BlockFi va in bancarotta sulla scia del crollo di FTX

Il prestatore di criptovalute BlockFi Inc. è andato in bancarotta, diventando l’ultima azienda di asset digitali a crollare sulla scia della rapida caduta dell’exchange FTX. La società ha dichiarato lunedì che utilizzerà il processo del Capitolo 11 per concentrarsi sul recupero di tutti gli obblighi

Scopri

Cosa succederà al mercato delle crypto dopo il crollo FTX?

Il crollo FTX sta avendo ampie ripercussioni nel mercato delle criptovalute. I parallelismi con il fallimento di Lehman Brothers possono offrire degli spunti su cosa succederà alle crypto nei mesi a venire. I contraccolpi non saranno certamente così ampi come quelli della crisi dei subprime,

Scopri

Contagio FTX: Genesis lotta per evitare la bancarotta

Le ripercussioni del crollo di FTX e il relativo rischio di contagio mostrano pochi segni di allentamento. La società di intermediazione di asset digitali Genesis sta lottando per raccogliere denaro per la sua unità di prestito e avverte gli investitori che potrebbe dover dichiarare bancarotta se i suoi sforzi fallissero.

Genesis ha trascorso gli ultimi giorni alla ricerca di almeno 1 miliardo di dollari di capitale, secondo alcune persone che hanno familiarità con la questione. Ci sono stati anche dei colloqui con l’exchange di criptovalute Binance su un potenziale investimento ma finora i finanziamenti non si sono concretizzati.

La corsa ai finanziamenti è stata accelerata da una crisi di liquidità presso l’istituto di credito dopo l’improvviso crollo di FTX, uno dei più grandi exchange di criptovalute al mondo. Genesis ha interrotto i prelievi poco dopo aver rivelato il 10 novembre che aveva $ 175 milioni bloccati in un conto di trading FTX.

“Non abbiamo intenzione di dichiarare bancarotta a breve”, ha dichiarato un rappresentante di Genesis in una dichiarazione inviata via e-mail. “Il nostro obiettivo è risolvere consensualmente la situazione attuale senza la necessità di dichiarare bancarotta”.

Altre piattaforme stanno avendo difficoltà con le richieste di prelievo dopo che la dichiarazione di fallimento di FTX ha sconvolto il mondo delle criptovalute.

Il contagio FTX

Il contagio finanziario è un termine usato per descrivere una crisi che si diffonde da un mercato o da un’economia all’altra. Esso si diffonde a causa della complicata connessione tra innumerevoli istituzioni finanziarie che scambiano strumenti finanziari tra loro. Quando una parte della rete si rompe, altre parti iniziano a vacillare.

Il contagio FTX è chiaramente limitato al mondo delle criptovalute. Il mercato delle crypto non è abbastanza grande da avere un impatto serio sull’economia in generale.

Dal crollo di FTX, BlockFi ha bloccato i prelievi dalla sua piattaforma citando la sua esposizione all’azienda di Bankman-Fried. Anche il prestatore di criptovalute Genesis Global Capital ha interrotto i prelievi.

Genesis arresta prelievi: contagio FTX

Genesis è una controparte importante nello spazio delle risorse digitali ed è strettamente osservata come indicatore della forza del settore. Le difficoltà di Genesis hanno colpito anche i gemelli miliardari Tyler e Cameron Winklevoss, proprietari dell’exchange di criptovalute Gemini. In risposta ai problemi di Genesis, Gemini ha interrotto i prelievi dal suo prodotto Earn. Ciò ha lasciato nel limbo un programma che contiene 700 milioni di dollari di denaro dei clienti.

Ci sono dati on-chain che suggeriscono che gli eventi che hanno portato al crollo di FTX sono stati originariamente innescati dal crollo di Terraform Labs, avvenuto nel maggio 2022. Dopo il collasso di TerraUSD, il conseguente contagio ha portato l’hedge fund Three Arrows Capital, l’istituto di credito Celsius Network e il broker di criptovalute Voyager Digital a presentare istanza di fallimento nei due mesi successivi.

Anche prima di Terra e FTX, ci sono stati altri esempi di contagio che si sono fatti strada attraverso i mercati delle criptovalute.

Il calo della liquidità nel mercato delle crypto

La distruzione dell’impero crittografico di Sam Bankman-Fried ha contribuito a ridurre la liquidità nel mercato delle criptovalute. Il crollo di FTX è stato soprannominato “Alameda Gap” dalla società di dati blockchain Kaiko, dal nome del gruppo commerciale al centro della tempesta.

Il calo della liquidità di solito si verifica quando i market-maker ritirano i bid e gli ask dai loro libri degli ordini per controllare meglio il rischio. I market maker svolgono un ruolo fondamentale nello spazio crittografico sensibile alla liquidità: quando diventano prudenti in tempi di crisi, gli utenti hanno maggiori difficoltà ad acquistare o vendere asset, il che a sua volta rende il mercato più volatile.

Kaiko misura la liquidità del mercato calcolando la quantità di bid e ask entro il 2% del prezzo medio per le coppie di scambio di un token sugli exchange. La metrica per le coppie di scambio di Bitcoin denominate in dollari USA e Tether negli exchange centralizzati è scesa al livello più basso dall’inizio di giugno.

liquidità Bitcoin dopo crollo FTX
La profondità di mercato di Bitcoin è diminuita drasticamente dopo il crollo di FTX

Alcuni market maker hanno sottolineato che l’impatto della liquidazione delle attività di Alameda non è così grave come il crollo di FTX, poiché Alameda non è stata così attiva nel market-making di recente. In effetti, alcuni dei maggiori market maker di criptovalute rimangono attivi, nonostante siano stati colpiti dal tracollo di FTX.

I wallet di cold storage e gli exchange decentralizzati saranno probabilmente i grandi vincitori. Il volume totale dell’attività sui principali exchange decentralizzati è aumentato di oltre il 45% negli ultimi 30 giorni, secondo i dati di DefiLlama.

ARTICOLI CORRELATI:

Le criptovalute: una delle classi di attività più rischiose

L’acquisizione di FTX da parte di Binance sconvolge il mondo delle crypto

Il crollo TerraUSD rappresenta davvero la fine delle stablecoin algoritmiche?

Terra Luna e UST: il ruolo degli exchange

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario.

Non per scelta ma perché nessuno lo ha mai insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perché se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione.

Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.

RISCHI DI INVESTIMENTO

Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.

Cookie Policy