Investimenti in AI: Opportunità d’Oro o Trappola Finanziaria?

Negli ultimi anni, l’intelligenza artificiale (AI) ha vissuto una crescita esponenziale, sia in termini di sviluppo tecnologico che di investimenti, offrendo opportunità senza precedenti ma anche significativi rischi. In questo articolo, esploreremo le tendenze attuali, le applicazioni più promettenti e le preoccupazioni degli investitori, fornendo

Scopri

Powell Mette in Guardia sui Rischi del Mercato del Lavoro

Il presidente della Federal Reserve, Jerome Powell, ha recentemente lanciato un avvertimento sui rischi del mercato del lavoro, sottolineando che l’inflazione non è l’unico pericolo per l’economia. Durante le sue dichiarazioni al Congresso, Powell ha evidenziato come il raffreddamento del mercato del lavoro e l’incertezza

Scopri

L’Impatto del Fallimento di Mt. Gox sul Prezzo di Bitcoin

Negli ultimi giorni, Bitcoin ha subito una flessione, alimentata dai timori di possibili vendite da parte dei creditori dell’exchange fallito Mt. Gox. Questo ha generato dubbi sulla tenuta del mercato rialzista delle criptovalute iniziato l’anno scorso. Ma cosa sta succedendo esattamente e perché il fallimento

Scopri

E’ il momento di investire su TESLA?

Consegne record di veicoli per Tesla. E’ il momento di investire sul titolo ?

In questo approfondimento voglio analizzare la situazione della casa automobilistica texana di proprietà di Elon Musk e quali sono le sfide che dovrà affrontare per continuare a generare valore per i suoi azionisti.

Record di vendite

Secondo i dati riportati da Tesla l’azienda ha prodotto circa 440 mila veicoli, consegnandone circa 423.000.

Questo in parte grazie alla decisione della società di ridurre il prezzo prima in Cina e poi negli Stati Uniti delle sue auto più popolari all’inizio di gennaio per cercare di stimolare le vendite.
Infatti la Model Y è scesa di circa il 6% rispetto al 2022 e la Model 3 ora viene venduta a $ 53.990, circa il 20% in meno.

Dato che Tesla ha anche abbassato il prezzo di Model S e Model X, le sue auto più lussuose sembra che la manovra sia profondamente strategica.
E sembra che il risultato sia stato raggiunto perché l’azienda   ha dichiarato che le vendite sono aumentate maggiormente in Cina e negli Stati Uniti.

Obiettivo fallito

Nonostante le  consegne year over year siano aumentate del 36%,segnando una cifra record, Il dato però  è stato ben al di sotto dell’obiettivo che Elon Musk aveva fissato per l’azienda per quest’anno.
In particolare c’è stato un aumento del 45% delle consegne di Model 3 e Model Y rispetto al Q1 del 2022, mentre le consegne di Model S e Model X sono diminuite del 27%

Infatti l’AD  aveva dichiarato che l’obiettivo dell’azienda sarebbe stato quello di produrre circa 2 milioni di veicoli e per questo avrebbe dovuto generare vendite superior di circa del 20 %.

La grande incognita per l’azienda americana resta legata  ai margini. Il taglio dei prezzi avrà un impatto significativo nei ricavi dell’azienda.

Previsioni

Ma vediamo quali sono le previsioni per gli utili di Q1 2023 che verranno rilasciati il 19 aprile.  I ricavi previsti sono in calo del 3,7 % rispetto al trimestre precedente. A preoccupare gli analisti non sono i ricavi, ma la redditività perché è previsto un calo del 12,4% rispetto al 19,2 % del primo trimestre.
Secondo Morgan Stanley il gross margin (ricavi – costo del venduto) si aggirerà  intorno al 20 % , obiettivo che però potrebbe rivelarsi difficile da difendere nei trimestri successivi in caso di concorrenza e rallentamento economico.

Del resto l’industria automobilistica è altamente competitiva. I principali concorrenti negli Stati Uniti  sono sia case automobilistiche legacy come Ford   e General Motors  sia produttori di veicoli elettrici innovativi come Rivian Automotive. La concorrenza delle case automobilistiche europee come Volkswagen o Mercedes, che stanno sperimentando sempre nuovi modelli orientati al green è ancora più forte.

Inoltre anche il segmento del mercato  asiatico è molto competitivo, Nio e Byd sono sempre più diffuse e detengono grandi quote di mercato.

Bilancio aziendale

Guardando il bilancio 2022 vediamo come i risultati sono solidi con 1,3 milioni di consegne di auto nel 2022, un utile netto di 12,5 miliardi di dollari e un flusso di cassa libero di 7,5 miliardi di dollari.

Bilancio Tesla – Fonte Evaluation.it

Gli indicatori di redditività hanno subito un incremento del ROI (return on investments) del 50,93% e una crescita del ROE return on equity del 28,9%. Il rapporto debt to equity passa a -0,41. Da questa tabella vediamo come il margine operativo di Tesla e il suo Free cash Flow siano sostanzialmente migliori rispetto ad altri concorrenti.

MARGINE OPERATIVO %FCF MARGINE
Tesla17.00%9.00%
Stellantis12.00%6.00%
General Motors7.00%0.00%
Toyota7.00%0.00%

Nell’ottobre del 2022 lo S&P ha aggiornato il rating creditizio  della società passando da BB+ a BBB,uscendo ufficialmente dalla categoria “Junk”.

Sempre se analizziamo il bilancio un punto di forza dell’azienda Texana , è dato dal fatto che l’azienda spende molto di più rispetto ai suoi concorrenti in ricerca e sviluppo, e molto meno per il Marketing.

Spesa Ricerca e Sviluppo – Fonte visualcapitalist.com

Business model

Tesla ha un business model totalmente differente rispetto alla concorrenza. Nel settore automotive la maggior parte delle aziende preferisce affidare circa l’80% della produzione outsourcing. Al contrario Tesla utilizza una strategia di integrazione verticale. Secondo il Forbes Musk è riuscito a ottenere oltre il 70 % del valore totale della catena produttiva. Questo sia vendendo direttamente tramite i propri canali di distribuzione, sia producendo internamente i propri componenti elettronici. E’ qui che risiede il vantaggio competitivo di Tesla.

Se pensiamo ad esempio alle batterie prodotte dalla casa texana sono più efficienti di quelle della concorrenza ed hanno anche una maggiore longevità. 

Ma sarebbe riduttivo secondo me considerare L’azienda di Musk  solamente come una casa automobilistica. Infatti il brand investe massicciamente anche  in altri settori come quello dell’intelligenza artificiale, dei software e della robotica. Un chiaro esempio lo abbiamo avuto quando a ottobre 2022 ha lanciato Optimus, un robot in grado di apprendere e adattarsi all’ambiente che può sostituire l’uomo in alcuni lavori manuali. 

E’ stato progettato  per facilitare il trasporto dei pezzi negli impianti produttivi in modo da efficientare il processo. 

MUSK e AI

Nonostante questo,recentemente Elon Musk, e altri ricercatori,hanno lanciato un allarme proprio in merito all’intelligenza artificiale. In una lettera aperta pubblicata dal Future of Life institute, si è chiesto uno stop di almeno sei mesi per lo sviluppo di nuovi sistemi di intelligenza artificiale. Nella lettera si sottolinea come l’evoluzione potrebbe portare a uno scenario “Terminator “, poiché potrebbe portare a cambiamenti profondi nella vita del pianeta. La richiesta di Musk e degli altri esperti del settore è quella di sviluppare questi sistemi quando si saprà con sicurezza che questi avranno effetti positivi.

Sfide da affrontare

Sarà difficile per l’azienda continuare ad aumentare di valore al tasso che ha avuto negli ultimi dieci anni. L’azienda dovrà affrontare alcune sfide.

L’obiettivo principale dovrebbe essere quello di efficientare la produzione e ridurre le interruzioni di fornitura dei componenti. Questo permetterebbe anche di  ridurre il costo dei suoi veicoli al fine  di aumentare le vendite.

 Dovrà però essere in grado di reperire le materie prime chiave per la produzione di automobili, a costi ragionevoli. La scarsità di semiconduttori e di batterie al litio si è aggravata con la pandemia. Tesla in questo campo sta cercando di ridurre l’approvvigionamento da fonti terze. 

Ha stipulato infatti, un accordo con Panasonic per la costruzione di una nuova Gigafactory. Nel comunicato si legge che: Panasonic, realizzerà le celle agli ioni di litio e si preoccuperà di acquistare e gestire tutti i macchinari e le tecnologie necessarie per farlo.

Le fabbriche di Tesla sono tra le più grandi al mondo, e con l’ampliamento della capacità produttiva della Gigafactory di Berlino e Shanghai potrà creare forti economie di scala.

Va tenuto in considerazione però che le crescenti tensioni politiche tra Stati Uniti  e Cina rendono incerte le prospettive per il futuro. Un’uscita di scena dalla Gigafactory di Shanghai potrebbe essere un duro colpo.

Ma tutto sommato Tesla si trova in una posizione privilegiata, poiché sta guadagnando quote di mercato sia negli Stati Uniti che a livello internazionale  in un mercato in continua crescita. 

Infine c’è da capire come si evolverà la situazione Macro economica, che nel caso di una recessione,  potrebbe incidere di più proprio sui titoli ad alto beta e sul settore dei beni discrezionali

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario.

Non per scelta ma perché nessuno lo ha mai insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perché se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione.

Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.

RISCHI DI INVESTIMENTO

Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.