L’effetto delle Elezioni Anticipate di Macron sul Mercato Francese

L’annuncio delle elezioni anticipate da parte del presidente Emmanuel Macron ha generato una significativa incertezza nel settore finanziario francese. Dopo anni di sforzi per posizionare Parigi come centro finanziario europeo post-Brexit, le nuove elezioni potrebbero mettere a rischio i progressi fatti. Questo articolo esplorerà l’effetto

Scopri

Come Affrontare la Correlazione Positiva tra Azioni e Obbligazioni

Nel mondo degli investimenti, una delle sfide più significative degli ultimi trent’anni si sta manifestando proprio ora: la forte correlazione positiva tra azioni e obbligazioni. Tradizionalmente, la classica allocazione 60/40 (60% azioni e 40% obbligazioni) ha offerto una diversificazione e una protezione del rischio naturale.

Scopri

L’Influenza del Dot Plot della Fed sui Mercati Finanziari

Quando si parla di trading e investimenti, la parola “Fed” richiama subito l’attenzione. La Federal Reserve, la banca centrale degli Stati Uniti, è un’istituzione che ha il potere di influenzare i mercati finanziari globali con le sue decisioni. Tra gli strumenti di comunicazione della Fed,

Scopri

La fallacia narrativa: le storie muovono i mercati

Essendo umani, comprendiamo fatti ed eventi attraverso delle storie. Idee e concetti vengono assimilati più facilmente se vengono messi insieme in una narrazione esplicativa. Ciò può portarci alla “fallacia narrativa“. Il termine è stato reso celebre da Nassim Nicholas Taleb e si riferisce alla difficoltà che tutti noi abbiamo nel percepire fatti ed eventi in modo diverso una volta che abbiamo iniziato a spiegarli secondo una narrazione. Se lo scenario originale che abbiamo elaborato è sbagliato, può portarci fuori strada. Possiamo sposare una narrativa a tal punto da diventare ciechi di fronte alle prove contro di essa, un concetto noto come “pregiudizio di conferma“. In questo post andremo a spiegare perché la fallacia narrativa può essere pericolosa anche sui mercati.

Cos’è la fallacia narrativa?

Noi umani adoriamo le storie. Amiamo anche l’idea di causa ed effetto, ed è per questo che creiamo narrazioni per spiegare e giustificare il modo in cui siamo, le cose che facciamo e vediamo. Può essere difficile resistere alla tentazione di creare un retroscena accurato ma impreciso. Tuttavia, è bene essere consapevoli dei rischi.

La fallacia narrativa descrive ciò che accade quando una persona mette una serie di circostanze, avvenimenti o eventi della vita in un ordine logico in modo da poterla elaborare più facilmente. È una funzione importante che ci aiuta ad affrontare la vita di tutti i giorni. Ma di tanto in tanto le storie lineari di causa ed effetto che creiamo non ci aiutano a dare un senso al mondo, ma anzi lo distorcono. Il mondo a cui cerchiamo di dare un senso in maniera ordinata e logica è in realtà molto complesso.

Il fatto è che siamo circondati da così tante informazioni che il nostro cervello è costretto a mettere le cose in una sorta di ordine per elaborare tutto e cercare di capire il mondo. Ma a volte questo tipo di ordinamento istintivo dei fatti ci fa commettere degli errori.

“L’errore narrativo si rivolge alla nostra limitata capacità di guardare sequenze di fatti senza intrecciare una spiegazione in esse o, equivalentemente, forzare un collegamento logico e una relazione su di esse. Le spiegazioni legano insieme i fatti. Li rendono più facili da ricordare; li aiutano ad avere più senso. Dove questa propensione può andare storta è quando aumenta la nostra impressione di comprensione.”

Nassim Nicholas Taleb

Le narrative ci danno ragioni profonde ed emotivamente potenti per la nostra comprensione della realtà e possono persino farci pensare di poter prevedere il futuro. La fallacia narrativa può attirarci nella falsa convinzione che causa ed effetto siano stati all’opera. Quando questo succede stiamo completamente dimenticando di includere fattori del mondo reale come coincidenze, fortuna, opportunismo e ottimo tempismo. Accorciamo, semplifichiamo e compattiamo le nostre storie e, ogni volta che le raccontiamo, ignoriamo i fastidiosi dettagli che non combaciano del tutto, quelli che avrebbero portato a un risultato diverso.

La fallacia narrativa sui mercati

La fallacia narrativa è particolarmente pericolosa anche sui mercati. In momenti di incertezza desideriamo il conforto di una buona storia. Questo è il motivo per cui ci siamo aggrappati con entusiasmo a diverse storie in pochi mesi. Ecco le maggiori narrative di mercato che hanno guadagnato terreno nei primi cinque mesi del 2023:

  • Atterraggio duro e recessione;
  • Atterraggio morbido;
  • Nessun atterraggio, accelerazione;
  • Riapertura della Cina e boom dei consumi;
  • Boom inflazionistico in Germania e in Europa;
  • La crisi delle banche regionali negli Stati Uniti e la fine dell’egemonia statunitense;
  • Tagli dei tassi della Fed a luglio;
  • I tagli alla produzione dell’OPEC riporteranno il petrolio ai massimi;
  • Gli Stati Uniti andranno in default;
  • Recessione in Germania e picco dell’inflazione;
  • L’intelligenza artificiale ci salverà o ci ucciderà tutti;
  • Rallentamento della Cina;
  • Aumento dei tassi della Fed a luglio.

Nessuna di queste narrazioni deve essere vera per muovere i mercati. Basta che le persone ci credano. E più una narrazione comporta conflitti più è allettante. Quando una narrazione crolla, ciò ha un effetto anche se essa non è mai stata fondata.

Continuiamo a vivere in un momento altamente incerto per l’economia globale. Con l’inizio di giugno abbiamo ricevuto una serie confusa e contraddittoria di dati macroeconomici provenienti da tutto il mondo. Il rapporto sull’occupazione di maggio per gli Stati Uniti è stato più forte del previsto, ma la crescita dei salari non è stata così rapida. Gli ultimi numeri della Cina sembrano decisamente contraddittori e così via.

Qualunque sia la tua analisi degli eventi e dei dati di mercato attuali, puoi probabilmente trovare qualche motivazione per mantenere la tua visione attuale. Ma fai attenzione a non innamorarti di un’idea, soprattutto se è sponsorizzata dalle testate giornalistiche.

ARTICOLI CORRELATI:

Dal ‘soft landing’ al ‘no landing’ dell’economia

Soft landing: cos’è e perché la Fed non riuscirà a evitare una recessione?

Produzione di Petrolio tagliata di 1 Milione di barili al giorno dall’OPEC+

Rally azioni cinesi: scommesse su riapertura e uscita dal Covid zero

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario.

Non per scelta ma perché nessuno lo ha mai insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perché se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione.

Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.

RISCHI DI INVESTIMENTO

Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.