Quanto vale Bitcoin? Le tecniche per dare un prezzo a BTC

La valutazione del Bitcoin può essere difficile in quanto si tratta di una classe di attività distinta rispetto alle normali azioni. Gli approcci di valutazione tradizionali, come i multipli PE e l’analisi basata sugli utili, potrebbero non applicarsi direttamente al Bitcoin. Di conseguenza, investitori e

Scopri

Il crollo di Adani Group cancella 74 miliardi di dollari

Il crollo di Adani Group, scaturito dalle accuse di frode di Hindenburg Research, è entrato nella sua quarta sessione. Nonostante la dimostrazione di sostegno da parte di un investitore chiave, le perdite hanno raggiunto i 74 miliardi di dollari. Le azioni della maggior parte delle

Scopri

Tesla: gli utili del quarto trimestre battono le stime

Tesla ha registrato profitti migliori del previsto nell’ultimo trimestre, anche se ha fornito segnali contrastanti sulle prospettive di crescita delle consegne di veicoli. Gli utili del quarto trimestre di Tesla battono le stime, attestandosi a $ 24,3 miliardi. I margini lordi del settore automobilistico, tuttavia,

Scopri

NYSE: interruzione del trading dopo un problema tecnico

Un’interruzione del trading per alcuni titoli quotati sul NYSE ha fatto venire i brividi a Wall Street poiché dozzine di società ad alta capitalizzazione sembravano cancellare miliardi di dollari di valore di mercato senza una ragione apparente. Il trading è stato interrotto nei primi 30

Scopri
Investire sugli Oscar 2023

Investire sui vincitori agli Oscar 2023

Negli ultimi 10 anni, un investitore che avesse investito nella società pubblica che possedeva il distributore del film vincitore il mese prima della premiazione e avesse venduto un mese dopo, avrebbe avuto un guadagno medio del 7,6%.
Tuttavia, indovinare quale film vincerà è difficile e spesso non c’è modo di investire nella distribuzione del film.
Anche se gli investitori scelgono il film giusto, non c’è garanzia di successo: il 40% delle volte la società pubblica che ha distribuito il film vincitore è rimasta indietro rispetto all’S&P 500.

Scopri

Cosa succederà al mercato delle crypto dopo il crollo FTX?

Il crollo FTX sta avendo ampie ripercussioni nel mercato delle criptovalute. I parallelismi con il fallimento di Lehman Brothers possono offrire degli spunti su cosa succederà alle crypto nei mesi a venire. I contraccolpi non saranno certamente così ampi come quelli della crisi dei subprime, visto che il mercato delle criptovalute non è così importante per l’economia in generale.

Tutte le manie speculative hanno alcune caratteristiche in comune. Le forti convinzioni alimentano cicli che si auto-rinforzano. Durante la salita, la performance positiva e la speculazione si mescolano, sostenute dalla leva finanziaria. Tutto funziona al contrario durante la discesa. I fallimenti erodono la fiducia e i partecipanti fuggono finché l’intero sistema non si rompe.

La convinzione dietro il mondo delle criptovalute era che questo nuovo mercato sarebbe subentrato alla finanza tradizionale. Il valore di molti dei token emessi dagli exchange (incluso FTX) dipende dalla crescita persistente dei volumi di scambio, che a sua volta dipende dalla continua fiducia nel valore dei token. Non appena qualcosa inizia a vacillare – vedi la stablecoin Terra – la fiducia e l’entusiasmo svaniscono.

Per via delle fitte interconnessioni, i fallimenti di alcune aziende indeboliscono altre. Il crollo di FTX, che fino a poco tempo fa appariva tra le società crittografiche più forti, indebolirà senza dubbio l’intera industria.

Le ripercussioni del crollo FTX

Ogni giorno sembra portare nuove rivelazioni sull’implosione di FTX e suoi effetti in tutti gli angoli dell’ecosistema crittografico. La follia di ciò che è accaduto all’interno di FTX sta prosciugando la fiducia, con il nuovo capo John Ray che dipinge l’immagine di un buco nero finanziario che sgonfia le speranze dei clienti di recuperare i propri soldi.

Il divario tra ciò che i finanziatori di FTX pensavano di ottenere e la realtà è ora così grande da rappresentare un notevole vento contrario per il futuro del settore come mega trend di investimento.

Mentre le controparti nell’epica rete di relazioni di FTX si affannano e i clienti di tutto il settore si affrettano a sottrarre i loro fondi, la retorica crittografica della libertà finanziaria suona più vuota che mai.

Il prodotto di prestito Gemini Earn dei gemelli Winklevoss una volta offriva ai depositanti rendimenti dell’8% e “un investimento nel loro futuro”. Adesso, i prelievi sono stati interrotti dopo che Gemini ha rivelato di avere dei fondi bloccati in FTX.

La piattaforma di prestito BlockFi, che solo quest’estate è stata lanciata come presunta ancora di salvezza da FTX, dovrebbe dichiarare bancarotta entro pochi giorni. Anche se Bitcoin ha arrestato la sua discesa, i deflussi dei capitali sono persistenti.

crypto contagio deflussi

Gli analisti della società di ricerca Kaiko notano che la liquidità del mercato è diminuita più che durante qualsiasi precedente calo dal picco al minimo.

Anche i tentativi di separare il trading di criptovalute dalla tecnologia sottostante dei database decentralizzati stanno fallendo: l’Australian Securities Exchange Ltd. sta mettendo in pausa una ricerca pluriennale per passare a un sistema di regolamento basato su blockchain.

Cosa succederà alle crypto nei prossimi mesi?

Il paragone con la crisi del 2008 può dirci qualcosa riguardo a quello che succederà al mercato delle criptovalute nei mesi a venire. Innanzitutto, i problemi non sono finiti.

Nel 2008, le banche centrali ed i governi hanno ripristinato la fiducia fornendo liquidità e ricapitalizzando le istituzioni finanziarie. Ma il mondo crypto non ha una banca centrale – nessun prestatore o market maker di ultima istanza – ed i governi non lo considerano abbastanza importante dal punto di vista sistemico per essere salvato.

Per ovviare a questo problema, Binance ha proposto un fondo di recupero del settore, costituito dalle società più solide, in grado di aiutare le aziende e i progetti crittografici durante una crisi di liquidità.

Sebbene possano esserci delle fasi di calma e persino dei rally, così come ci sono stati durante la crisi finanziaria del 2008, non c’è nulla che impedisca ad altri exchange e intermediari di crollare.

La regolamentazione è in arrivo

La crisi del 2008 ha generato il Dodd Frank Act, il Consumer Financial Protection Bureau, gli stress test delle banche e una revisione completa del modo in cui vengono scambiati i derivati. Gli investitori in crypto, soprattutto quelli istituzionali, richiederanno protezioni simili a quelle della finanza tradizionale.

Alcuni modelli di business sopravviveranno e prospereranno. I derivati ​​di credito che hanno svolto un ruolo importante nella crisi del 2008 rimangono un mercato robusto, anche se riformato. Allo stesso modo, il passaggio di Ethereum a un nuovo modello più efficiente per l’elaborazione delle transazioni potrebbe dargli potere di resistenza. E ora che i tassi di interesse a breve termine sono ben al di sopra dello zero, l’offerta di stablecoin garantite da riserve fruttifere della banca centrale diventa un modello di business sostenibile.

La promessa della finanza decentralizzata non risiede nell’attività speculativa associata ai token digitali, ma nella tecnologia blockchain. Questa innovazione potrebbe ancora rivelarsi utile per il sistema finanziario.

ARTICOLI CORRELATI:

Contagio FTX: Genesis lotta per evitare la bancarotta

L’acquisizione di FTX da parte di Binance sconvolge il mondo delle crypto

Terra Luna e UST: il ruolo degli exchange

Le criptovalute: una delle classi di attività più rischiose

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario.

Non per scelta ma perché nessuno lo ha mai insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perché se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione.

Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.

RISCHI DI INVESTIMENTO

Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.