Quanto vale Bitcoin? Le tecniche per dare un prezzo a BTC

La valutazione del Bitcoin può essere difficile in quanto si tratta di una classe di attività distinta rispetto alle normali azioni. Gli approcci di valutazione tradizionali, come i multipli PE e l’analisi basata sugli utili, potrebbero non applicarsi direttamente al Bitcoin. Di conseguenza, investitori e

Scopri

Il crollo di Adani Group cancella 74 miliardi di dollari

Il crollo di Adani Group, scaturito dalle accuse di frode di Hindenburg Research, è entrato nella sua quarta sessione. Nonostante la dimostrazione di sostegno da parte di un investitore chiave, le perdite hanno raggiunto i 74 miliardi di dollari. Le azioni della maggior parte delle

Scopri

Tesla: gli utili del quarto trimestre battono le stime

Tesla ha registrato profitti migliori del previsto nell’ultimo trimestre, anche se ha fornito segnali contrastanti sulle prospettive di crescita delle consegne di veicoli. Gli utili del quarto trimestre di Tesla battono le stime, attestandosi a $ 24,3 miliardi. I margini lordi del settore automobilistico, tuttavia,

Scopri

NYSE: interruzione del trading dopo un problema tecnico

Un’interruzione del trading per alcuni titoli quotati sul NYSE ha fatto venire i brividi a Wall Street poiché dozzine di società ad alta capitalizzazione sembravano cancellare miliardi di dollari di valore di mercato senza una ragione apparente. Il trading è stato interrotto nei primi 30

Scopri
Investire sugli Oscar 2023

Investire sui vincitori agli Oscar 2023

Negli ultimi 10 anni, un investitore che avesse investito nella società pubblica che possedeva il distributore del film vincitore il mese prima della premiazione e avesse venduto un mese dopo, avrebbe avuto un guadagno medio del 7,6%.
Tuttavia, indovinare quale film vincerà è difficile e spesso non c’è modo di investire nella distribuzione del film.
Anche se gli investitori scelgono il film giusto, non c’è garanzia di successo: il 40% delle volte la società pubblica che ha distribuito il film vincitore è rimasta indietro rispetto all’S&P 500.

Scopri

Apple avvierà la produzione interna dei propri display microLED nel 2024

Apple sta pianificando di avviare la produzione interna dei propri display microLED personalizzati nei dispositivi mobili già nel 2024, in uno sforzo per ridurre la sua dipendenza da partner tecnologici come Samsung e LG.

La società inizierà sostituendo il display degli Apple Watch di fascia alta entro la fine del prossimo anno, secondo le persone a conoscenza della questione. Gli schermi aggiornano l’attuale OLED – diodo organico a emissione di luce – standard a una tecnologia chiamata microLED. La società prevede di portare i display su altri dispositivi, incluso l’iPhone.

Le modifiche fanno parte di uno sforzo per sostituire le forniture con parti prodotte internamente, un’impresa che darà all’azienda un maggiore controllo sul design e sulle capacità dei suoi prodotti. Portando gli schermi internamente, Apple potrebbe, a lungo termine, personalizzare meglio i suoi dispositivi e mantenere una presa più forte sulla sua catena di approvvigionamento.

Il gigante della tecnologia ha abbandonato i chip Intel Corp. nei suoi computer Mac a favore di progetti interni e prevede di fare lo stesso con i componenti wireless chiave nei suoi iPhone.

Il piano di Apple di iniziare la produzione interna dei propri display microLED non è una novità. Le testate giornalistiche hanno riferito per la prima volta l’intenzione dell’azienda nel 2018.

Cosa significa per le aziende di display?

La mossa di Apple infliggerà un duro colpo a Samsung Display Co. e LG Display Co., i due principali fornitori degli schermi di Apple Watch.

Le azioni di LG Display sono scese fino al 4,1% dopo la notizia mentre quelle di Samsung Electronics, il produttore di display più avanzato al mondo, hanno ridotto la maggior parte dei guadagni accumulati durante le negoziazioni mattutine a Seoul.

Samsung e LG hanno rifiutato di commentare. Apple rappresenta il 36% delle entrate di LG Display. Samsung, che compete con Apple nel mercato degli smartphone oltre a fungere da fornitore, ottiene circa il 6,6% delle sue vendite dal produttore di iPhone.

L’obiettivo di Apple per il 2024 potrebbe potenzialmente slittare fino al 2025, hanno affermato alcune persone coinvolte nel progetto. L’azienda potrebbe anche offrire solo una fornitura limitata dei nuovi dispositivi per avviare la transizione.

Sebbene Apple abbia progettato i nuovi display e ideato il loro processo di produzione, probabilmente si affiderà a un fornitore esterno per gestire la produzione di massa. La società gestisce una struttura di 62.000 piedi quadrati a Santa Clara, in California, a circa 15 minuti dal quartier generale di Apple Park, dove conduce test di produzione degli schermi. Ha un campus di ricerca e sviluppo simile a Taiwan.

Finora Apple ha dedicato diversi miliardi di dollari allo sforzo, che è considerato uno dei progetti più importanti dell’azienda, insieme ai suoi tentativi di sviluppare un’auto elettrica, un visore per realtà mista e funzionalità sanitarie chiave per i suoi orologi. La società ha speso circa 26 miliardi di dollari in ricerca e sviluppo nel 2022.

Apple produzione interna schermi

I display microLED

I display microLED saranno i primi schermi di Apple progettati e sviluppati interamente. La società attualmente acquista schermi da una serie di produttori, tra cui Japan Display Inc., Sharp Corp. e BOE Technology Group Co., oltre a Samsung e LG.

Il progetto di Apple è guidato da Wei Chen, che gestisce il gruppo di tecnologie di visualizzazione di Apple all’interno della divisione Hardware Technologies. La società ha iniziato a testare i display microLED su un aggiornamento dell’Apple Watch Ultra, il suo nuovo orologio sportivo di fascia alta.

Rispetto agli attuali Apple Watch, i display di nuova generazione sono progettati per offrire colori più luminosi e vivaci e la possibilità di essere visti meglio da diverse angolazioni.

A breve termine, i nuovi display rappresentano i cambiamenti più significativi in ​​​​arrivo su Apple Watch. La società prevede di introdurre nuovi modelli alla fine di quest’anno, ma saranno aggiornamenti modesti incentrati su chip più veloci e aggiornamenti minori dei sensori. Apple non aggiorna il processore principale all’interno del suo orologio da tre anni.

La società ha anche personalizzato i display per il suo auricolare, che utilizzerà una tecnologia simile ai display microLED in arrivo su Apple Watch. Anche se ci vorranno anni prima che Apple passi l’iPhone al microLED, l’azienda prevede di portare la tecnologia OLED sull’iPad con il modello Pro nel 2024.

Lo sforzo per il passaggio al microLED è iniziato nel 2014 quando Apple ha acquistato la startup LuxVue, che ha aperto la strada alla tecnologia. Lo sviluppo degli schermi di Apple era stato guidato dal dirigente veterano Lynn Youngs all’interno della divisione di ingegneria hardware di Apple, ma il lavoro è stato trasferito due anni fa alla competenza di Srouji, che supervisiona il gruppo di chip personalizzati dell’azienda.

ARTICOLI CORRELATI:

Amazon taglierà più di 18.000 posti di lavoro

Tesla: Elon Musk sceglie il suo braccio destro Tom Zhu

ChatGPT: come investire nella rivoluzione dell’intelligenza artificiale

Elon Musk non è più l’uomo più ricco del mondo

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario.

Non per scelta ma perché nessuno lo ha mai insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perché se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione.

Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.

RISCHI DI INVESTIMENTO

Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.