Il bear market delle criptovalute

Sebbene esistano alcune letture favorevoli in alcuni indicatori tecnici e di sentiment on-chain, l’ambiente macro rimane un ostacolo significativo per le criptovalute. Piuttosto che segnalare un bottom, molte di queste metriche stanno forse confermando il bear market delle criptovalute. Da qui, è probabile che eventuali rally avranno vita breve poiché semplicemente non saranno supportati dall’ambiente macro.

Il bear market delle criptovalute

Negli ultimi giorni abbiamo visto circa 265.770 trader e investitori di criptovalute venire completamente liquidati, con circa 1,26 miliardi di dollari di capitale distrutto. Sfortunatamente, questo è quello a cui si va incontro detenendo un asset speculativo e ad alto beta durante una flessione del ciclo di liquidità e crescita.

L’attuale drawdown di Bitcoin dal suo massimo storico di novembre è ora di circa il 70%. Come possiamo vedere dal grafico seguente, i bear market di Bitcoin hanno visto i prezzi scendere dal 70% al 90%. La storia ci dice quindi che potrebbero esserci ulteriori perdite.

il bear market delle criptovalute

Attualmente stiamo assistendo al vero capitalismo al lavoro all’interno dello spazio crittografico. I licenziamenti (come visto da BlockFi che taglia il personale del 20% e Coinbase che ha intenzione di ridurre la sua forza lavoro del 18%), la scomparsa di LUNA e il deterioramento degli investimenti venture capital sono alcuni esempi del dolore in atto nel mercato. Sebbene questi sviluppi dovrebbero portare a un futuro più luminoso, è probabile che le cose peggiorino prima di migliorare.

Gli aspetti tecnici

Guardando il quadro tecnico, possiamo vedere chiaramente un grafico che sembra voler scendere. Anche se probabilmente troveremo supporto intorno ai $ 20.000, un’area che coincide sia con i massimi del ciclo precedente alla fine del 2017 che con la media mobile a 200 periodi, il prezzo potrebbe scendere ulteriormente.

Per Bitcoin, la media mobile a 200 settimane è stata un’importante area di supporto negli ultimi anni. In effetti, questa media mobile ha agito da supporto per i minimi finali del precedente bear market delle crypto tra la fine del 2018 e l’inizio del 2019, nonché durante il crollo di marzo 2020.

Il bear market delle criptovalute

Per Ethereum, il quadro tecnico è più o meno lo stesso. Il prezzo sta flirtando con la media mobile a 200 settimane intorno a $ 1.250, un livello che coincide anche con il massimo del ciclo precedente di gennaio 2018. Pertanto, è probabile che questo livello agirà da supporto a breve termine. Tuttavia, possiamo notare che la media mobile a 200 settimane non ha uno storico significativo per Ethereum.

Il bear market delle criptovalute

Il contesto macro

Da una prospettiva macro, i mercati delle criptovalute continuano a comportarsi come asset ad alto beta e stanno avendo lo stesso andamento del rapporto high beta/low beta. L’ultimo movimento al ribasso è in gran parte in linea con quanto dovremmo aspettarci data la flessione del ciclo di crescita e le prospettive di liquidità.

il bear market delle criptovalute

Il rapporto di forza relativa tra Bitcoin e l’S&P500 ha rotto al ribasso…

Bitcoin rispetto al mercato azionario

Bitcoin sta continuando a sottoperformare anche le commodities.

Bitcoin rispetto alle materie prime

Sembra che voglia scendere anche rispetto alle obbligazioni.

Bitcoin rispetto alle obbligazioni

In quanto asset di rischio, gli investitori devono adeguare le proprie aspettative e comprendere come si comportano le criptovalute durante le flessioni del ciclo di liquidità. Ancora una volta, entrambi suggeriscono agli investitori di rimanere per il momento sottoesposti a tali asset. Anche la stagionalità sta confermando questo messaggio. Il periodo da giugno a settembre tende ad essere il meno favorevole per le criptovalute.

La stagionalità di Bitcoin

Il sentiment

Dal punto di vista del sentiment, le criptovalute sono odiate come non mai. Sebbene questo possa essere visto come un segnale di acquisto contrarian, gli indicatori del sentiment all’interno dei mercati delle criptovalute tendono a mostrare un livello intrinseco di slancio incorporato. In altre parole, le letture estreme al rialzo del sentiment tendono a rimanere elevate per lunghi periodi e precedono prezzi più alti. Viceversa, le letture al ribasso tendono a precedere prezzi più bassi nel breve termine. Gli attuali livelli del Crypto Fear & Greed Index stanno confermando il bear market delle criptovalute piuttosto che fornire un segnale contrarian.

il bear market delle criptovalute

Cosa dice il mercato dei futures?

Guardando ora ai futures, ciò che è interessante è che mentre l’ultimo flush out ha visto un significativo rallentamento nell’open interest dei futures per BTC, esso continua a rimane più alto rispetto ai minimi osservati a metà 2021.

Il fatto che l’open interest di Ethereum sia ora tornato ai minimi di metà 2021 conferma in qualche modo l’idea che gran parte della leva finanziaria sia svanita. Questa significativa riduzione della leva finanziaria all’interno dell’ecosistema crittografico dovrebbe aiutare a stabilire lentamente un minimo in futuro.

Abbiamo anche assistito al livello più elevato di liquidazioni long (in termini di dollari) nei mercati dei derivati ​​BTC dal sell-off del secondo trimestre 2021. Ciò conferma ancora una volta la riduzione della leva.

Alcune metriche on-chain

Se passiamo ora ad alcune delle metriche on-chain per Bitcoin e lo spazio crittografico, continuiamo a vedere molti indicatori che lentamente ma inesorabilmente raggiungono livelli indicativi di eccellenti opportunità di acquisto a lungo termine in passato. Tuttavia, molte di queste metriche possono continuare a spostarsi più in basso o rimanere soppresse per lunghi periodi.

A partire da diverse metriche on-chain che misurano la capitolazione e la redditività dei detentori di criptovalute, in particolare il rapporto Net Unrealized Profit/Loss (NUPL) per BTC, possiamo vedere che l’ultimo drawdown ha spinto questo rapporto al livello più basso da marzo 2020. Chiaramente, molti detentori stanno soffrendo perdite su gran parte delle loro partecipazioni in criptovalute.

Un’altra misura popolare della redditività è il rapporto tra valore di mercato e valore realizzato (MVRV), che ancora una volta funge da proxy per la posizione media di profitto o perdita degli investitori. Il rapporto MVRV si avvicina ai livelli di marzo 2020. Ancora una volta, è importante ricordare che i cicli passati hanno visto tali misure rimanere a livelli depressi per molti mesi.

In termini di attività di rete, ciò che è incoraggiante per la fattibilità a lungo termine delle criptovalute come asset class funzionale è il modo in cui continuiamo a vedere aumentare il numero di indirizzi di rete totali anche se il prezzo è in caduta libera.

ARTICOLI CORRELATI:

Il Monerun di Monero

Il crollo TerraUSD rappresenta davvero la fine delle stablecoin algoritmiche?

Terra Luna e UST: il ruolo degli exchange

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario.

Non per scelta ma perché nessuno lo ha mai insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perché se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione.

Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.

RISCHI DI INVESTIMENTO

Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.