Cosa fa muovere i mercati? Sintesi Macro – Settimana 4

Wall Street ha ignorato le prospettive deludenti di alcune delle più grandi società tecnologiche del mondo, spingendo le azioni al rialzo sulla speculazione di piccoli aumenti dei tassi della Federal Reserve mentre l’inflazione mostra segni di allentamento. Il Nasdaq ha registrato la sua settimana migliore

Scopri

Gli haircut e la prociclicità del Repo Market

Nei precedenti articoli abbiamo parlato di alcuni aspetti generali che caratterizzano il repo market e della parte più interessante delle transazioni che avvengono al suo interno, ovvero il collaterale. In questo post espanderemo l’argomento parlando di haircut e di prociclicità.

In che modo le parti si assicurano di avere abbastanza collaterale?

Per stabilire un repo, il primo passo è la selezione del collaterale. Le garanzie che hanno ottime caratteristiche di liquidità sono considerate le migliori poiché il loro valore è intrinsecamente più stabile. Ciò lo rende quindi più facili da vendere a un valore prevedibile in caso di inadempimento del venditore nell’accordo repo.

Il tipo di asset che si avvicina di più a questo paradigma, ed è in effetti il ​​tipo di garanzia più comunemente utilizzato nel mercato dei pronti contro termine, è un’obbligazione emessa da un governo centrale.

Qualunque sia il collaterale accettato, gli acquirenti devono quindi anticipare potenziali problemi nella liquidazione della garanzia in caso di inadempimento, possibilmente durante un episodio di stress del mercato. Per fare questo, gli acquirenti applicano un aggiustamento del rischio al valore di mercato del collaterale sotto forma di haircut o margine iniziale.

Una volta concordati i termini di un repo, entrambe le parti dovrebbero rivalutare il valore del collaterale frequentemente. Quando il valore della garanzia scende, l’acquirente richiede al venditore un margine di variazione per riequilibrare contanti e garanzie e viceversa.

Cos’è un haircut?

Un haircut è la differenza tra il valore di mercato iniziale di un asset usato come garanzia e il prezzo di acquisto pagato per tale asset all’inizio di un repo. Il margine iniziale ha una funzione analoga a un haircut. La differenza tra i due è solo una questione di espressione. L’haircut è espresso come percentuale di detrazione dal valore di mercato del collaterale (ad esempio il 2%), mentre il margine iniziale è il valore di mercato iniziale della garanzia espresso come percentuale del prezzo di acquisto (ad esempio il 105%) o come rapporto semplice (105:100).

L’haircut deve riflettere la potenziale perdita di valore dovuta a fattori come la volatilità dei prezzi, il probabile costo della liquidazione del collaterale a seguito di inadempimento e la possibilità che l’emittente della garanzia sia inadempiente.

Molte parti tengono anche conto del rischio di credito delle loro controparti, ma questo probabilmente riflette le differenze nel potere commerciale delle parti con credit rating diversi.

La prociclicità

Per prociclicità si intende la propensione ad amplificare i cicli finanziari. I decisori politici e le autorità di regolamentazione hanno espresso preoccupazione sull’aumento degli haircut e dei margini iniziali richiesti dagli acquirenti nel repo market in risposta al deterioramento ciclico delle condizioni di credito e di liquidità del mercato.

Sebbene l’aumento degli haircut in condizioni di stress sia razionale per le singole parti, può aggravare il problema per l’intero mercato nel complesso. Al contrario, le riduzioni degli haircut e dei margini iniziali in risposta a un miglioramento ciclico delle condizioni di credito e di liquidità possono alimentare l’esuberanza del mercato.

La dinamica che guida la prociclicità è una spirale valutazione-haircut. In un ciclo discendente, gli haircut possono essere aumentati in risposta a una perdita di fiducia. Agendo come moltiplicatore di credito al contrario, l’aumento degli haircut riduce la liquidità degli utenti del mercato, che vendono le attività per rispondere alla variazione dei margini. La vendita di asset a sua volta riduce il valore delle garanzie e aumenta il loro rischio, causando eventualmente un nuovo aumento degli haircut e la variazione dei margini per i mutuatari e così via.

In un ciclo ascendente, la riduzione degli haircut in risposta alla crescente fiducia migliora la liquidità degli utenti del mercato, che sono quindi più propensi ad acquistare asset. Gli acquisti di attività aumentano il loro valore riducendo anche il rischio delle garanzie. Tutto ciò porta ad una diminuzione ulteriore degli haircut e dei margini iniziali che genera richieste di variazione di margine a favore dei mutuatari.

Il ruolo degli haircut durante la crisi finanziaria del 2008

Uno degli studi accademici più influenti nel dibattito sul ruolo degli haircut e il loro impatto sulla prociclicità è stato quello di Gorton e Metrick, che hanno sostenuto che la crisi finanziaria del 2007-2008 è stata accelerata da una “corsa al repo market”. Il repo market infatti ha giocato un ruolo fondamentale per il mercato delle cartolarizzazioni bancarie, ovvero l’attività di “impacchettamento” e rivendita di prestiti, mutui ecc…

L’aumento degli haircut in risposta al cambio di sentiment ha ridotto il valore delle garanzie collaterali a tal punto da imporre un massiccio deleveraging nel sistema finanziario. Le parti coinvolte hanno visto l’imposizione di margini sempre più elevati e sono state costrette a liquidare asset visto che non potevano accedere ai finanziamenti nel repo market. La conseguente svendita ha aggravato la crisi.

Oltre agli haircut e ai margini iniziali, sono importanti anche molte altre condizioni di credito per determinare l’effettiva offerta di leva finanziaria ai partecipanti al mercato. Per controllare il rischio di credito, gli utenti del repo market riducono o tagliano i finanziamenti o abbreviano la durata dei prestiti. Ci sono prove che suggeriscono che una contrazione dei limiti di credito e dei termini è spesso la prima linea di difesa. Laddove gli haircut e i margini iniziali sono stati aumentati durante la crisi, questo variava considerevolmente tra strumenti finanziari, linee di business e tipo di controparte.

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario.

Non per scelta ma perché nessuno lo ha mai insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perché se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione.

Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.

RISCHI DI INVESTIMENTO

Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.