Inflazione USA ad agosto supera le aspettative

L’inflazione USA ad agosto ha superato le aspettative, vanificando le speranze di un nascente rallentamento e assicurando un altro aumento storicamente ampio dei tassi di interesse da parte della Federal Reserve. L’indice dei prezzi al consumo è aumentato dello 0,1% rispetto a luglio e dell’8,3%

Scopri

CPI di Agosto: cosa aspettarsi?

L’indice dei prezzi al consumo degli Stati Uniti è da tempo il dato più importante per gli investitori. Visto che il mercato azionario è salito negli ultimi giorni, molti pensano che i dati del CPI di agosto che usciranno oggi mostreranno un continuo calo dell’inflazione

Scopri

Gli aumenti della crescita dei salari legati alla pandemia

La ripresa dell’economia dopo il covid è stata caratterizzata da un mercato del lavoro teso e da un aumento della crescita dei salari nominali. La pandemia ha colpito in modo asimmetrico i diversi settori, dando vita a dinamiche eterogenee nel mercato del lavoro. Gli aumenti

Scopri

Il divieto del petrolio russo e le possibili conseguenze

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha imposto un divieto alle importazioni russe di petrolio come rappresaglia per l’invasione russa dell’Ucraina. Il Regno Unito ha invece affermato che eliminerà gradualmente le importazioni entro la fine del 2022. Il divieto del petrolio russo potrebbe avere conseguenze negative per tutto il mondo.

La Russia è il terzo maggiore produttore di petrolio al mondo, dopo gli Stati Uniti e l’Arabia Saudita, e il secondo maggiore esportatore.

Si può sostituire il petrolio russo?

Il mercato petrolifero è già ristretto. Gli unici due produttori che potrebbero aumentare significativamente la produzione in tempi relativamente brevi sono l’Arabia Saudita e gli Emirati Arabi Uniti.

L’eventuale contributo di Iran e Venezuela sarebbe minimo. Nemmeno gli Stati Uniti, nonostante il loro status di superpotenza energetica, potrebbero fare granché.

L’aumento del prezzo del petrolio dovrebbe galvanizzare gli investimenti nello scisto statunitense. Tuttavia l’offerta potrebbe non essere pronta per sostituire in tempi brevi la produzione russa.

Le conseguenze del divieto del petrolio russo sull’inflazione

Gli analisti pensano che i prezzi potrebbero arrivare fino a $ 160 o addirittura $ 200 al barile se gli acquirenti continuano a evitare il greggio russo.

L’effetto più immediato sarà quindi quello sull’inflazione. A sua volta, l’aumento dell’inflazione ha conseguenze negative sul tenore di vita delle persone.

In genere, ogni aumento del 10% del prezzo del petrolio aumenta l’inflazione dell’Eurozona da 0,1 a 0,2 punti percentuali. Negli Stati Uniti, ogni aumento di 10 dollari al barile aumenta l’inflazione di 0,2 punti percentuali.

Oltre ad essere un importante fornitore di petrolio e gas, la Russia è anche il più grande esportatore mondiale di cereali e fertilizzanti e uno dei principali produttori di palladio, nichel, carbone e acciaio. Il tentativo di escludere la Russia dal sistema commerciale colpirà un’ampia gamma di settori e si aggiungerà ai timori sulla sicurezza alimentare.

L’impatto sulla crescita economica

Il divieto del petrolio russo rallenterebbe la ripresa globale dalla pandemia. I calcoli preliminari della BCE suggeriscono che la guerra potrebbe ridurre il PIL dell’Eurozona da 0,3 a 0,4 punti percentuali quest’anno. Nello scenario peggiore la crescita potrebbe perdere un punto percentuale.

Negli Stati Uniti, la Fed stima che ogni aumento di 10 dollari al barile dei prezzi del petrolio ridurrà la crescita di 0,1 punti percentuali.

In Russia, è probabile che i danni saranno più ingenti e immediati. L’effetto combinato del divieto di importazione del petrolio russo da parte di Stati Uniti e Europa sarebbe significativo nonostante la Cina sia il principale destinatario. Le importazioni da tutti i paesi dell’UE e dagli Stati Uniti superano il 48% del totale.

paesi importatori petrolio russo
I maggiori importatori di petrolio russo

La stagflazione, ovvero una decelerazione della crescita accompagnata a un’inflazione elevata, è uno scenario economico probabile per molti paesi nei prossimi mesi.

Come risponderanno le politiche delle banche centrali?

Per la Fed, l’impatto inflazionistico si è già dimostrato troppo grande. Powell ha affermato che i tassi di interesse dovranno aumentare questo mese.

Per la BCE, l’urgenza di un’azione politica è meno acuta in quanto il mercato del lavoro gode ancora di capacità inutilizzate e gli aumenti salariali sono abbastanza contenuti.

E’ probabile che per la BCE sarà più difficile normalizzare la politica monetaria. L’Europa sta accusando molto le ripercussioni delle sanzioni alla Russia. I prezzi dell’energia elettrica sono già a livelli record in tutta Europa e saliranno ancora più in alto.

prezzi elettricità germania
I prezzi dell’energia elettrica in Germania si trovano ai massimi storici

Sostituire i volumi di greggio che la Russia fornisce all’Europa è estremamente difficile.

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario.

Non per scelta ma perché nessuno lo ha mai insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perché se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione.

Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.

RISCHI DI INVESTIMENTO

Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.

Cookie Policy