Il Merge di Ethereum

Avrete senz’altro sentito il termine “The Merge” in questo periodo. Se il mondo delle criptovalute vi interessa, saprete sicuramente che si tratta dell’upgrade del network di Ethereum. E’ il più grande aggiornamento di qualsiasi rete blockchain di criptovalute avvenuto fino ad oggi.

L’intera blockchain si sposterà sui nuovi nodi di convalida Proof-of-Stake. I token rimarranno esattamente gli stessi per gli investitori e non dovrebbero esserci modifiche alle operazioni delle applicazioni basate su Ethereum. Tuttavia, durante il Merge gli utenti potrebbero non essere in grado di trasferire asset basati su Ethereum. Dopo anni di ritardi, l’update è previsto per oggi, il 15 settembre 2022.

Da Proof-of-Work a Proof-of-Stake

Fin dall’inizio, Ethereum è stato protetto con un meccanismo di consenso Proof-of-Work (PoW), che richiede potenza di elaborazione hardware per risolvere complicate equazioni matematiche nel processo per estrarre il blocco successivo nella blockchain.

Il passaggio a Proof-of-Stake (PoS) eliminerà la necessità per i nodi di mining di competere per i premi in blocco e richiederà invece agli operatori di nodi di mettere in gioco 32 Ether (ETH) come garanzia per diventare validatori di rete per guadagnare i premi.

Per semplificare eccessivamente, lo staking consiste nel depositare o bloccare i propri token per un periodo di tempo e ricevere in cambio degli interessi.

Il passaggio a un meccanismo di consenso Proof-of-Stake ha dei vantaggi. Riducendo i requisiti hardware per gli operatori dei nodi, la decentralizzazione è maggiore. Inoltre, il passaggio comporterà una riduzione del 99,95% del consumo di energia di Ethereum e la capacità di ridimensionare ulteriormente l’ecosistema.

Attualmente, vengono estratti circa 13.000 Ethereum al giorno. Dopo il Merge quel numero scenderà a circa 1.600. Ciò renderà Ethereum un asset maggiormente deflazionistico.

Come funziona lo staking di Ethereum?

Per poter beneficiare dei premi in blocco dopo il Merge di Ethereum, i validatori di nodi dovranno mettere in staking 32 ETH in uno smart contract che rimarrà bloccato fino a quando un futuro aggiornamento della rete consentirà i prelievi.

Mentre alcune blockchain PoS offrono maggiori possibilità di premi agli utenti che scommettono una maggiore quantità di criptovalute, Ethereum gestisce i premi con una lotteria casuale per selezionare chi proporrà un nuovo blocco da aggiungere alla blockchain.

In effetti, Ethereum ha affermato che quando i prelievi dal validatore sono abilitati, gli staker sono incentivati ​​a rimuovere i loro guadagni poiché questi fondi non contribuiscono al peso dello stake (che raggiunge un massimo di 32).

Coloro che non possiedono 32 Ether o non desiderano eseguire un nodo validatore possono comunque unirsi a un pool di staking. Questi pool combinano i depositi di più individui per lo staking di 32 ETH richiesti per un nodo validatore. I premi in blocco da quel nodo vengono quindi condivisi in proporzione al deposito per singolo account dello staking pool.

I rischi del Merge di Ethereum

Ci sono alcuni rischi che riguardano l’aggiornamento della blockchain di Ethereum.

Gli attacchi Denial of Service (DoS)

Con il passaggio al Proof-of-Stake, i proponenti della rete saranno conosciuti in anticipo, rendendoli vulnerabili a un attacco DoS. Ad esempio, se un potenziale aggressore è in linea per proporre uno dei prossimi blocchi nella blockchain, può tentare di eseguire un attacco di rete del nodo dell’attuale proponente, facendogli perdere lo slot. Di conseguenza, le transazioni in quello slot possono essere raccolte da chi ha lanciato l’attacco.

Centralizzazione di ETH in staking

Gli staking pool sono diventati molto popolari, poiché la maggior parte degli investitori non ha i 32 Ethereum necessari per lo stake. Ciò potrebbe finire per concentrare il numero di nodi validatori sotto l’influenza di entità centralizzate.

Truffe

Molte applicazioni crittografiche si sono riferite all’aggiornamento di Ethereum come “Ethereum 2.0”, portando molti a pensare che ci sarà una criptovaluta di nuova formazione chiamata ETH 2, ma non è così. Ciò rende i possessori di ETH suscettibili ai truffatori, che potrebbero cercare di sfruttare questa confusione e convincere gli utenti a scambiare i loro ETH con “ETH 2”.

Calo del prezzo di ETH

Se si dovessero verificare battute d’arresto con il Merge, il prezzo di Ethereum e altre criptovalute potrebbe crollare.

A cosa può portare il Merge?

Il Merge porta in primis al ribaltamento dei modelli di business dei minatori e allo sconvolgimento delle classifiche ESG. In secondo luogo, il passaggio al PoS potrebbe invogliare più investitori ad entrare nello spazio crittografico.

Se il sistema PoS si rivelerà effettivamente un’alternativa più ecologica, le autorità di regolamentazione potrebbero costringere sempre più criptovalute PoW a ridurre il consumo di energia.

Per gli investitori, Ethereum assomiglierà più a un’attività finanziaria tradizionale che paga interessi a doppia cifra. Ciò potrebbe attirare hedge fund e gestori di denaro. Gli stakeholder possono aspettarsi rendimenti del 10-15% annuo, senza tener conto delle potenziali plusvalenze derivanti da movimenti positivi del prezzo. Si tratta di rendimenti estremamente interessanti che, come spesso accade in ambito finanziario, denotano un rischio molto più elevato.

Oltre a lavorare per un Ethereum più sostenibile ed ecologico, Merge consentirà anche ulteriori aggiornamenti di scalabilità che non erano possibili con il PoW.

Se tutto funzionerà, il Merge di Ethereum potrebbe essere un enorme passo avanti per migliorare la reputazione delle criptovalute, andando oltre l’opportunità che deriva dall’aumento del loro prezzo.

Cosa sta facendo il prezzo di Ethereum?

Il prezzo di Ethereum si è più che dimezzato da inizio anno e attualmente si trova intorno ai 1600 $. Tuttavia, è riuscito a sovraperformare Bitcoin durante questo “inverno delle crypto”. Nonostante sia diminuita, la correlazione tra i due token più grandi del mondo e il Nasdaq è ancora alta.

Il Merge di Ethereum. Prezzo di Ethereum 20 giorni correlazioni
ARTICOLI CORRELATI:

Le criptovalute: una delle classi di attività più rischiose

Il bear market delle criptovalute

Il crollo TerraUSD rappresenta davvero la fine delle stablecoin algoritmiche?

Il Monerun di Monero

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario.

Non per scelta ma perché nessuno lo ha mai insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perché se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione.

Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.

RISCHI DI INVESTIMENTO

Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.

Cookie Policy