Il tetto al prezzo del petrolio russo del G7

Il G7 vuole esplorare dei modi per fissare un tetto al prezzo del petrolio russo. I paesi del Gruppo si sono proposti di vietare tutti i servizi che consentono il trasporto di petrolio russo a livello globale, a meno che non venga acquistato a un

Scopri

L’accordo UE sull’embargo del petrolio russo

I leader dell’UE hanno trovato l’accordo sull’embargo del petrolio russo. Nell’ultimo round di sanzioni alla Russia, i responsabili politici dell’Unione Europea hanno deciso di perseguire il divieto della maggior parte delle importazioni. La decisione sta aiutando il petrolio a dirigersi verso la più lunga serie

Scopri

Price cap sul petrolio russo: l’UE considera un intervallo tra 65-70 $

L’Unione Europea sta discutendo un price cap al prezzo del petrolio russo tra i 65 e i 70 dollari al barile, un livello più generoso di quanto molti si aspettassero quando il G-7 propose per la prima volta l’idea. Il range è ben al di sopra del costo di produzione della Russia e superiore a quanto richiesto da alcuni paesi. Poiché la Russia sta già vendendo il suo greggio a prezzi scontati, un limite di prezzo elevato potrebbe avere un impatto minimo sul commercio russo.

Dopo mesi di discussioni sul price cap, che è stato inizialmente promosso dagli Stati Uniti, le nazioni del G-7 dovrebbero stabilirsi su una cifra compresa tra $ 65 e $ 70. Tuttavia, diversi diplomatici dell’UE hanno affermato che il livello proposto è troppo alto. Il limite ha bisogno del sostegno di tutti gli Stati membri per essere approvato.

Il petrolio russo attualmente viene scambiato con uno sconto significativo rispetto al Brent. Se il price cap del G-7 per il petrolio russo fosse fissato al livello proposto, non farebbe molto per danneggiare la Russia.

discount petrolio russo brent

I funzionari hanno informato i giornalisti che il cap potrebbe essere rivisto ogni pochi mesi, ma dovrebbe rimanere al di sopra del prezzo di produzione.

Prima della decisione dell’UE, l’Office of Foreign Assets Control del Tesoro, che sovrintende alla politica delle sanzioni statunitensi, ha emesso una guida aggiornata del settore facile da seguire, in modo che il petrolio russo possa continuare a fluire sul mercato. Anche l’UE ha redatto la propria guida, che ricalca ampiamente quella statunitense.

Il mercato petrolifero sta osservando da vicino il potenziale impatto delle sanzioni sulle esportazioni della Russia e la misura in cui potrebbero ridurre le vendite della nazione. Il future del petrolio ieri è sceso di quasi il 4% e si trova ora intorno ai 70 $.

price cap petrolio russo

Gli obiettivi del price cap sul petrolio russo

Gli obiettivi del tetto massimo sono sempre stati ambigui. Gli Stati Uniti volevano tagliare le entrate di Mosca assicurandosi che il petrolio russo continuasse a fluire. Le sanzioni dell’UE inizialmente erano maggiormente focalizzate sulla riduzione delle entrate.

Il risultato del limite negoziato è stato quello di attenuare l’impatto delle imminenti sanzioni dell’UE. Per compensare le falle del piano, un gruppo di paesi dell’UE, tra cui la Polonia e gli Stati baltici, sta spingendo per un nuovo pacchetto di sanzioni dell’UE contro la Russia il prima possibile.

Il limite di prezzo vieterebbe alle compagnie di fornire spedizioni e servizi, come assicurazioni, intermediazione e assistenza finanziaria, necessari per trasportare il petrolio russo in qualsiasi parte del mondo, a meno che il petrolio non venga venduto al di sotto della soglia concordata.

Le proposte dell’UE

L’ultima proposta alleggerisce diversi elementi che erano stati stabiliti nel più recente pacchetto di sanzioni del blocco, compresi quelli che avrebbero potuto imporre restrizioni a tempo indeterminato alle navi che trasportavano petrolio russo al di sopra del price cap. Le sanzioni su quelle navi sarebbero ora limitate a un periodo di 90 giorni e si applicherebbero solo al petrolio russo.

Il blocco ha anche proposto di aggiungere una transizione di 45 giorni all’introduzione del limite. Il periodo di grazia proposto si applicherebbe al petrolio caricato prima del 5 dicembre – data in cui dovrebbero entrare in vigore le sanzioni petrolifere – e scaricato entro il 19 gennaio, allineando l’UE a una clausola precedentemente annunciata da Stati Uniti e Regno Unito.

La maggior parte delle nazioni del G-7 prevedono di interrompere l’importazione di greggio russo quest’anno. Le disposizioni per i prodotti petroliferi raffinati, compreso un limite a tali prezzi, dovrebbero entrare in vigore a febbraio.

Il pice cap sul petrolio russo può funzionare?

Non vi è alcuna garanzia che la Russia accetti di spedire petrolio a prezzi limitati. Putin potrebbe pensare che tenere il petrolio russo fuori dal mercato per un po’ danneggerebbe di più le economie dell’Europa e del Nord America piuttosto che la sua.

La Russia ha precedentemente affermato che non fornirà petrolio, prodotti raffinati o gas a nessuna nazione che introdurrà limiti di prezzo e che il petrolio russo troverà mercati alternativi. Sta già creando un’alternativa ai club P&I, offrendo assicurazioni attraverso la Russian National Reinsurance Company. Alla fine di settembre, ci sono state segnalazioni di alcune spedizioni di petrolio russo in India assicurate tramite compagnie russe.

Il price cap può essere incredibilmente redditizio per le imprese cinesi e indiane e utile per combattere l’inflazione. Tuttavia, ci sono considerazioni più ampie per Pechino e Nuova Delhi, come la loro relazione a lungo termine con Mosca. I due paesi potrebbero accettare di sottoscrivere un’assicurazione russa inferiore piuttosto che sentirsi dire quanto pagare per un prodotto chiave, anche se si trattasse di un prezzo attraente.

Durante una visita in India ad agosto, il vice segretario al Tesoro degli Stati Uniti ha affermato che la coalizione per l’attuazione di un tetto massimo per il prezzo del petrolio russo si è allargata e un certo numero di paesi si è unito, pur rifiutandosi di nominarli. I funzionari statunitensi hanno affermato che, anche se paesi come l’India non si uniscono formalmente alla coalizione, possono utilizzare la trasparenza di un prezzo massimo basso per negoziare un accordo migliore con la Russia.

ARTICOLI CORRELATI:

Il tetto al prezzo del petrolio russo del G7

L’accordo UE sull’embargo del petrolio russo

Le alternative dell’Europa al gas russo

Il rilascio delle riserve di petrolio non limiterà i rischi al rialzo

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario.

Non per scelta ma perché nessuno lo ha mai insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perché se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione.

Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.

RISCHI DI INVESTIMENTO

Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.

Cookie Policy