I giorni migliori per la crescita degli utili sono ormai dietro di noi

L’attenzione sul secondo trimestre e su una possibile recessione tecnica è stata molto acuta negli ultimi tempi. Le aspettative di un rallentamento della crescita degli utili aziendali sono aumentate. Mentre l’S&P 500 è scivolato in un bear market, gli analisti hanno continuato ad essere ottimisti. Recentemente però, Wall Street si sta affrettando a rivedere le sue stime, in accordo con il contesto macro che stiamo vivendo.

stime degli utili e S&P 500

Nonostante la percentuale di revisioni positive non sia scesa a minimi recessivi, la velocità del declino è stata notevole. La quota di membri dell’S&P 500 con revisioni trimestrali positive è diminuita significativamente nell’ultimo anno (da quasi il 70% a poco più del 30%). L’aumento dei costi di input, l’inasprimento monetario e il calo della domanda dei consumatori hanno pesato sul numero di upgrade. Storicamente, questa dinamica ha anticipato la debolezza del mercato azionario e della crescita degli utili.

revisioni positive degli utili

I risultati degli earnings finora

Secondo Refinitiv, il tasso di crescita anno su anno per gli utili dell’S&P 500 del secondo trimestre è del 6,1%. Tuttavia, escludendo il settore energetico, gli utili dovrebbero diminuire del 3,3%, segnando la prima contrazione della crescita degli utili dal terzo trimestre del 2020. Delle 107 società che hanno riportato gli earnings fino ad ora, il 74,8% ha battuto le stime degli analisti. Questa percentuale si confronta con una media di lungo termine del 66% ma è comunque inferiore alla media dell’81% degli ultimi quattro mesi.

Analizzando i vari settori, i risultati sono stati contrastanti. Si prevede che i consumer discretionary, i financials e i communication services subiranno un’ulteriore decelerazione dei guadagni. I tassi di crescita degli utili dei titoli difensivi come i consumer staples, l’healthcare e le utilities sono scesi drasticamente.

I giorni migliori per la crescita degli utili sono sicuramente alle nostre spalle. La crescita degli utili ha raggiunto un picco del 96% nel secondo trimestre del 2021, una cifra che non era sostenibile.

Le variazioni anno su anno dell’S&P 500 e degli utili tendono a muoversi all’unisono. Ciò indica dei rischi al ribasso per la crescita degli utili. Tuttavia, il fatto che la crescita YoY dell’S&P sia passata in territorio negativo non significa necessariamente che la crescita degli utili debba diventare negativa.

crescita degli utili e S&P 500

Beat vs Miss

Nell’ultimo anno e mezzo, gli investitori hanno premiato le società che hanno battuto le stime e punito quelle che non le hanno raggiunte. Le aziende che hanno battuto le aspettative hanno sovraperformato l’S&P dello 0,5%. Invece, la sottoperformance media delle aziende che hanno deluso è stata pari al -2,3%.

aziende che battono le aspettative degli utili

Dal grafico si può notare che ultimamente il mercato è diventato meno entusiasta per le aziende che superano le stime. Sebbene la stagione degli earnings non sia ancora finita, l’azione sui prezzi suggerisce che l’attenzione continuerà a spostarsi sulle prospettive delle società piuttosto che sui risultati del secondo trimestre. In altre parole, le linee guida delle aziende stanno pesando maggiormente sulle performance.

Gli avvertimenti di Walmart e di altri retailer

Walmart prevede che l’utile per azione scenderà del 13% nell’anno fiscale in corso. La revisione al ribasso delle prospettive dell’azienda deriva dal fatto che i consumatori si rifiutano di comprare articoli di grandi dimensioni concentrandosi sull’acquisto di generi alimentari meno redditizi. Due mesi fa, la società aveva previsto che l’utile per azione sarebbe diminuito solo dell’1%.

Walmart crolla


Il mese scorso anche Target ha ridotto le sue previsioni di profitto, citando il costo per ridurre le scorte di merce che i suoi clienti erano sempre più riluttanti ad acquistare per colpa dell’inflazione. Ciò accumuna i due retailer in quanto Walmart ha affermato di ridurre i prezzi di alcuni beni in eccesso di cui si vuole liberare.

Per i rivenditori, l’indebolimento delle previsioni di profitto è la dolorosa conseguenza dell’accumulo di scorte dopo anni di vincoli della catena di approvvigionamento e domanda in forte espansione. Forse pensavano che la forte domanda potesse essere mantenuta indefinitamente ma hanno scoperto a loro spese che non è così.

Zoom dei singoli settori

Nel trimestre in corso, non sorprende che l’energia sia in testa per quanto riguarda le revisioni positive. Al contrario, il settore tecnologico sta registrando la percentuale maggiore di declassamenti. La forza del comparto energetico è dovuta all’aumento dei prezzi del petrolio e all’impatto positivo della riapertura dell’economia.

la crescita degli utili e le revisioni

Vale la pena notare che il settore dei beni di prima necessità è vicino al fondo della classifica delle revisioni. Il settore, considerato difensivo, è stato sottoposto a enormi pressioni poiché i costi più elevati e la compressione dei margini hanno pesato sulle prospettive delle società.

La crescita degli utili durante i mercati ribassisti

Per l’intero anno fino ad oggi, il declino dell’S&P 500 è stato guidato da una contrazione dei multipli. I P/E ratio dell’S&P 500 e dei suoi settori sono stati schiacciati. La contrazione è stata più forte per le aziende ad alta crescita, che avevano raggiunto livelli di valutazione estremamente elevati l’anno scorso. Con le valutazioni che hanno subito una brusca correzione, l’attenzione adesso si è spostata sul denominatore del P/E ratio.

Come mostrato nel grafico sottostante, l’attuale percorso degli utili è molto simile a quello visto nel crollo delle dotcom. Sebbene il mercato abbia raggiunto il picco nel marzo 2000, è stato solo nel settembre dello stesso anno che la crescita degli utili ha raggiunto il picco. La crescita degli utili ha subito una correzione molto più rapida dopo il picco del mercato durante la crisi finanziaria globale e la recessione del 1990.

la crescita degli utili durante i mercati ribassisti

La dimensione del campione preso in esame per la costruzione del grafico è piccola. Inoltre, ogni flessione ha le sue caratteristiche e particolarità.

ARTICOLI CORRELATI:

La definizione di recessione: è già iniziata?

Inflazione statunitense al 9,1%

Cosa aspettarsi dalla seconda metà dell’anno sui mercati finanziari?

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario.

Non per scelta ma perché nessuno lo ha mai insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perché se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione.

Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.

RISCHI DI INVESTIMENTO

Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.