L’effetto delle Elezioni Anticipate di Macron sul Mercato Francese

L’annuncio delle elezioni anticipate da parte del presidente Emmanuel Macron ha generato una significativa incertezza nel settore finanziario francese. Dopo anni di sforzi per posizionare Parigi come centro finanziario europeo post-Brexit, le nuove elezioni potrebbero mettere a rischio i progressi fatti. Questo articolo esplorerà l’effetto

Scopri

Come Affrontare la Correlazione Positiva tra Azioni e Obbligazioni

Nel mondo degli investimenti, una delle sfide più significative degli ultimi trent’anni si sta manifestando proprio ora: la forte correlazione positiva tra azioni e obbligazioni. Tradizionalmente, la classica allocazione 60/40 (60% azioni e 40% obbligazioni) ha offerto una diversificazione e una protezione del rischio naturale.

Scopri

L’Influenza del Dot Plot della Fed sui Mercati Finanziari

Quando si parla di trading e investimenti, la parola “Fed” richiama subito l’attenzione. La Federal Reserve, la banca centrale degli Stati Uniti, è un’istituzione che ha il potere di influenzare i mercati finanziari globali con le sue decisioni. Tra gli strumenti di comunicazione della Fed,

Scopri

Bank Of England: aumento dei tassi a sorpresa di 50 punti base

La Bank of England ha inaspettatamente alzato il suo tasso di interesse di riferimento di mezzo punto percentuale, intensificando la sua lotta contro la peggiore impennata dell’inflazione dagli anni ’80 e avvertendo che potrebbe dover aumentare di nuovo. L’aumento a sorpresa della Bank of England ha portato i tassi di interesse al 5%, il livello più alto in 15 anni.

Il comitato di politica monetaria composto da nove membri ha votato 7-2 per un aumento di 50 punti base, la mossa più grande da febbraio. I mercati avevano scontato solo il 40% di possibilità di un aumento di quell’entità, con la maggior parte degli economisti che prevedeva un aumento di un quarto di punto.

Le due voci dissenzienti nel comitato della BOE hanno sostenuto che gli attuali aumenti dei tassi devono ancora avere un impatto completo sull’economia e che il calo dei prezzi dell’energia spingerà l’inflazione al di sotto dell’obiettivo entro la fine dell’orizzonte di previsione.

I responsabili politici guidati dal governatore Andrew Bailey hanno ribadito le linee guida precedenti che puntavano verso tassi più alti. “L’economia sta andando meglio del previsto, ma l’inflazione è ancora troppo alta e dobbiamo affrontarla”, ha detto Bailey. “Sappiamo che è difficile: molte persone con mutui o prestiti saranno comprensibilmente preoccupate di ciò che questo significherà per loro. Ma se non alziamo i tassi adesso, potrebbe andare peggio in seguito”.

Dopo l’aumento dei tassi a sorpresa della Bank of England, la sterlina ha oscillato tra guadagni e perdite mentre i gilt hanno guadagnato. Gli operatori si sono mossi per scommettere su un altro aumento di 50 punti base entro settembre. I mercati vedono ora 75 punti base di inasprimento nei prossimi due incontri e valutano una probabilità del 30% che il tasso chiave raggiungerà il picco del 6,25% entro febbraio.

aspettative tassi bank of england

Ulteriori aumenti dei tassi in arrivo

La decisione annunciata giovedì suggerisce che i costi di indebitamento del Regno Unito potrebbero continuare a salire per tutta l’estate. La Gran Bretagna rimane un valore anomalo tra le nazioni del G7, con i prezzi al consumo in aumento dell’8,7% a maggio, quattro volte l’obiettivo del 2% della BOE e più del doppio del tasso di inflazione negli Stati Uniti.

Un indicatore dell’inflazione attentamente monitorato dalla BOE si trova al massimo di 31 anni. Sia l’inflazione dei servizi che l’inflazione core sono state più forti del previsto a maggio. Anche i salari hanno continuato a salire più velocemente del previsto. Tutto ciò avviene sullo sfondo di un mercato del lavoro teso e della continua resilienza della domanda.

inflazione regno unito maggio 2023

Un mercato del lavoro più rigido e catene di approvvigionamento compromesse dopo la Brexit significano che la BOE deve affrontare una sfida unica nel contenere l’inflazione rispetto alle sue controparti. Se l’inflazione continua a dimostrarsi ostinatamente elevata, dovremmo aspettarci che i tassi di interesse non solo aumentino ulteriormente, ma rimangano più alti ancora più a lungo.

“Se dovessero esserci prove di pressioni più persistenti, sarebbe necessario un ulteriore inasprimento della politica monetaria”, ha scritto Bailey in una lettera al Cancelliere dello Scacchiere Jeremy Hunt. Nella sua risposta, Hunt ha affermato che l’inflazione elevata è la più grande sfida economica e che la banca centrale ha il pieno sostegno del governo nei suoi sforzi per riportare l’inflazione all’obiettivo.

La tensione nel mercato dei mutui

Per i mutuatari, l’ultima mossa della BOE segnala ulteriori difficoltà. I tassi dei mutui a due anni sono triplicati a oltre il 6% da marzo 2022 e gli esperti avvertono di una “bomba a orologeria” dei mutui poiché le famiglie si rifinanziano a livelli insostenibili.

Con almeno 800.000 mutui fissi che dovrebbero passare a tassi significativamente più alti nella seconda metà di quest’anno, i legislatori di tutto lo spettro politico stanno iniziando a incolpare Bailey e la BOE per non essere riusciti a fermare l’inflazione prima.

Il governo del primo ministro Rishi Sunak sta affrontando richieste per aiutare i mutuatari in difficoltà, ma finora ha resistito per paura di indebolire la BOE.

“L’elevata inflazione è una forza destabilizzante che consuma gli stipendi e rallenta la crescita”, ha affermato Hunt in una dichiarazione separata. “Ridurre l’inflazione è l’unico modo a lungo termine per alleviare la pressione sulle famiglie con mutui”.

Cosa serve per portare l’inflazione all’obiettivo?

“Dobbiamo riportare l’inflazione al suo obiettivo”, ha detto il governatore della Bank of England dopo l’aumento dei tassi a sorpresa. “Per fare ciò non possiamo continuare ad avere il livello attuale sugli aumenti salariali e non possiamo avere aziende che cercano di ricostruire i margini di profitto”, ha affermato. “Quello che direi è che ci aspettiamo che l’inflazione scenda ed è importante che la fissazione dei prezzi e dei salari lo rifletta perché i livelli attuali sono assolutamente insostenibili”, ha continuato Bailey.

Alla domanda se la BOE fosse disposta a provocare una recessione per ridurre l’inflazione, Bailey ha dichiarato: “Non ci aspettiamo né desideriamo una recessione, ma faremo il necessario per ridurre l’inflazione all’obiettivo”.

Ha respinto le critiche secondo cui la BOE aveva agito troppo lentamente. “Abbiamo aumentato il tasso di interesse di quasi il 5% in 18 mesi, quindi abbiamo intrapreso un’azione decisiva”, ha affermato Bailey.

ARTICOLI CORRELATI:

Inflazione a doppia cifra in Regno Unito

L’avvertimento della Bank of England: una recessione è inevitabile!

Inflazione nel Regno Unito al massimo degli ultimi 40 anni

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario.

Non per scelta ma perché nessuno lo ha mai insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perché se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione.

Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.

RISCHI DI INVESTIMENTO

Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.