L’effetto delle Elezioni Anticipate di Macron sul Mercato Francese

L’annuncio delle elezioni anticipate da parte del presidente Emmanuel Macron ha generato una significativa incertezza nel settore finanziario francese. Dopo anni di sforzi per posizionare Parigi come centro finanziario europeo post-Brexit, le nuove elezioni potrebbero mettere a rischio i progressi fatti. Questo articolo esplorerà l’effetto

Scopri

Come Affrontare la Correlazione Positiva tra Azioni e Obbligazioni

Nel mondo degli investimenti, una delle sfide più significative degli ultimi trent’anni si sta manifestando proprio ora: la forte correlazione positiva tra azioni e obbligazioni. Tradizionalmente, la classica allocazione 60/40 (60% azioni e 40% obbligazioni) ha offerto una diversificazione e una protezione del rischio naturale.

Scopri

L’Influenza del Dot Plot della Fed sui Mercati Finanziari

Quando si parla di trading e investimenti, la parola “Fed” richiama subito l’attenzione. La Federal Reserve, la banca centrale degli Stati Uniti, è un’istituzione che ha il potere di influenzare i mercati finanziari globali con le sue decisioni. Tra gli strumenti di comunicazione della Fed,

Scopri

BCE: nessun taglio dei tassi nei prossimi due trimestri

La Banca Centrale Europea ha mantenuto i tassi di interesse invariati per il secondo incontro consecutivo. La presidente della BCE Christine Lagarde ha dichiarato che non ci sarà nessun taglio dei tassi nei prossimi due trimestri.

Come ampiamente previsto, il tasso sui depositi è stato lasciato al record del 4%. Secondo la BCE questo livello sarà abbastanza restrittivo da far tornare l’inflazione al suo obiettivo del 2%. I funzionari, nel frattempo, hanno affermato che intensificheranno la loro uscita dagli stimoli da 1,7 trilioni di euro dell’era della pandemia, accelerando la fine dei reinvestimenti nell’ambito del programma di acquisto di obbligazioni PEPP.

Le nuove proiezioni hanno mostrato un’economia più debole. I rischi per la crescita economica rimangono orientati al ribasso ma i pericoli per i prezzi sono più equilibrati. Nella sua dichiarazione, la BCE ha omesso di affermare che “si prevede che l’inflazione resterà troppo elevata per troppo tempo”, affermando invece che “diminuirà gradualmente nel corso del prossimo anno”.

L’euro si è mantenuto stabile rispetto al dollaro statunitense, mentre i titoli tedeschi hanno marginalmente ridotto i guadagni. Lo spread tra i rendimenti del decennale italiano e quello tedesco è sceso sotto i 170 punti base. Alcuni investitori avevano previsto un’azione più radicale sul PEPP.

La BCE non discute ancora di tagli di tassi

Lasciare invariati i costi di finanziamento rispecchia le decisioni prese il giorno prima dalla Federal Reserve e dalla Bank of England. Ma mentre il presidente della Fed Jerome Powell non ha combattuto le aspettative del mercato sui tagli dei tassi, affermando che le discussioni sull’argomento sono iniziate, la presidente Lagarde si è unita alla BOE nel respingerle.

I politici della BCE non devono accontentarsi del recente calo dell’inflazione. I dati preliminari di novembre hanno previsto un crollo dei prezzi più marcato al 2,4%, molto vicino al target della banca centrale. “Non dovremmo assolutamente abbassare la guardia”, ha detto Lagarde in conferenza stampa. “Non abbiamo discusso affatto di tagli ai tassi”.

Non ci si dovrebbe quindi aspettare alcuna mossa nei prossimi due trimestri, secondo la presidente della BCE. Ma gli operatori hanno modificato solo di poco le loro scommesse sui tagli, vedendo ora un allentamento di 155 punti base rispetto ai circa 160 di inizio sessione. Scontano un taglio già a marzo.

Le scommesse degli investitori su imminenti riduzioni dei tassi di interesse potrebbero essere premature. Lagarde ha citato rischi persistenti al rialzo per i prezzi al consumo che includono la redditività aziendale e le trattative in corso sui salari.

Il ritiro degli stimoli del programma PEPP

Diversi funzionari avevano espresso una preferenza per un’eliminazione anticipata del PEPP, prima che i tassi venissero abbassati. L’annuncio significa che la BCE perde parte della capacità di affrontare le turbolenze nei mercati obbligazionari europei. I reinvestimenti possono essere utilizzati in modo flessibile per acquistare il debito dei paesi più sensibili all’aumento dei costi di finanziamento.

Nella seconda metà dell’anno la BCE intende ridurre il portafoglio PEPP in media di 7,5 miliardi di euro al mese. Interromperà i reinvestimenti alla fine del 2024.

Le previsioni economiche

Le nuove proiezioni trimestrali della BCE mostrano un’economia più debole che ammorbidisce le prospettive per i prezzi al consumo. La BCE prevede un’inflazione al 2,7% l’anno prossimo, al 2,1% nel 2025 e all’1,9% nel 2026. I funzionari prevedono che il prodotto interno lordo aumenterà solo dello 0,6% quest’anno e dello 0,8% il prossimo. L’Eurozona eviterà quindi la recessione.

proiezioni economiche BCE dicembre

Senza il crollo dell’economia, i salari e la loro capacità di riaccendere l’inflazione saranno al centro dell’attenzione della BCE. Le retribuzioni negoziate in Eurozona sono aumentate del 4,7% nel terzo trimestre, il ritmo più veloce degli ultimi decenni. Importanti tornate negoziali si svolgeranno solo l’anno prossimo, il che significa che l’incertezza sull’andamento dei prezzi è destinata a persistere.

ARTICOLI CORRELATI:

La BCE sarà la prima tra le banche centrali ad effettuare i tagli dei tassi

BCE: tassi invariati al record del 4%

La BCE alza di nuovo i tassi e lascia aperte le opzioni per settembre

BCE: il decimo aumento consecutivo porta i tassi al 4%

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario.

Non per scelta ma perché nessuno lo ha mai insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perché se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione.

Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.

RISCHI DI INVESTIMENTO

Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.