monetaria, è sceso di 8 punti base al 3,05%. L’euro è sceso fino all’1% a circa $ 1,10.

Un altro aumento dei tassi o una pausa a settembre?

L’aumento di giovedì era stato ampiamente segnalato dalla presidente Christine Lagarde e dai suoi colleghi. Ciò che interessa di più è se i politici alzeranno di nuovo i tassi quando si riuniranno a settembre o se si asterranno.

“Abbiamo una mente aperta su quali saranno le decisioni a settembre e nelle riunioni successive”, ha detto Lagarde ai giornalisti a Francoforte. “Quindi potremmo fare un’escursione o potremmo resistere.”

Alla vigilia di questa settimana, i responsabili politici della BCE hanno offerto poche indicazioni su dove vedono i tassi oltre luglio, ribadendo semplicemente che qualunque picco venga raggiunto verrà mantenuto per un periodo prolungato.

Anche funzionari tradizionalmente aggressivi, tra cui il presidente della Bundesbank Joachim Nagel e il governatore olandese Klaas Knot, affermano che settembre rimane una questione aperta e dipendente dai dati.

Una cosa che settembre porterà sicuramente è una nuova serie di proiezioni economiche trimestrali dei funzionari della BCE. Le ultime proiezioni mostrano un’inflazione ancora superiore al 2% entro la fine del 2025.

Più vicino all’incontro, Lagarde potrebbe anche essere in una posizione migliore per offrire indizi mentre tiene un discorso al ritiro annuale della Fed a Jackson Hole.

Come negli Stati Uniti, dove mercoledì la Fed ha alzato i tassi di 25 punti base, analisti e investitori ritengono che la BCE sia a un passo dal picco dei tassi.

Le prospettive economiche si sono deteriorate

I funzionari della BCE devono procedere con cautela poiché il loro inasprimento fino ad oggi è sempre più sentito. Mentre di solito occorrono 12-18 mesi prima che i cambiamenti di politica monetaria colpiscano completamente, stanno crescendo le prove che l’effetto degli aumenti della BCE sta raggiungendo le imprese e le famiglie.

La crescita dell’economia dell’Eurozona è precaria, mentre la domanda di prestiti bancari è crollata. La principale economia del blocco, la Germania, sta lottando per uscire da una recessione.

Il settore dei servizi del continente, nel frattempo, sta iniziando a vacillare, a seguito della persistente debolezza del settore manifatturiero. L’indice flash Composite PMI di luglio è rimasto al di sotto della soglia di 50 per il secondo mese consecutivo, scendendo a 48,9 da 49,9 del mese precedente. Questa è la lettura più bassa da novembre.

attività economica eurozona contrazione

L’area dell’euro avrà anche evitato una recessione invernale, ma la combinazione di bassa domanda e forte inflazione ha impedito all’economia di crescere all’inizio dell’anno.

“Le prospettive economiche a breve termine per l’area dell’euro si sono deteriorate in gran parte a causa dell’indebolimento della domanda interna”, ha detto il presidente Lagarde ai giornalisti. “Nel tempo, il calo dell’inflazione, l’aumento dei redditi e il miglioramento delle condizioni di offerta dovrebbero sostenere la ripresa.

Lagarde ha descritto le pressioni sui prezzi al consumo come “troppo alte per troppo tempo”. La speranza è che un’espansione economica più lenta smorzi sufficientemente l’inflazione, qualcosa noto come atterraggio morbido.

Per ora, le pressioni sui prezzi rimangono una preoccupazione. L’inflazione core, una metrica attentamente osservata che esclude cibo ed energia, è aumentata il mese scorso eguagliando la lettura dell’inflazione complessiva (5,5%).

Falchi e colombe

I funzionari della BCE sono in disaccordo sul finale del loro ciclo di inasprimento più aggressivo di sempre.

Yannis Stournaras, che dirige la banca centrale greca, ha avvertito che la crescita potrebbe essere sottoperformante, suggerendo che l’inflazione potrebbe essere di conseguenza più debole. Allo stesso modo, l’italiano Ignazio Visco ha affermato che le pressioni sui prezzi potrebbero diminuire più rapidamente del previsto. Entrambi preferiscono una pausa a settembre.

All’estremo opposto, il presidente della Bundesbank Joachim Nagel ha affermato che è troppo presto per proclamare “un certo tipo di vittoria” sull’inflazione, suggerendo che potrebbe essere necessario un altro aumento in autunno.

falchi colombe BCE

Il risultato è che i politici, piuttosto che anticipare le mosse future come hanno fatto nei mesi scorsi, aderiranno più strettamente al loro mantra di “dipendenza dai dati“, proprio come sta facendo la Federal Reserve.

ARTICOLI CORRELATI:

Forum BCE Sintra: le banche centrali continueranno ad inasprire

La BCE alza i tassi di 25 pb e segnala un altro aumento a luglio

E’ improbabile che la BCE segnali un altro grande aumento dei tassi dopo il crollo di SVB

La BCE aumenta i tassi di 25 pb: l’inflazione rimane la priorità

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario.

Non per scelta ma perché nessuno lo ha mai insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perché se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione.

Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.

RISCHI DI INVESTIMENTO

Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.