Investire nel Mercato del Rame 2024: Tra Realtà e Speculazione

Investire nel mercato del rame sta emergendo come una delle opportunità più interessanti nel 2024. Con un incremento significativo dei prezzi, questo metallo sta attirando l’attenzione di investitori e analisti in tutto il mondo. Questo articolo esplorerà le dinamiche attuali del mercato del rame, mettendo

Scopri

Come Gestire il Rischio Integrando l’IA in un Portafoglio Azionario

La rivoluzione tecnologica porta opportunità e volatilità. Tuttavia, esistono modi per catturare l’innovazione dell’intelligenza artificiale (IA) gestendo contemporaneamente il rischio. Gestire il rischio di un portafoglio che integra l’IA è fondamentale per garantire una crescita sostenibile e proteggere gli investimenti. Le aziende al centro della

Scopri

Il rallentamento della Cina rende più difficile evitare una recessione globale

Contro ogni aspettativa, la People’s Bank of China ha tagliato i tassi d’interesse di 10 punti base. La decisione è in netto contrasto con la rotta intrapresa dai suoi peers globali. E’ probabile che la PBOC ritenga che l’economia cinese sia in uno stato peggiore di quello che sembra e questo è un segnale importante poiché il rallentamento della Cina rende più difficile evitare una recessione globale.

Il taglio dei tassi ha sorpreso gli esperti. Secondo le loro previsioni, la banca centrale cinese si sarebbe focalizzata sul controllo dell’inflazione, sostenendo al contempo la crescita economica. Data la necessità di mantenere la stabilità dei prezzi, pensavano che la probabilità di un taglio dei tassi d’interesse fosse bassa.

Come le sue controparti occidentali, la PBOC adesso potrebbe essere molto più dipendente dai dati. Le ultime news cinesi non sono state molto buone e questo può aver avuto un’influenza sulla decisione della banca centrale.

Il rallentamento della Cina

Le vendite al dettaglio sono cresciute del 2,7% a luglio rispetto a un anno fa, ben al di sotto della stima del 5% e in calo dal 3,1% di giugno. Le vendite delle categorie legate alla ristorazione, ai mobili e alle costruzioni sono diminuite mentre le vendite di auto, una delle categorie più grandi per valore, sono aumentate del 9,7%.

La produzione industriale è aumentata del 3,8%, mancando le aspettative di una crescita del 4,6%, ed è in calo dal 3,9% del mese precedente. Gli investimenti per i primi sette mesi dell’anno sono aumentati del 5,7% rispetto a un anno fa, mancando le aspettative di una crescita del 6,2%.

I dati più preoccupanti sono quelli del settore immobiliare. Le vendite di immobili si sono contratte del 29%, segnando un calo ancora più profondo rispetto a quello del 18% a giugno. L’inizio delle costruzioni è diminuito del 45%, invariato rispetto a giugno. Gli investimenti nel settore immobiliare sono diminuiti a un ritmo più rapido a luglio rispetto a giugno.

La domanda cinese e le sue implicazioni per il resto del mondo

Per il resto del mondo, il dato più importante proveniente dalla Cina è il volume delle sue importazioni. Per anni la spesa cinese ha rappresentato un vento favorevole per l’economia mondiale. Dai dati sembrerebbe che la Cina abbia perso l’appetito per le importazioni. Le esportazioni invece sono in aumento. Il grafico seguente utilizza le medie mobili a 12 mesi per evitare le distorsioni causate dalle vacanze del capodanno lunare.

rallentamento economia Cina importazioni esportazioni

La debolezza della domanda cinese colpisce in modo diretto i prezzi delle materie prime, in particolare quello dei metalli industriali. La discesa del minerale di ferro e del rame sono stati chiari segnali della diminuzione della domanda.

rallentamento Cina crollo rame

L’impulso del credito

La Cina utilizza il credito per rilanciare l’economia. Ecco perché uno dei dati più osservati dagli economisti è l’impulso del credito cinese, ovvero la crescita del credito in proporzione alla crescita dell’economia. Sin dalla crisi finanziaria globale, la Cina ha dimostrato la capacità di aumentare nettamente l’impulso quando l’economia va male. Al momento la Cina non sembra per niente aggressiva nel far fluire il credito. Dopo la spinta del 2008, ogni sforzo per rilanciare l’economia è stato più debole del precedente.

impulso credito Cina

In poche parole, non abbiamo assistito allo stimolo sovradimensionato che è solitamente associato alle riprese dell’economia cinese. L’impulso al credito cinese anno su anno ha appena raggiunto la media storica dopo aver toccato il minimo nell’ottobre 2021.

E’ probabile che la politica monetaria rimanga accomodante. Tuttavia, la domanda di credito è anemica. L’efficacia dello stimolo che ha avuto luogo è stata minima per colpa dei continui problemi con i focolai di Covid e della crisi immobiliare che attanaglia il paese. Senza una sufficiente domanda di credito, qualsiasi stimolo monetario potrebbe essere vano.

La crisi immobiliare cinese

Le autorità cinesi devono anche fare i conti con le continue ricadute del calo dei prezzi degli immobili, che continua senza sosta da quasi un anno, e le difficoltà per gli sviluppatori immobiliari. I problemi di Evergrande hanno provocato brevemente uno spasmo nei mercati mondiali alla fine dell’anno scorso, ma ora hanno in gran parte lasciato i titoli dei giornali. Tuttavia, i problemi per lo sviluppatore sono ancora gravi. Infatti, il rendimento delle sue obbligazioni in scadenza nel 2025 è ora superiore al 150%.

rallentamento economia Cina: bond Evergrande

Molti acquirenti di case hanno interrotto i pagamenti dei mutui per protestare contro i ritardi nella costruzione degli appartamenti che avevano pagato prima del completamento, come è tipico in Cina. Ciò mette a dura prova i cashflow degli sviluppatori immobiliari, che a loro volta potrebbero portare a più ritardi nelle costruzioni.

I persistenti problemi finanziari degli sviluppatori insieme alle restrizioni legate al covid hanno ritardato i progetti di costruzione, spingendo gli acquirenti a mettere a rischio il proprio credito finanziario sospendendo i pagamenti del mutuo. Il sentiment ha ridotto la domanda e quindi anche i prezzi delle case.

Le autorità hanno dichiarato che la Cina non vivrà niente di simile alla crisi dei mutui subprime statunitensi del 2007 e hanno suggerito misure per aumentare la fiducia nel settore immobiliare e stabilizzare i prezzi delle case.

Sembrerebbe che le perdite su crediti relative ai prestiti ipotecari siano minime e che i saldi interessati siano attualmente piccoli nella maggior parte delle banche nazionali cinesi. Ma la pressione al ribasso potrebbe aumentare se l’ultima sospensione dei rimborsi dei mutui da parte di alcuni gruppi residenti in Cina non sarà gestita bene.

ARTICOLI CORRELATI:

Economia cinese: tra i lockdown e la crisi immobiliare

Recessione abitativa: cosa dicono i dati della NAHB

Il rallentamento del mercato immobiliare

Azioni cinesi: perché gli investitori stanno comprando?

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario.

Non per scelta ma perché nessuno lo ha mai insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perché se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione.

Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.

RISCHI DI INVESTIMENTO

Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.