Come Affrontare la Correlazione Positiva tra Azioni e Obbligazioni

Nel mondo degli investimenti, una delle sfide più significative degli ultimi trent’anni si sta manifestando proprio ora: la forte correlazione positiva tra azioni e obbligazioni. Tradizionalmente, la classica allocazione 60/40 (60% azioni e 40% obbligazioni) ha offerto una diversificazione e una protezione del rischio naturale.

Scopri

L’Influenza del Dot Plot della Fed sui Mercati Finanziari

Quando si parla di trading e investimenti, la parola “Fed” richiama subito l’attenzione. La Federal Reserve, la banca centrale degli Stati Uniti, è un’istituzione che ha il potere di influenzare i mercati finanziari globali con le sue decisioni. Tra gli strumenti di comunicazione della Fed,

Scopri

XRP di Ripple sale dell’8% dopo l’ultima svolta nella causa della SEC

XRP, il token nativo dell’ecosistema blockchain di Ripple, è balzato dell’8,6% dopo che gli investitori hanno interpretato una sentenza del tribunale come favorevole per la società crittografica. XRP è la sesta criptovaluta più grande del mondo, con un valore di mercato di circa $ 24 miliardi, secondo i dati di CoinGecko.

La Securities and Exchange Commission (SEC) ha fatto causa a Ripple nel 2020, sostenendo che la società non aveva registrato XRP come security. Il caso è emblematico dell’argomento della SEC secondo cui la maggior parte dei token sono titoli.

La causa Ripple-SEC è ancora in corso e il risultato finale potrebbe avere importanti implicazioni per la regolamentazione statunitense sugli asset digitali.

Nell’ambito del caso, un giudice ha negato la mozione dell’agenzia per sigillare i documenti relativi a un discorso del 2018 dell’ex funzionario della SEC William Hinman, in cui discuteva l’applicazione delle leggi federali sui titoli agli asset digitali.

La SEC ha intensificato un giro di vite sulle criptovalute dopo la disfatta del mercato del 2022 e una serie di fallimenti innescati dal crollo di FTX. Il presidente della SEC Gary Gensler ha affermato in precedenza che il settore “si è sviluppato attorno alla non conformità”.

Il CEO di Ripple si aspetta una decisione sulla causa XRP della SEC quest’anno

L’amministratore delegato di Ripple, Brad Garlinghouse, ha dichiarato che si aspetta una decisione nel caso della SEC quest’anno e che il risultato sarà fondamentale per l’intero settore.

Il recente aumento delle azioni esecutive sulle criptovalute da parte della SEC sta mantenendo gli Stati Uniti indietro rispetto ad altri paesi in termini di regolamentazione produttiva delle criptovalute, ha affermato il CEO di Ripple.

L’autorità di regolamentazione sostiene che Ripple e i suoi massimi dirigenti hanno ingannato gli investitori perché non hanno registrato l’asset digitale come security e non hanno fornito un’adeguata divulgazione.

A settembre, Ripple ha presentato una mozione per cercare di archiviare la causa, sostenendo che il suo token XRP non è un titolo soggetto all’autorità della SEC. Anche la SEC ha chiesto una sentenza a suo favore senza processo. Garlinghouse ha dichiarato che Ripple utilizza XRP per risolvere i problemi relativi ai pagamenti transfrontalieri e che non è un titolo.

Secondo Garlinghouse devono esserci regole più chiare per le criptovalute negli Stati Uniti e quando gli è stato chiesto perché Ripple non ha registrato XRP presso la SEC, ha affermato che non c’era un modo per farlo.

Il G-7 discute della regolamentazione delle criptovalute

Il G-7 ha segnalato il suo impegno ad attuare le prossime norme del Financial Stability Board (FSB) per la regolamentazione delle criptovalute e le raccomandazioni del Fondo monetario internazionale (FMI) sulle valute digitali della banca centrale (CBDC).

I ministri delle finanze e i governatori delle banche centrali del gruppo hanno annunciato di aver discusso della supervisione delle criptovalute durante una riunione a Niigata, in Giappone, prima del vertice del G-7 della prossima settimana.

Il primo ministro giapponese Fumio Kishida, l’ospite del vertice di quest’anno, ha affermato che i leader del G-7 sono pronti a dichiarare il loro sostegno congiunto per regole più severe sulle criptovalute.

L’India, in qualità di presidente del G-20, ha spinto per regole crittografiche coordinate a livello globale. A febbraio, il gruppo ha affermato che le prossime norme crittografiche globali si baseranno su un nuovo documento di sintesi prodotto congiuntamente dall’FMI e dall’FSB.

“Attendiamo con impazienza la finalizzazione da parte dell’FSB delle sue raccomandazioni di alto livello entro luglio 2023”, si legge nell’annuncio. “Ci impegniamo a implementare quadri normativi e di vigilanza efficaci per le attività e i mercati delle criptovalute che siano coerenti con le raccomandazioni e gli standard dell’FSB e le linee guida stabilite dagli SSB (organismi di definizione degli standard).”

Il G-7 sostiene anche gli sforzi della Financial Action Task Force (GAFI) per accelerare l’attuazione globale della sua Travel Rule, che impone la condivisione delle informazioni sui trasferimenti di fondi tra istituzioni finanziarie.

Il G-7, che in precedenza ha affermato che aiuterà le nazioni in via di sviluppo a emettere CBDC, esaminerà le raccomandazioni del FMI sulle CBDC, che saranno pubblicate entro la fine dell’anno.

ARTICOLI CORRELATI:

Lo Zimbabwe introdurrà una valuta digitale sostenuta dall’oro

Il Montenegro collabora con Ripple per sviluppare la sua CBDC

UMU: La Valuta Digitale dell’IMF e i problemi di sovranità monetaria

Binance sotto accusa: le autorità statunitensi fanno tremare il mondo delle criptovalute

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario.

Non per scelta ma perché nessuno lo ha mai insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perché se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione.

Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.

RISCHI DI INVESTIMENTO

Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.