Come Investire in Arte: Strategie Innovative e Consigli Pratici

Investire in arte non è solo un modo per arricchire il proprio spazio con bellezza e cultura, ma può anche rappresentare una strategia di investimento interessante e potenzialmente redditizia. Tuttavia, come ogni investimento, comporta rischi e richiede conoscenza e preparazione. Nel 2023, il valore complessivo

Scopri

Come Eseguire il Carry Trade e Massimizzare i Profitti

Il carry trade è un argomento di grande rilevanza nel mondo della finanza. Questo strumento di investimento, se ben compreso e gestito, può offrire opportunità significative. Tuttavia, è essenziale essere consapevoli dei rischi che comporta. In questo post, esamineremo il funzionamento del carry trade, le

Scopri

Investire nel Mercato del Rame 2024: Tra Realtà e Speculazione

Investire nel mercato del rame sta emergendo come una delle opportunità più interessanti nel 2024. Con un incremento significativo dei prezzi, questo metallo sta attirando l’attenzione di investitori e analisti in tutto il mondo. Questo articolo esplorerà le dinamiche attuali del mercato del rame, mettendo

Scopri

Caro carburanti: in arrivo il Bonus Benzina del Governo

I prezzi della benzina hanno superato i 2 euro al litro anche in modalità self service. Il gasolio si attesta a 1,98 euro al litro. Il governo sta studiando un intervento che non pesi troppo sui bilanci pubblici. Per far fronte al caro carburanti, presto le famiglie in difficoltà poterebbero ricevere un bonus benzina da 80 euro sulla carta Dedicata a te. L’importo si andrebbe a sommare alla somma che già dovrebbero ricevere sulla social card. Ecco tutto quello che c’è da sapere sul bonus benzina.

Chi potrebbe ricevere il Bonus Benzina?

A ricevere il bonus benzina dovrebbero essere solo le famiglie beneficiarie della carta Dedicata a te. La carta da 382,5 euro, attiva per acquistare beni di prima necessità, è riservata alle famiglie composte da almeno tre persone e con un Isee che raggiunge al massimo 15.000 euro. Si tratta quindi di 1,3 milioni di famiglie italiane.

I nuclei con figli nati tra il 2023 e il 2009 hanno avuto la priorità nella graduatoria per le social card. Sono rimasti fuori le coppie senza figli, i single, i nuclei monogenitoriali e i nuclei familiari che fruiscono di altri sussidi pubblici come reddito di cittadinanza, Nadef e cassa integrazione. Non è ancora chiaro se il bonus benzina sarà attivo per i nuclei familiari che sono già in possesso della social card ma privi di vettura privata.

Se il bonus benzina venisse confermato, l’importo di 80 euro verrebbe caricato direttamente sulla carta Dedicata a te senza dover procedere a una nuova graduatoria. Nei giorni scorsi era circolata l’ipotesi di un importo più alto (150 euro) che poi è sceso a 80. La social card sarebbe attiva solo per il rifornimento di benzina o gasolio, così come l’importo da 382,5 euro è spendibile solo nei supermercati.

La misura dovrebbe costare ben 100 milioni di euro ma i tecnici del ministero delle Imprese sono ancora al lavoro per elaborare l’intervento. Il bonus rimane ancora solo un’ipotesi.

Quando potrebbe arrivare?

Almeno fino a fine settembre, la misura probabilmente resterà in sospeso aspettando che la Nadef chiarisca la situazione economica dell’Italia e le risorse a disposizione per la prossima manovra.

È probabile che la misura venga inserita in uno dei prossimi decreti in lavorazione. Potrebbe far parte di un nuovo decreto fiscale dal momento che il governo vedrà scadere numerosi aiuti il 30 settembre, tra i quali il taglio dell’Iva sul gas al 5% per usi civili e industriali, la riduzione degli oneri gas e lo sconto per le famiglie in condizioni di disagio economico e fisico. Queste misure dovrebbero essere prorogate.

Si è parlato anche di un nuovo decreto energia che dovrebbe accogliere alcune misure su cui sta lavorando il ministero dell’Ambiente, Gilberto Pichetto Fratin.

I prezzi dei carburanti aumentano

Gli aumenti dei prezzi dei carburanti non si fermano nonostante il calo delle quotazioni dei prodotti raffinati, comunque sopra i 1.000 dollari la tonnellata. La benzina è al livello più alto da oltre un anno, quando però era in vigore il taglio dell’accisa di 25 cent/litro. In ben quindici Regioni su venti, il prezzo ha superato i 2 euro al litro. Si tratta comunque di un livello ancora lontano da quello del 2022. Allora, la media era tra i 2,2 e i 2,3 euro al litro. Il gasolio si trova in una situazione simile, con il prezzo più alto dall’inizio del 2023.

Le altre misure sul tavolo per affrontare il caro carburanti

Il caro carburanti ha aumentato le richieste di intervento da parte del governo. L’aumento dei prezzi ha fatto scattare anche l’allarme del Codacons: “Il governo non ha più scuse e deve subito intervenire sulle accise che gravano sui carburanti in modo da contenere i rialzi dei prezzi alla pompa”. I rincari rischiano di aggravarsi nei prossimi giorni come conseguenza dell’andamento del petrolio e delle basse scorte. “Gli introiti stellari derivanti dalla tassazione su benzina e gasolio possono rappresentare, in questa situazione, una forma di appropriazione indebita. Per questo chiediamo al governo di intervenire subito congelando le accise, in modo da ottenere un effetto calmierante su tutti i prezzi al dettaglio”, ha affermato il presidente del Codacons.

Le associazioni invocano a gran voce il taglio delle accise, una strada che sembra al momento difficile da percorrere, come spiegato nei giorni scorsi dal ministro delle Imprese e del Made in Italy, Adolfo Urso.

Secondo le ultime indiscrezioni il governo sta quindi valutando un “taglio non lineare” che sarà rivolto soltanto alle classi meno abbienti. Un taglio lineare, come quello varato dal governo Draghi, avrebbe un costo troppo elevato di circa 0,8 miliardi di euro al mese, quasi 10 miliardi l’anno, una spesa superiore a quella che lo Stato stanzia annualmente per il reddito di cittadinanza. I provvedimenti contro il caro benzina dovrebbero trovare posto nella manovra da varare a fine anno.

ARTICOLI CORRELATI:

Caro carburante: la crisi del Diesel

I prezzi della benzina aumentano in tutto il mondo

Prezzi della benzina: da che cosa vengono influenzati?

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario.

Non per scelta ma perché nessuno lo ha mai insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perché se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione.

Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.

RISCHI DI INVESTIMENTO

Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.