Quanto vale Bitcoin? Le tecniche per dare un prezzo a BTC

La valutazione del Bitcoin può essere difficile in quanto si tratta di una classe di attività distinta rispetto alle normali azioni. Gli approcci di valutazione tradizionali, come i multipli PE e l’analisi basata sugli utili, potrebbero non applicarsi direttamente al Bitcoin. Di conseguenza, investitori e

Scopri

Il crollo di Adani Group cancella 74 miliardi di dollari

Il crollo di Adani Group, scaturito dalle accuse di frode di Hindenburg Research, è entrato nella sua quarta sessione. Nonostante la dimostrazione di sostegno da parte di un investitore chiave, le perdite hanno raggiunto i 74 miliardi di dollari. Le azioni della maggior parte delle

Scopri

Tesla: gli utili del quarto trimestre battono le stime

Tesla ha registrato profitti migliori del previsto nell’ultimo trimestre, anche se ha fornito segnali contrastanti sulle prospettive di crescita delle consegne di veicoli. Gli utili del quarto trimestre di Tesla battono le stime, attestandosi a $ 24,3 miliardi. I margini lordi del settore automobilistico, tuttavia,

Scopri

NYSE: interruzione del trading dopo un problema tecnico

Un’interruzione del trading per alcuni titoli quotati sul NYSE ha fatto venire i brividi a Wall Street poiché dozzine di società ad alta capitalizzazione sembravano cancellare miliardi di dollari di valore di mercato senza una ragione apparente. Il trading è stato interrotto nei primi 30

Scopri
Investire sugli Oscar 2023

Investire sui vincitori agli Oscar 2023

Negli ultimi 10 anni, un investitore che avesse investito nella società pubblica che possedeva il distributore del film vincitore il mese prima della premiazione e avesse venduto un mese dopo, avrebbe avuto un guadagno medio del 7,6%.
Tuttavia, indovinare quale film vincerà è difficile e spesso non c’è modo di investire nella distribuzione del film.
Anche se gli investitori scelgono il film giusto, non c’è garanzia di successo: il 40% delle volte la società pubblica che ha distribuito il film vincitore è rimasta indietro rispetto all’S&P 500.

Scopri

Cosa fa muovere i mercati? Sintesi Macro – Settimana 3

cosa fa muovere mercati settimana 3
La tabella è da intendersi solo ed esclusivamente a scopo informativo e didattico. Nessuna informazione o dato in essa contenuti vuole essere un consiglio finanziario per il lettore, che declina l’autore da qualsiasi responsabilità.

Il rally di venerdì ha salvato la settimana delle azioni statunitensi, che hanno recuperato alcune perdite grazie ai guadagni delle aziende tecnologiche. L’indice S&P 500 è salito per la prima volta in quattro giorni, con tutti gli 11 settori in rialzo.

Mentre il benchmark generale è rimasto in negativo, il più grande guadagno giornaliero del Nasdaq lo ha spinto in territorio positivo nella settimana. La società madre di Google, Alphabet Inc., ha guadagnato dopo aver rivelato un piano per tagliare 12.000 posti di lavoro mentre Netflix Inc. è salita dopo aver segnalato un numero di abbonati più forte del previsto.

I benchmark sono saliti ai massimi della sessione venerdì dopo che il governatore della Fed Christopher Waller ha affermato che la politica sembra abbastanza vicina ad un livello sufficientemente restrittivo, sostenendo la moderazione degli aumenti dei tassi.

Il mercato azionario si è ripreso nonostante una spinta al rialzo dei rendimenti dei Treasury. I titoli del Tesoro sono stati scaricati negli ultimi due giorni della settimana, trascinando i rendimenti a 30 anni al rialzo.

Il dollaro ha chiuso la settimana leggermente in negativo mentre le criptovalute hanno registrato un rally. Bitcoin ha chiuso sopra i 22.000 $, il massimo da settembre 2022. Questo è il miglior inizio di anno per Bitcoin nella sua storia.

performance Bitcoin YTD miglior inizio anno 2023

Le materie prime hanno avuto una settimana positiva. L’oro ha chiuso la settimana al massimo da aprile 2022, trovando supporto sui 1900 $. Il petrolio è salito al massimo da metà novembre, concludendo la sua seconda settimana consecutiva di guadagni sull’ottimismo per la domanda cinese.

Inizia la diatriba sul tetto del debito USA

Il segretario al Tesoro Janet Yellen ha dichiarato che gli Stati Uniti hanno raggiunto il limite del debito federale, dando il via a un’intensa battaglia politica. Yellen ha annunciato giovedì che il Tesoro implementerà misure contabili per evitare mancati pagamenti agli obbligazionisti fino all’inizio di giugno.

Il tetto del debito degli Stati Uniti, ovvero il limite massimo di debito che il Dipartimento del Tesoro può emettere, è attualmente fissato a 31,4 trilioni di dollari. L’innalzamento di questa soglia consente al governo di indebitarsi per coprire il divario tra spesa e tasse già approvato dal Congresso.

Attualmente, un gruppo di repubblicani della Camera dei rappresentanti vuole costringere il presidente Joe Biden ad accettare tagli alla spesa minacciando di non alzare il limite del debito. La Casa Bianca sostiene che il tetto del debito non dovrebbe essere condizionato da nessun’altra azione.

Fino ad oggi, ogni controversia sul tetto del debito è stata risolta pacificamente. Ciò non prova che questa volta il limite sarà alzato in sicurezza.

La BOJ mantiene invariata la sua politica

La Bank of Japan ha sorpreso di nuovo gli investitori, questa volta perché ha deciso di non apportare modifiche alla sua politica ultra accomodante. La banca centrale continuerà ad acquistare obbligazioni su larga scala e aumenterà gli acquisti in modo flessibile.

Per rafforzare la sua politica, la BOJ ha dichiarato che deciderà il tasso di interesse per alcuni prestiti alle banche commerciali. Fino ad ora, le operazioni di prestito hanno essenzialmente offerto denaro gratuito alle banche per un massimo di 10 anni, utilizzabile per acquistare obbligazioni in modo da aiutare la BOJ a mantenere bassi i rendimenti.

Gli investitori si aspettavano che la BOJ avrebbe compiuto passi più chiari verso la normalizzazione della politica. Gli attacchi speculativi al nuovo limite di rendimento dello 0,5% si sono fatti sempre più intensi. Dopo la decisione di dicembre, Kuroda ha fatto fatica a mantenere il decennale all’interno dell’intervallo target.

speculazione nuove tetto rendimenti Giappone Kuroda

Le condizioni macroeconomiche del Giappone sembrano giustificare la speculazione. Con l’alta inflazione e la preoccupazione per gli aumenti salariali, l’economia giapponese sembra per la prima volta in tre decenni soffrire esattamente le stesse pressioni di tutti gli altri paesi sviluppati.

Il mandato di Kuroda terminerà l’8 aprile e la nuova leadership subirà immediatamente pressioni per normalizzare la politica.

Focus sugli earnings

Gli earnings di Q4 sono stati al centro dell’attenzione. Delle 55 società dell’S&P 500 che hanno riportato i risultati finora, circa due terzi hanno superato le stime degli analisti, rispetto all’80% di sorprese positive registrate negli ultimi trimestri. I timori di una recessione sembravano prevalere su alcune società che hanno riportato risultati migliori del previsto.

Il settore tecnologico dovrebbe rappresentare il freno più grande ai profitti dell’S&P 500 nel quarto trimestre. Si prevede che gli utili del quarto trimestre per le aziende tecnologiche scenderanno del 9,2% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, il calo più ripido dal 2016, secondo i dati raccolti da BI Show. La velocità del deterioramento del sentiment è stata notevole: tre mesi fa, Wall Street si limitava a vedere profitti piatti.

La crescita dei ricavi per queste aziende sta svanendo rispetto agli ultimi due anni, quando la pandemia e i conseguenti lockdown hanno sovraccaricato le vendite di qualsiasi cosa, dai servizi digitali ai personal computer e ai componenti che li alimentano. Anche i costi più elevati stanno comprimendo i profitti.

A tutto ciò, le aziende hanno risposto con tagli di posti di lavoro a un ritmo che si avvicina a quello di inizio pandemia. L’ultima di una lunga serie di aziende tech che ha annunciato un piano per ridurre la sua forza lavoro è stata Microsoft.

ARTICOLI CORRELATI:

Cosa fa muovere i mercati? Sintesi Macro – Settimana 2

Cosa fa muovere i mercati? Sintesi Macro – Settimana 1

Cosa fa muovere i mercati? Sintesi Macro – Settimana 52

Cosa fa muovere i mercati? Sintesi Macro – Settimana 51

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario.

Non per scelta ma perché nessuno lo ha mai insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perché se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione.

Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.

RISCHI DI INVESTIMENTO

Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.