Bitcoin sopra i 60.000 dollari: flussi record negli ETF Spot

Bitcoin ha superato i 60.000 dollari e si trova ora ad un passo dal suo massimo storico. I guadagni della criptovaluta più grande del mondo hanno alimentato un ampio rally delle crypto. Cosa c’è dietro all’ultima “mania digitale”? Inizierei col dire che adesso è chiaro

Scopri

Apple abbandona l’auto elettrica: una scelta saggia?

Martedì è arrivata una notizia bomba da parte di Apple: il progetto multimiliardario Project Titan verrà abbandonato. Apple ha annullato lo sforzo decennale per costruire la sua auto elettrica, allontanandosi da uno dei progetti più ambiziosi nella sua storia. La decisione rivelata internamente ha sorpreso

Scopri

Ecco come Wall Street sta usando l’intelligenza artificiale

L’interesse per l’intelligenza artificiale si è diffuso anche a Wall Street. Le grandi banche non vogliono rimanere indietro nella corsa all’IA: circa il 40% di tutte le posizioni lavorative aperte riguardano ruoli legati all’intelligenza artificiale. JPMorgan è in prima linea. La più grande banca statunitense

Scopri

La regola di Sahm: cos’è e perché questa volta potrebbe non funzionare?

La regola di Sahm sostiene che l’economia tende a entrare in recessione quando la media mobile trimestrale del tasso di disoccupazione aumenta di 0,5 punti percentuali rispetto al minimo dei 12 mesi precedenti.

Nata nel 2019 da uno studio dell’economista della Federal Reserve Claudia Sahm, la formula a variabile singola è quanto di più vicino ci sia a un monitoraggio in tempo reale della recessione. Il Business Cycle Committee del National Bureau of Economic Research, ufficialmente incaricato di determinare l’inizio e la fine di una recessione, considera almeno una mezza dozzina di indicatori e in genere impiega circa un anno per dichiarare una recessione.

Mentre gli Stati Uniti continuano a sfidare le previsioni di una recessione, Claudia Sahm pensa che questa volta la sua regola omonima potrebbe fallire. Sahm fa parte di un piccolo ma crescente gruppo di economisti che crede che gli Stati Uniti potrebbero evitare una recessione anche se la disoccupazione dovesse aumentare modestamente. Un articolo che ha pubblicato a dicembre nella sua newsletter era intitolato “I Created a Monster”, “Ho creato un mostro”. “La regola di Sahm è una regolarità empirica. Non è una proposta e nemmeno una legge di natura”, si legge nella newsletter.

Nonostante alcuni segnali che il mercato del lavoro si sta raffreddando, a giugno l’indicatore di Sahm non era neanche lontanamente vicino alla soglia che indica una recessione.

regola di Sahm indicatore recessione

La media mobile trimestrale del tasso di disoccupazione è aumentata di soli 0,1 punti percentuali rispetto al minimo dei 12 mesi precedenti, lontano dalla soglia di 0,5 che indica una recessione.

Le regole sono fatte per essere infrante

Se la regola di Sahm dovesse rompersi questa volta, l’ex economista della Fed sarebbe contenta. Sahm sostiene che la Fed riuscirà a raggiungere un atterraggio morbido. “Non sono assolutamente d’accordo con l’affermazione secondo cui abbiamo bisogno di una recessione per ridurre l’inflazione”, afferma Sahm. “Potremmo finire con una recessione perché la Fed ci sta davvero andando incontro, e una recessione probabilmente ridurrebbe l’inflazione, ma non vedo un argomento sufficientemente valido sul perché dovremmo semplicemente aspettarci una recessione”.

Sahm ha affermato che se l’assioma dovesse crollare, il momento economico attuale sarebbe quello giusto. I consumatori sono seduti su pile di risparmi che potrebbero aiutare a sostenere la spesa della classe media anche attraverso alcune perdite di posti di lavoro. “Quante cose durante la pandemia sono diverse da qualsiasi cosa tu abbia mai visto o avresti potuto immaginare? Ho un lungo elenco lungo un miglio”, ha detto Sahm.

Per gli economisti è il momento di essere umili

Sahm dice che non c’è mai stato un momento più urgente per gli economisti di essere umili. Si potrebbe davvero definire umiliante l’incredibile serie di errori dei meteorologi dell’economia negli ultimi anni.

“Chiunque sia un macroeconomista, me compresa, ha commesso degli errori molto grandi pensando all’economia da quando è arrivata la pandemia”, afferma. “Il mondo è si è capovolto, non ha senso.”

Sahm prevede che, come la crisi dell’inflazione negli Stati Uniti tra la fine degli anni ’70 e l’inizio degli anni ’80, anche questo periodo susciterà anni di introspezione tra gli economisti. “Non so cosa succederà, ma chiaramente ci saranno grandi discussioni”, ha detto. “Mi aspetto che vengano scritti molti articoli e libri, e uno dirà qualcosa di totalmente diverso dall’altro”.

Poiché i dibattiti sulla politica economica, una volta confinati ai documenti di ricerca accademici o alle pagine editoriali dei principali quotidiani, si sono riversati su Twitter e Substack, le opinioni sono diventate più polarizzate e la discussione si è fatta più aggressiva. Ciò è stato particolarmente evidente nello scontro tra coloro che pensano sia possibile placare l’inflazione senza danneggiare il mercato del lavoro e coloro che pensano che sia un sogno.

“È quasi come se i macroeconomisti arrabbiati avessero bisogno del proprio Twitter”, afferma Sahm, che recentemente è tornata sulla piattaforma dei social media dopo un paio di mesi di pausa, ma solo per condividere il suo lavoro piuttosto che impegnarsi in dibattiti.

La disoccupazione aumenta lentamente e sostanzialmente durante le recessioni

Storicamente, dopo l’attivazione della regola Sahm, la disoccupazione ha continuato a salire. Anche nella più lieve delle recessioni, come quella del 2001, la disoccupazione è aumentata di due punti percentuali rispetto al minimo pre-recessione. La recessione del Covid rappresenta un chiaro valore anomalo. Il tasso di disoccupazione è salito alla velocità della luce durante il lockdown e ha iniziato a diminuire rapidamente in pochi mesi.

Le recessioni sono sempre negative. Milioni di lavoratori perdono il lavoro. E altri milioni perdono opportunità di lavoro e stipendi più alti. In modo schiacciante, la recessione fa più male a chi ha meno.

tasso disoccupazione durante recessioni
ARTICOLI CORRELATI:

La relazione tra disoccupazione e recessione

La Fed non può domare l’inflazione senza causare una recessione, afferma uno studio

Le tipologie di disoccupazione

Il tasso di disoccupazione sottostima i disoccupati

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario.

Non per scelta ma perché nessuno lo ha mai insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perché se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione.

Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.

RISCHI DI INVESTIMENTO

Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.