Investimenti in AI: Opportunità d’Oro o Trappola Finanziaria?

Negli ultimi anni, l’intelligenza artificiale (AI) ha vissuto una crescita esponenziale, sia in termini di sviluppo tecnologico che di investimenti, offrendo opportunità senza precedenti ma anche significativi rischi. In questo articolo, esploreremo le tendenze attuali, le applicazioni più promettenti e le preoccupazioni degli investitori, fornendo

Scopri

Powell Mette in Guardia sui Rischi del Mercato del Lavoro

Il presidente della Federal Reserve, Jerome Powell, ha recentemente lanciato un avvertimento sui rischi del mercato del lavoro, sottolineando che l’inflazione non è l’unico pericolo per l’economia. Durante le sue dichiarazioni al Congresso, Powell ha evidenziato come il raffreddamento del mercato del lavoro e l’incertezza

Scopri

L’Impatto del Fallimento di Mt. Gox sul Prezzo di Bitcoin

Negli ultimi giorni, Bitcoin ha subito una flessione, alimentata dai timori di possibili vendite da parte dei creditori dell’exchange fallito Mt. Gox. Questo ha generato dubbi sulla tenuta del mercato rialzista delle criptovalute iniziato l’anno scorso. Ma cosa sta succedendo esattamente e perché il fallimento

Scopri

Cosa fa muovere i mercati? Sintesi Macro – Settimana 5

cosa fa muovere mercati settimana 5
La tabella è da intendersi solo ed esclusivamente a scopo informativo e didattico. Nessuna informazione o dato in essa contenuti vuole essere un consiglio finanziario per il lettore, che declina l’autore da qualsiasi responsabilità.

Una settimana frenetica tra utili aziendali, dati economici e decisioni politiche ha visto le azioni statunitensi in rialzo, con l’S&P 500 che ha raggiunto il livello più alto da agosto. Anche il Nasdaq 100 ha avuto una settimana positiva, nonostante le forti vendite dopo che i giganti della tecnologia hanno riportato risultati deludenti.

I rendimenti dei Treasury statunitensi hanno chiuso la settimana in rialzo dopo essere esplosi con la stampa delle buste paga. Venerdì il rendimento a 2 anni è aumentato di 20 punti base, il suo aumento giornaliero più grande da giugno 2022. Il mercato degli swap ha indicato un picco dei tassi della Fed di quasi il 5%.

Il dollaro è salito al rialzo dai minimi raggiunti dopo la conferenza di Powell.

Bitcoin ha chiuso la settimana praticamente invariato rispetto a venerdì scorso, trovando supporto a 22.500$ e resistenza a 24.000$.

Il petrolio è crollato a 73 $ e l’oro sotto i 1900 $.

Ancora un paio di aumenti per la Fed

La Fed ha alzato i tassi di 25 punti base, segnalando un “paio” di aumenti in più per raggiungere un livello che sia sufficientemente restrittivo. Powell ha suggerito che i funzionari sono disposti ad adeguare i loro piani se le pressioni sui prezzi si raffreddano velocemente.

Sebbene il presidente abbia riconosciuto che l’economia si trova ora in disinflazione, non vede la Fed tagliare i tassi quest’anno. Serviranno ulteriori dati prima di dichiarare vittoria.

Powell non è sembrato infastidito dal recente allentamento delle condizioni finanziarie. La Fed non si focalizza sulle mosse di breve termine ma sui cambiamenti sostenuti. Le condizioni finanziarie si sono inasprite in modo significativo nell’ultimo anno. I mercati hanno celebrato i commenti di Powell spingendo in alto azioni e obbligazioni.

La Bank of England rivede al rialzo le sue previsioni di crescita

La Bank of England ha votato 7-2 a favore di un secondo rialzo consecutivo di mezzo punto percentuale, aumentando il tasso di riferimento al massimo in 14 anni. Il governatore Andrew Bailey ha smentito le aspettative che la BOE sia pronta a mettere in pausa gli aumenti dei tassi, osservando che c’è ancora molta strada da fare nella sua lotta per domare l’inflazione.

Nonostante abbia riconosciuto un’incoraggiante tendenza al ribasso nella crescita dei prezzi, Bailey ha evidenziato che i rischi per l’inflazione sono al rialzo. Allo stesso tempo, la BOE ha rivisto al rialzo le sue previsioni economiche per l’anno, prevedendo una recessione più breve e meno profonda di quanto previsto in precedenza.

Bailey ha affermato che ci sono una serie di motivi per essere più ottimisti, tra cui il calo dei prezzi dell’energia, una curva di mercato più bassa dei tassi di interesse e una previsione di disoccupazione in calo. Tuttavia, ha messo in guardia i mercati dal diventare compiacenti.

La più aggressiva delle banche centrali adesso è la BCE

La BCE ha dichiarato un aumento di 50 pb e segnalato un’altra mossa di quell’entità il mese prossimo per poi valutare il percorso successivo. Il tasso sui depositi ha raggiunto il 2,5%, il livello più alto dal 2008.

Nonostante abbia ammesso che le prospettive di inflazione stanno migliorando, Lagarde ha avvertito che l’inasprimento monetario più aggressivo nella storia della BCE non è terminato.

Parlando di un ulteriore aumento di 50 pb a marzo, la presidente della BCE ha dichiarato: “Non riesco a pensare a scenari, a meno che non siano piuttosto estremi, in cui ciò non accadrebbe”.

Oltre al suo impegno sui tassi, la BCE ha anche fornito maggiori dettagli su come intende ridurre il suo portafoglio obbligazionario da 5 trilioni di euro, riaffermando un limite mensile di 15 miliardi di euro tra marzo e giugno sul debito che può scadere.

I funzionari politici vogliono convincere gli investitori che la BCE sarà l’ultima a terminare l’inasprimento monetario. La loro giustificazione è che le pressioni sui prezzi sottostanti sono ancora preoccupanti e che l’inasprimento dell’Eurozona è meno avanzato rispetto ai suoi pari.

fine ciclo inasprimento banche centrali

Il mercato del lavoro rimane solido

Il mercato del lavoro statunitense è rimasto forte a gennaio. Le buste paga non agricole sono aumentate di 517.000 unità il mese scorso, dopo un aumento di 260.000 rivisto al rialzo a dicembre. Il tasso di disoccupazione è sceso al 3,4%, il più basso dal maggio 1969 e la retribuzione oraria media è cresciuta a un ritmo costante.

buste paga gennaio USA

Le assunzioni hanno superato tutte le stime degli economisti, mettendo a tacere qualsiasi preoccupazione che una recessione manifatturiera e i licenziamenti nel settore tecnologico si traducano in assunzioni più deboli in tutto il paese.

Dati separati hanno mostrato che i posti di lavoro vacanti sono aumentati inaspettatamente a dicembre e le domande di indennità di disoccupazione rimangono storicamente basse, a testimonianza della forza duratura del mercato del lavoro.

ARTICOLI CORRELATI

Cosa fa muovere i mercati? Sintesi Macro – Settimana 4

Cosa fa muovere i mercati? Sintesi Macro – Settimana 3

Cosa fa muovere i mercati? Sintesi Macro – Settimana 2

Cosa fa muovere i mercati? Sintesi Macro – Settimana 1

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario.

Non per scelta ma perché nessuno lo ha mai insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perché se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione.

Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.

RISCHI DI INVESTIMENTO

Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.