Quanto vale Bitcoin? Le tecniche per dare un prezzo a BTC

La valutazione del Bitcoin può essere difficile in quanto si tratta di una classe di attività distinta rispetto alle normali azioni. Gli approcci di valutazione tradizionali, come i multipli PE e l’analisi basata sugli utili, potrebbero non applicarsi direttamente al Bitcoin. Di conseguenza, investitori e

Scopri

Il crollo di Adani Group cancella 74 miliardi di dollari

Il crollo di Adani Group, scaturito dalle accuse di frode di Hindenburg Research, è entrato nella sua quarta sessione. Nonostante la dimostrazione di sostegno da parte di un investitore chiave, le perdite hanno raggiunto i 74 miliardi di dollari. Le azioni della maggior parte delle

Scopri

Tesla: gli utili del quarto trimestre battono le stime

Tesla ha registrato profitti migliori del previsto nell’ultimo trimestre, anche se ha fornito segnali contrastanti sulle prospettive di crescita delle consegne di veicoli. Gli utili del quarto trimestre di Tesla battono le stime, attestandosi a $ 24,3 miliardi. I margini lordi del settore automobilistico, tuttavia,

Scopri

NYSE: interruzione del trading dopo un problema tecnico

Un’interruzione del trading per alcuni titoli quotati sul NYSE ha fatto venire i brividi a Wall Street poiché dozzine di società ad alta capitalizzazione sembravano cancellare miliardi di dollari di valore di mercato senza una ragione apparente. Il trading è stato interrotto nei primi 30

Scopri
Investire sugli Oscar 2023

Investire sui vincitori agli Oscar 2023

Negli ultimi 10 anni, un investitore che avesse investito nella società pubblica che possedeva il distributore del film vincitore il mese prima della premiazione e avesse venduto un mese dopo, avrebbe avuto un guadagno medio del 7,6%.
Tuttavia, indovinare quale film vincerà è difficile e spesso non c’è modo di investire nella distribuzione del film.
Anche se gli investitori scelgono il film giusto, non c’è garanzia di successo: il 40% delle volte la società pubblica che ha distribuito il film vincitore è rimasta indietro rispetto all’S&P 500.

Scopri

Carvana crolla del 43% dopo l’accordo tra i creditori

Carvana è crollata dopo che i maggiori creditori del rivenditore di auto hanno firmato un accordo per agire insieme e prevenire le lotte tra creditori in caso di ristrutturazione. Le sue azioni sono crollate del 43% mercoledì, il massimo mai registrato, innescando interruzioni del trading. Ad aggiungersi al pessimismo è stata la nota dell’analista di Wedbush Seth Basham, che ha ridotto le sue previsioni a 12 mesi sul titolo dell’89% a $ 1.

Apollo Global Management Inc. e Pacific Investment Management Co. sono stati tra alcuni dei principali creditori che hanno firmato l’accordo per agire insieme nelle negoziazioni di credito con la società.

Anche BlackRock Inc., Ares Management Corp. e Knighthead Capital Management fanno parte del gruppo, che possiede circa $ 4 miliardi di debito non garantito di Carvana, ovvero il 70% del totale. L’obiettivo del gruppo è quello di presentare un fronte unito nelle negoziazioni su nuovi finanziamenti o una ristrutturazione del debito.

Le obbligazioni della società sono crollate sotto i 50 centesimi di dollaro nelle ultime settimane, un’indicazione che gli operatori ritengono che ci sia un’alta probabilità che l’azienda fallisca. Le obbligazioni di Carvana da 3,3 miliardi di dollari con scadenza nel 2030 vengono scambiate a circa 42 centesimi, in calo rispetto ai 79 centesimi di inizio anno.

Le prospettive di credito di Carvana si sono deteriorate a causa del calo dei prezzi delle auto usate, dell’aumento dei tassi di interesse e di un pesante carico di debito. L’azienda ha tagliato migliaia di posti di lavoro quest’anno nel tentativo di controllare i costi.

Il downgrade di Basham

È la seconda volta in circa due mesi che Basham taglia il rating di Carvana. A ottobre ha declassato l’azienda a neutrale e ha tagliato il suo obiettivo di prezzo a 15 $ dai 50 $ che aveva precedentemente fissato. Non più tardi di gennaio, il suo obiettivo di prezzo a 12 mesi sul titolo era di 300 $ per azione.

Secondo l’analista, l’accordo tra i creditori indica una maggiore probabilità di ristrutturazione del debito che potrebbe lasciare il capitale senza valore in uno scenario di bancarotta, o altamente diluito nel migliore dei casi.

Basham non è completamente solo nella sua ultima chiamata per le azioni di Carvana. L’obiettivo di prezzo medio degli analisti per l’azienda è crollato del 95% quest’anno e ora si trova a poco più di 17 $, in calo rispetto a oltre 361 $ all’inizio di gennaio. Tuttavia, la stima è circa il 348% superiore all’ultima chiusura.

I numeri del crollo di Carvana

Il crollo di Carvana di mercoledì si aggiunge a quella che è stata una dolorosa inversione di marcia per gli investitori. Le azioni della società sono aumentate di oltre il 160% nel 2020, grazie al boom della domanda di auto usate durante i primi mesi della pandemia. Ma con la normalizzazione delle catene di approvvigionamento, i prezzi sono crollati, così come i margini dell’azienda.

La società con sede in Arizona ha visto le sue azioni crollare di quasi il 99% nei 16 mesi da quando hanno chiuso al massimo record di $ 370,10. Il calo ha spazzato via circa 60 miliardi di dollari di valore di mercato e ha classificato Carvana come il secondo titolo statunitense con le peggiori performance.

crollo Carvana accordo creditori

I venditori allo scoperto stanno invece godendo di quella che, sulla carta, è stata una delle loro scommesse più redditizie quest’anno. L’operazione ha prodotto oltre 4 miliardi di dollari di profitti mark-to-market.

I prezzi delle auto usate sono in caduta libera

Le società di noleggio e i rivenditori di automobili sono stati messi sotto pressione dal crollo dei prezzi delle auto negli Stati Uniti. Il Manheim Used Vehicle Value Index è sceso del 14,2% a novembre rispetto a un anno fa, raggiungendo il livello più basso da agosto 2021. Allo stesso tempo, le vendite di auto usate sono diminuite del 10%.

crollo prezzi auto usate indice Manheim

L’indice di Manheim è tratto da oltre 5 milioni di transazioni di veicoli usati all’anno. Si adatta al chilometraggio del veicolo, ai fattori stagionali e ai segmenti di mercato del veicolo, sulla base di una media mobile di 24 mesi delle vendite passate. L’indice è visto come un punto di riferimento dagli analisti finanziari ed economici.

All’inizio della pandemia, i prezzi delle auto nuove e usate sono aumentati vertiginosamente a causa della carenza di semiconduttori e di altri colli di bottiglia della catena di approvvigionamento. Ma quando questi si sono risolti, le scorte hanno iniziato a salire, facendo scendere drasticamente i prezzi e i profitti delle società di noleggio e i concessionari di automobili, tra cui CarMax e Carvana.

Manheim, un’unità di Cox Automotive, ha dichiarato che i prezzi dei veicoli sportivi usati sono scesi del 16,4% a novembre rispetto all’anno precedente, il più grande calo di qualsiasi segmento automobilistico. I prezzi delle auto di lusso usate sono diminuiti del 15,6%, le auto di medie dimensioni del 14,4% e i camioncini dell’11,9%.

ARTICOLI CORRELATI:

Dovesti credere al Rally di Natale?

Le aziende tecnologiche crollano dopo il rilascio degli utili del terzo trimestre: inflazione e dollaro forte pesano sui risultati di Microsoft e Alphabet

Credit Suisse a rischio default: i CDS raggiungono i massimi storici mentre le azioni crollano

Meta Platform in rialzo di oltre il 19%

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario.

Non per scelta ma perché nessuno lo ha mai insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perché se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione.

Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.

RISCHI DI INVESTIMENTO

Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.