Investire nel Mercato del Rame 2024: Tra Realtà e Speculazione

Investire nel mercato del rame sta emergendo come una delle opportunità più interessanti nel 2024. Con un incremento significativo dei prezzi, questo metallo sta attirando l’attenzione di investitori e analisti in tutto il mondo. Questo articolo esplorerà le dinamiche attuali del mercato del rame, mettendo

Scopri

Come Gestire il Rischio Integrando l’IA in un Portafoglio Azionario

La rivoluzione tecnologica porta opportunità e volatilità. Tuttavia, esistono modi per catturare l’innovazione dell’intelligenza artificiale (IA) gestendo contemporaneamente il rischio. Gestire il rischio di un portafoglio che integra l’IA è fondamentale per garantire una crescita sostenibile e proteggere gli investimenti. Le aziende al centro della

Scopri

L’imminente crisi del settore immobiliare commerciale

Il settore immobiliare commerciale è diventato il fulcro per gli investitori che cercano di prevedere la prossima crisi dopo che un decennio di prestiti a basso costo si è concluso bruscamente. I problemi variano da regione a regione. Il rischio è che questi problemi simultanei portino a una scossa più grande che sconvolge gli istituti di credito del settore e lascia le città piene di edifici vuoti.

I bruschi cali del prezzo delle azioni delle società di immobili commerciali quotate in borsa sono solo un assaggio di ciò che potrebbe essere in serbo per il settore. La maggior parte degli immobili commerciali è di proprietà privata e le valutazioni possono richiedere mesi o addirittura anni per rispondere alle variazioni dei tassi di interesse e ai cambiamenti della domanda e dell’offerta.

Nel Regno Unito, i valori degli asset hanno subito i cali più rapidi di sempre dopo che la crisi del mini-budget ha fatto aumentare vertiginosamente i rendimenti obbligazionari.

Gli uffici statunitensi hanno registrato cali ancora maggiori, spingendo i proprietari a cedere ai loro finanziatori alcune proprietà che ora valgono meno del debito garantito contro di loro.

In tutta l’Europa, le obbligazioni garantite da immobili sono scambiate a livelli “distressed” a causa della preoccupazione che i proprietari terrieri non possano raccogliere abbastanza dalle vendite di asset per coprire i 165 miliardi di dollari di debito in scadenza entro la fine del 2026.

A Hong Kong, un record di 13 milioni di piedi quadrati di uffici era vuoto a giugno.

Le cause della crisi del settore immobiliare commerciale

Il colpevole numero uno della crisi del settore immobiliare commerciale è il costo dei prestiti. I rapidi aumenti dei tassi di interesse da parte delle banche centrali hanno aumentato i rendimenti dei Titoli di stato privi di rischio. Gli investitori immobiliari commerciali richiedono un rendimento maggiore per giustificare il possesso di un asset così illiquido. L’aumento degli affitti può compensare parte dell’impatto sulle valutazioni. Ma l’entità e la velocità degli aumenti dei tassi annullano qualsiasi aumento dell’affitto che i proprietari possono ottenere.

Anche il calo delle valutazioni è un problema, poiché ostacola la capacità di un’impresa immobiliare di prendere in prestito. Man mano che il valore delle sue attività diminuisce, il suo indebitamento relativo aumenta. Per evitare di violare i termini del proprio debito, l’impresa potrebbe aver bisogno di iniettare più capitale o assumere più prestiti, anche se a tassi più elevati e solo se ci sono abbastanza entrate dagli affitti. In caso contrario, l’azienda potrebbe dover vendere in un mercato in calo in cui gli acquirenti richiedono forti sconti. Le vendite scontate a loro volta portano gli acquirenti ad abbassare ancora di più le valutazioni, creando un circolo vizioso che si autoalimenta.

Le differenze tra le regioni

Il colpo dei tassi più alti si fa sentire maggiormente in Europa. Questo perché, mentre la Federal Reserve ha aumentato i tassi più velocemente – e a livelli più alti – rispetto alla Banca centrale europea, i tassi prima della pandemia erano più alti negli Stati Uniti che in Europa. Per questo motivo, i rendimenti immobiliari statunitensi non erano così bassi come quelli in Europa prima dell’inizio del ciclo di inasprimento monetario. Il colpo alle valutazioni inflitto da tassi più alti è molto maggiore se il rendimento iniziale è inferiore.

In realtà, le valutazioni sono diminuite di più negli Stati Uniti che in Europa. Questo perché negli Stati Uniti c’è una maggiore offerta di edifici nuovi e vuoti e il lavoro da casa è più diffuso. Più di un quinto degli spazi per uffici è vuoto in diverse grandi città degli Stati Uniti, dove l’espansione urbana incontrollata ha portato a molto più spazio di lavoro pro capite rispetto all’altra sponda dell’Atlantico. In Europa, leggi urbanistiche più severe e un ritmo di costruzione più lento dalla crisi finanziaria del 2008 hanno frenato l’offerta. Ciò ha mantenuto i tassi di sfitto più bassi, sostenendo gli affitti.

La situazione dei centri commerciali, dei magazzini e degli uffici

I centri commerciali sono ammortizzati dal fatto che le loro valutazioni hanno già subito un duro colpo dall’ascesa dell’e-commerce, quindi stavano partendo da una base inferiore quando i tassi hanno iniziato a salire. Mentre la pandemia ha ucciso molti rivenditori nei centri commerciali, quelli che sono rimasti generalmente hanno modelli di business migliori e ora affrontano meno concorrenza, il che significa che gli affitti al dettaglio in molti luoghi stanno trovando un pavimento. Per quanto riguarda le proprietà dei magazzini, la domanda di spazio rimane ragionevolmente forte nella maggior parte dei luoghi e supera di gran lunga l’offerta in altri. Quindi gli affitti stanno aumentando, contribuendo a compensare parzialmente l’impatto dei maggiori rendimenti.

Il mercato degli uffici è diviso in due. La piccola percentuale di edifici con le migliori credenziali ecologiche e spazi moderni può ancora ottenere affitti elevati. Gli spazi più vecchi sono costosi da aggiornare e richiedono miliardi di spese in conto capitale per portarli agli standard energetici richiesti. Inoltre, le banche sono sempre più riluttanti a prestare con l’aumentare del volume dei crediti deteriorati nei loro libri contabili.

Anche abbattere gli edifici sta diventando più impegnativo, con i responsabili politici sempre più concentrati sul carbonio incorporato negli edifici. Ciò significa che in molti luoghi sono determinati a vedere le proprietà rinnovate, piuttosto che riqualificate.

ARTICOLI CORRELATI:

Bolla immobiliare: ecco quali sono le città in cui il mercato immobiliare è più a rischio

Il crollo della domanda di mutui negli Stati Uniti è solo l’ultimo dei segnali di recessione del mercato immobiliare

Il rallentamento del mercato immobiliare

Mercato immobiliare USA: riuscirà a sopravvivere alla Fed?

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario.

Non per scelta ma perché nessuno lo ha mai insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perché se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione.

Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.

RISCHI DI INVESTIMENTO

Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.