Oro ai Massimi Storici: Scopriamo i Motivi!

Nell’ultimo mese, il prezzo dell’oro ha raggiunto nuovi massimi storici e assistito a una delle sue più straordinarie accelerazioni di sempre. L’impennata non ha solo sorpreso gli investitori e gli analisti di tutto il mondo, ma ha anche acceso un vivace dibattito su quali fattori

Scopri

Battere un’Indice Azionario: la Sfida dei Gestori di Fondi

Nel dinamico mondo degli investimenti, uno degli obiettivi più ambiti dai gestori di fondi è superare i benchmark di mercato. Ma negli ultimi anni, battere un indice azionario è diventato sempre più difficile. Le cause? L’evoluzione delle strategie di investimento e la crescente complessità dei

Scopri

Cosa aspettarsi dalle azioni nel 2024: ecco alcuni scenari

Le azioni globali hanno registrato buoni guadagni nel 2023, ma gli investitori entrano nel 2024 con molte preoccupazioni. Poiché l’incertezza macroeconomica permane dopo un anno di estrema concentrazione del mercato, gli investitori dovrebbero prepararsi per scenari diversi.

Nel 2023, l’indice MSCI ACWI delle azioni globali è aumentato del 22,2% in termini di dollari statunitensi, dopo essere sceso del 18,4% nel 2022. Tuttavia, il percorso è stato tutt’altro che fluido. I guadagni di inizio anno sono stati cancellati dalla volatilità derivante dai fallimenti bancari statunitensi di marzo. Successivamente, dopo aver raggiunto il picco agli inizi di agosto, l’indice è sceso nel corso di ottobre per poi recuperare negli ultimi due mesi dell’anno.

All’inizio del 2024, gli investitori si trovano ad affrontare una lunga lista di rischi. Le previsioni sugli utili tendono al ribasso, mentre le valutazioni azionarie sono piuttosto elevate in alcune parti del mercato, in particolare negli Stati Uniti. È difficile sviluppare la convinzione in un probabile risultato macroeconomico. La concentrazione del mercato non può essere ignorata. E il potenziale impatto del rischio geopolitico è difficile da prevedere.

La concentrazione del mercato

I guadagni del mercato statunitense sono stati dominati dai cosiddetti Magnifici Sette, ovvero i titoli più grandi dell’S&P 500 percepiti come i grandi vincitori del boom dell’intelligenza artificiale. I Magnifici Sette hanno rappresentato il 58% dei rendimenti dell’S&P 500 nel 2023.

I rendimenti fortemente concentrati riflettono uno stile di performance sbilanciato. I titoli growth sono saliti del 33,2%, eclissando i titoli value e a bassa volatilità. I settori della tecnologia e dei beni di consumo discrezionali hanno dominato il mercato, insieme alle comunicazioni. I servizi di pubblica utilità, i beni di consumo di base e la sanità sono stati i peggiori.

La rivoluzione dell’intelligenza artificiale che ha potenziato i rendimenti dei Magnifici Sette porterà a una maggiore concorrenza tra le mega-cap, che potrebbe incidere sulla redditività. Potrebbe essere troppo presto per sapere chi saranno i grandi vincitori della rivoluzione dell’intelligenza artificiale. La tecnologia sta appena iniziando a trovare applicazioni commerciali. Nei precedenti punti di svolta tecnologici, le aziende che hanno investito molto nelle infrastrutture non erano necessariamente quelle che hanno monetizzato e guadagnato di più.

Lo scenario base per il 2024

Le pressioni inflazionistiche si sono allentate in tutto il mondo. I tassi di disoccupazione sono bassi rispetto agli standard storici. Tuttavia le banche centrali sono ancora caute. I tassi ufficiali e i rendimenti obbligazionari rimangono elevati e probabilmente lo rimarranno per tutto il 2024.

Gli economisti prevedono una crescita più lenta che terrà sotto controllo l’inflazione e consentirà alle banche centrali di iniziare a tagliare i tassi. Ma ogni regione si trova ad affrontare circostanze uniche di crescita, inflazione, politica monetaria e fiscale. Questa previsione comporta anche notevoli rischi al ribasso, soprattutto considerati i rischi geopolitici derivanti dalla guerra in Medio Oriente e in Ucraina, dalle tensioni tra Stati Uniti e Cina e dalle elezioni statunitensi.

Come si comportano le azioni in diversi scenari di crescita e inflazione?

Secondi i dati di Alliance Bernstein dal 1991 al 2023, in uno scenario di crescita economica più forte e inflazione in calo i titoli value ciclici hanno generalmente registrato buone performance, mentre i titoli growth sono rimasti indietro. Quando la crescita economica era più debole e l’inflazione era in aumento, i fattori di crescita hanno funzionato bene. Ma in caso di atterraggio duro, le performance passate suggeriscono che le strategie caratterizzate da una forte redditività o da livelli più elevati di rendimento da dividendi forniscono il miglior cuscinetto. I fattori di qualità hanno ottenuto buoni risultati in tutti e tre gli ambienti.

In un mondo inflazionistico, le azioni devono generare rendimenti nominali elevati per offrire rendimenti reali positivi, superiori al tasso di inflazione. Esaminando i periodi inflazionistici dal 1948 a oggi, Alliance ha scoperto che le azioni statunitensi hanno registrato buoni risultati in contesti di inflazione moderata. Quando il tasso di inflazione era compreso tra il 2,1% e il 4,0%, l’S&P 500 ha prodotto un rendimento annualizzato del 10,1% in media, battendo facilmente il tasso di inflazione.

Durante i periodi di maggiore inflazione e tassi di interesse più elevati, i rendimenti obbligazionari tendono ad essere più elevati. Ciò porta a un calo del premio per il rischio azionario (ERP), il rendimento in eccesso che gli investitori si aspettano di guadagnare rispetto a un tasso privo di rischio. Tuttavia, tra il 1983 e il 2008, quando l’ERP era a un livello simile a quello odierno, l’S&P 500 ha prodotto solidi rendimenti annualizzati pari al 10,2%.

In conclusione

Gli investitori dovrebbero concentrarsi sul lungo termine creando allocazioni equilibrate di diverse strategie azionarie. I portafogli che catturano temi di crescita secolare possono ottenere buoni risultati in un contesto economico più difficile.

I titoli value meritano attenzione poiché molti investitori li hanno sottopesati per diversi anni. Il valore ha storicamente ottenuto buoni risultati in contesti di atterraggio più difficili, rendendoli oggi importanti per un’allocazione equilibrata.

Se la volatilità dovesse colpire ancora, le strategie basate su titoli di qualità possono contribuire ad attutire i ribassi. Le strategie a bassa volatilità aggiungono attributi difensivi a un’allocazione che può aiutare gli investitori a mantenere la rotta nei momenti più difficili.

La chiave per orientarsi nei mercati azionari nel 2024 è stare attenti a non sviluppare false convinzioni su un singolo risultato macroeconomico o di mercato. I portafogli devono avere un’allocazione che li permetta di affrontare un’ampia gamma di scenari.

ARTICOLI CORRELATI:

Le abitudini degli investitori intelligenti

Come investire nei trend del futuro

Guida per iniziare ad investire: le basi degli investimenti

Cosa fare con i tuoi soldi oggi: gli investimenti nell’era post-pandemica

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario.

Non per scelta ma perché nessuno lo ha mai insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perché se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione.

Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.

RISCHI DI INVESTIMENTO

Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.