Le migliori azioni di intelligenza artificiale

L’entusiasmo intorno all’intelligenza artificiale e ChatGPT sembra davvero inarrestabile e ricorda la follia di mercato del 2017 innescata dalla tecnologia blockchain. La frenesia potrebbe presto svanire, insieme ai guadagni azionari. Tuttavia, l’IA offre un’enorme opportunità di crescita ed è un tema che gli investitori dovrebbero

Scopri

Quanto vale Bitcoin? Le tecniche per dare un prezzo a BTC

La valutazione del Bitcoin può essere difficile in quanto si tratta di una classe di attività distinta rispetto alle normali azioni. Gli approcci di valutazione tradizionali, come i multipli PE e l’analisi basata sugli utili, potrebbero non applicarsi direttamente al Bitcoin. Di conseguenza, investitori e

Scopri

Il crollo di Adani Group cancella 74 miliardi di dollari

Il crollo di Adani Group, scaturito dalle accuse di frode di Hindenburg Research, è entrato nella sua quarta sessione. Nonostante la dimostrazione di sostegno da parte di un investitore chiave, le perdite hanno raggiunto i 74 miliardi di dollari. Le azioni della maggior parte delle

Scopri

Tesla: gli utili del quarto trimestre battono le stime

Tesla ha registrato profitti migliori del previsto nell’ultimo trimestre, anche se ha fornito segnali contrastanti sulle prospettive di crescita delle consegne di veicoli. Gli utili del quarto trimestre di Tesla battono le stime, attestandosi a $ 24,3 miliardi. I margini lordi del settore automobilistico, tuttavia,

Scopri

NYSE: interruzione del trading dopo un problema tecnico

Un’interruzione del trading per alcuni titoli quotati sul NYSE ha fatto venire i brividi a Wall Street poiché dozzine di società ad alta capitalizzazione sembravano cancellare miliardi di dollari di valore di mercato senza una ragione apparente. Il trading è stato interrotto nei primi 30

Scopri
Investire sugli Oscar 2023

Investire sui vincitori agli Oscar 2023

Negli ultimi 10 anni, un investitore che avesse investito nella società pubblica che possedeva il distributore del film vincitore il mese prima della premiazione e avesse venduto un mese dopo, avrebbe avuto un guadagno medio del 7,6%.
Tuttavia, indovinare quale film vincerà è difficile e spesso non c’è modo di investire nella distribuzione del film.
Anche se gli investitori scelgono il film giusto, non c’è garanzia di successo: il 40% delle volte la società pubblica che ha distribuito il film vincitore è rimasta indietro rispetto all’S&P 500.

Scopri

Il calo degli abbonati di Netflix

Nonostante il mercato azionario abbia avuto una buona giornata ieri, alla chiusura del mercato Netflix ha riportato un calo degli abbonati storico. Per la prima volta in oltre un decennio infatti, il numero di abbonati è leggermente diminuito rispetto al trimestre precedente. Nel trading after-hour, il prezzo delle azioni è sceso di oltre il 25%.
Negli ultimi due trimestri gli investitori hanno venduto le azioni di Netflix fino a dimezzarne il prezzo. L’azienda si trova in profondo bear market.

calo abbonati crollo Netflix

La valutazione di Netflix

Questo è il secondo trimestre in cui i risultati degli earnings non hanno soddisfatto le aspettative di un’ulteriore crescita. Tuttavia, l’entità dei crolli ha più a che fare con la valutazione di Netflix più che con il totale pessimismo degli investitori.

Se guardiamo al rapporto prezzo/vendite di Netflix, nel corso dell’ultimo decennio è trapelato un ottimismo sempre maggiore. Quello che stiamo osservando adesso è un improvviso ritorno alla realtà. Il grafico che segue mostra dove si potrebbe trovare il rapporto prezzo/vendite se il prezzo delle azioni after-hour di ieri dovesse reggere.

Netflix valutazione price to sales ratio
Il price-to-sales di Netflix

La risposta di Netflix

Netflix ha affermato che nei prossimi due anni introdurrà un’opzione più economica e inizierà a reprimere la condivisione delle password. Netflix ridurrà anche la sua spesa per film e programmi TV in risposta al calo degli abbonati.

Dopo un calo di 200.000 di abbonati nel primo trimestre, Netflix ha previsto di perderne altri 2 milioni nel secondo trimestre, un’enorme battuta d’arresto per un’azienda che regolarmente è cresciuta di 25 milioni di abbonati all’anno. Wall Street si aspettava che Netflix aggiungesse 2,5 milioni di clienti nel primo trimestre.

calo abbonati Netflix
L’aggiunta di abbonati e le stime per il secondo trimestre

Le cause del calo degli abbonati di Netflix

La direzione ha indicato la condivisione delle password e la concorrenza come principali cause del calo degli abbonati di Netflix. Secondo il management, più di 100 milioni di famiglie utilizzano il suo servizio senza pagarlo.

I problemi di Netflix sono un segnale di avvertimento per i suoi concorrenti. Dopo aver visto milioni di clienti abbandonare la pay TV per lo streaming, i giganti dell’intrattenimento si sono fusi e ristrutturati per competere con Netflix. Gli investitori hanno iniziato a chiedersi se alcune di queste società siano in grado di ottenere abbastanza clienti per giustificare le somme che stanno spendendo per la nuova programmazione.

La Disney è scesa fino al 5,2% dopo che Netflix ha riportato le sue prospettive, mentre Warner Bros. Discovery Inc., il proprietario di HBO Max, è scesa fino al 2,8%. Le azioni di Roku Inc., il produttore di set-top box per lo streaming, sono scese dell’8,3%.

Quali conclusioni possiamo trarre?

Quella che è stata una cattiva notizia per Netflix è una buona notizia per noi. Potremmo prenderla come una prova tangibile della riapertura post-Covid, che spinge pochi di noi a spendere soldi per lo streaming. Inoltre ci fa capire la follia degli investitori che hanno valutato i titoli “pandemici” come se i lockdown durassero per sempre.

Netflix è stata un ottima azienda dove posizionarsi. Tuttavia non è mai stata una buona idea presumere che la sua crescita sarebbe continuata a quei ritmi indefinitamente in modo da giustificare l’elevata valutazione.

Il pre-concetto sulle FAANG

Netflix è un classico titolo “long duration”. Ciò lo rende sensibile alle variazioni dei tassi d’interesse ed anche ai lievi cambiamenti nelle aspettative di crescita futura.

Da quello che sta succedendo a Netflix possiamo anche capire uno dei pre-concetti dietro le FAANG. Ognuna di queste aziende è stata valutata come se potesse raggiungere il predominio. In realtà però, molte delle FAANG competono tra loro. Apple e Amazon stanno cercando di ottenere una quota dei ricavi dello streaming di Netflix. Apple e Meta Platforms sono in aperto conflitto. E’ possibile che le FAANG possano tutte raggiungere il dominio contemporaneamente?

Il modo in cui il prezzo delle azioni di Netflix è caduto (per ben due volte) è preoccupante. C’è molta speranza espressa nelle valutazioni, e la minima sfida a quella speranza significa un crollo istantaneo che non è incoraggiante.

ARTICOLI CORRELATI:

Elon Musk vuole comprare Twitter

Tesla ha inaugurato la Gigafactory a Berlino

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario.

Non per scelta ma perché nessuno lo ha mai insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perché se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione.

Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.

RISCHI DI INVESTIMENTO

Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.