Investire nel Mercato del Rame 2024: Tra Realtà e Speculazione

Investire nel mercato del rame sta emergendo come una delle opportunità più interessanti nel 2024. Con un incremento significativo dei prezzi, questo metallo sta attirando l’attenzione di investitori e analisti in tutto il mondo. Questo articolo esplorerà le dinamiche attuali del mercato del rame, mettendo

Scopri

Come Gestire il Rischio Integrando l’IA in un Portafoglio Azionario

La rivoluzione tecnologica porta opportunità e volatilità. Tuttavia, esistono modi per catturare l’innovazione dell’intelligenza artificiale (IA) gestendo contemporaneamente il rischio. Gestire il rischio di un portafoglio che integra l’IA è fondamentale per garantire una crescita sostenibile e proteggere gli investimenti. Le aziende al centro della

Scopri

E’ il momento di diversificare il portafoglio fuori dagli Stati Uniti?

Poiché diverse banche centrali cercano di elaborare dove andranno i tassi e l’inflazione, dovrebbe essere un buon momento per diversificare il portafoglio fuori dagli Stati Uniti. Ma è difficile crederlo, perché ormai da 33 anni è molto meglio accumulare tutto in un fondo indicizzato statunitense. Ecco come l’S&P 500 si confronta con l’indice MSCI All-World Ex US dal 1990:

performance s&p 500 resto mondo

Mettere tutto il denaro nell’S&P 500 è stata un’ottima strategia. Come sempre, molto dipende da dove inizi. Ma in quasi tutti i periodi degli ultimi 33 anni, è stato molto meglio per gli investitori americani restare a casa e per gli stranieri investire negli Stati Uniti.

Non è solo una questione di scegliere un vincitore. Quando si tratta di gestione del rischio, la diversificazione dovrebbe proteggere dalle perdite. Se hai ben distribuito i tuoi investimenti non dovresti soffrire molto durante i periodi più difficili.

All’inizio del 2022, quando le azioni statunitensi avevano sovraperformato di gran lunga il resto del mondo da decenni ed erano valutati abbondantemente, avrebbe dovuto essere un buon momento per diversificare il portafoglio fuori dagli Stati Uniti. Ma in realtà non è stato così. Il mercato azionario statunitense ha battuto il resto del mondo da quel picco. Mettere il denaro al di fuori degli Stati Uniti non avrebbe fatto molta differenza durante il drawdown dello scorso anno.

performance mercato azionario statunitense europeo globale

Perché diversificare il portafoglio fuori dagli Stati Uniti?

Il caso centrale contro la diversificazione è che quando le cose si mettono male, le correlazioni aumentano e tutto scende insieme. È un’opinione che ha certamente validità, come possono attestare tutti coloro che pensavano di essersi coperti dal rischio di credito subprime statunitense scommettendo su materie prime e mercati emergenti nel 2008. Tuttavia, non è un argomento così forte come sembra.

In un articolo per il Journal of Portfolio Management, Cliff Asness, Antti Ilmanen e Dan Villalon di AQR Management hanno analizzato i dati sui ribassi per 22 paesi diversi dal 1950. La linea punteggiata nel grafico seguente mostra la media dei peggiori rendimenti subiti da ciascun mercato a partire dal momento del crollo. La linea tratteggiata mostra invece il peggior rendimento per un portafoglio globale che include tutti quei 22 paesi nello stesso periodo.

diversificare portafoglio fuori Stati Uniti

Come si può notare, un portafoglio diversificato avrebbe fatto meglio ma non ti avrebbe salvato. La linea arancione mostra il rendimento medio di un portafoglio globale quando ogni paese stava subendo il suo evento peggiore. La valuta di un paese il cui mercato azionario sta crollando tende a indebolirsi, facendo sembrare gli investimenti internazionali molto più forti. Tuttavia, la diversificazione riduce davvero il dolore del drawdown e il tempo necessario per riprendersi.

Sia la teoria finanziaria che il buon senso favoriscono la diversificazione internazionale, che è sostenuta da prove empiriche che sono molto favorevoli a orizzonti più lunghi e per strategie attive. Sarebbe pericoloso estrapolare la sovraperformance post-1990 delle azioni statunitensi, in quanto riflette principalmente l’aumento delle valutazioni relative.

Le valutazioni delle azioni statunitensi

Un altro motivo per prendere sul serio la diversificazione del portafoglio fuori dagli Stati Uniti, è la valutazione. L’economia statunitense ha ottenuto risultati migliori di molti altri in tutto il mondo dal 1990, ma il motivo principale per cui il suo mercato azionario ha dominato è che ha iniziato a farlo quando era a buon mercato.

Il grafico seguente mostra che il resto del mondo (come definito dall’indice MSCI Europe Australasia and Far East, o EAFE) era molto più costoso degli Stati Uniti nel 1990. La situazione ora è ribaltata anche se la valutazione degli Stati Uniti è leggermente diminuita negli ultimi 18 mesi.

valutazioni mercato azionario stati uniti eafe

Nel 1990, sarebbe stata una buona idea ripartire il rischio da un mercato che sembrava troppo costoso investendo un po’ di soldi in uno che sembrava a buon mercato. La stessa logica ora ci porterebbe a investire al di fuori degli Stati Uniti. L’attuale valutazione delle azioni statunitensi potrebbe indicare una potenziale sottoperformance.

Dopo aver registrato un calo di quasi il 34% dal suo massimo alla fine del 2021 al minimo alla fine del 2022, il settore tecnologico – il maggiore responsabile della recente sovraperformance degli Stati Uniti – ha ora recuperato oltre il 50% dai suoi minimi. La logica alla base del sell-off dello scorso anno era che il settore sarebbe stato danneggiato da tassi di interesse più elevati. Ora, con tassi più alti e nessuna prospettiva di tagli nel breve termine, la tecnologia ha quasi recuperato tutte le sue perdite. Ha davvero senso continuare ad accumularsi negli Stati Uniti?

ARTICOLI CORRELATI:

Diversificare con le materie prime

Proteggere il Portafoglio Azionario durante i Crash del mercato: 5 Domande da farsi

Benjamin Graham e i suoi principi di investimento

Cosa fare con i tuoi soldi oggi: gli investimenti nell’era post-pandemica

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario.

Non per scelta ma perché nessuno lo ha mai insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perché se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione.

Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.

RISCHI DI INVESTIMENTO

Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.