Investire in periodi di deflazione

Negli ultimi 40 anni, la deflazione ha fatto da padrona nei mercati dei paesi sviluppati. In questo post capiremo come investire in periodi di deflazione.

Cos’è la deflazione?

La deflazione rappresenta un periodo in cui l’economia decelera insieme all’inflazione. Le forme più gravi di deflazione tendono a coincidere con le recessioni.

Solitamente, in questi periodi la disoccupazione aumenta e la domanda diminuisce. Ciò porta le aziende ad abbassare i prezzi per attirare clienti. A causa dei prezzi e dei profitti più bassi, le aziende sono più inclini a ridurre i salari e a licenziare.

Anche se i prodotti sono più convenienti, i consumatori tendono a diminuire la loro spesa. Le vendite e i ricavi delle aziende rimangono quindi depressi.

Questo scenario può creare un circolo vizioso della domanda e dell’offerta. Quando le aziende abbassano i prezzi, i loro margini di profitto si comprimono. Ciò porta alla necessità di ridurre i costi e quindi a più licenziamenti. L’aumento della disoccupazione riduce ulteriormente la domanda e così via.

Le forze deflazionistiche

Le principali influenze deflazionistiche sono il debito elevato, l’invecchiamento della popolazione, la delocalizzazione della produzione in luoghi più efficienti in termini di costi e il progresso tecnologico. Tutti questi fattori hanno esercitato una pressione sui tassi d’interesse a breve e lungo termine.

Man mano che gli Stati Uniti sono diventati più indebitati, i massimi e minimi ciclici dei tassi di interesse si sono stabiliti sempre più in basso per evitare che il servizio del debito sommergesse i flussi di cassa.

La deflazione come forza positiva

Un ambiente di leggera deflazione potrebbe anche essere positivo per gli investitori. I portafogli della maggior parte delle persone hanno una tendenza deflazionistica poiché sono esposti maggiormente su azioni e obbligazioni.
Le azioni tendono a fare bene quando i tassi di interesse scendono e lo stesso vale per le obbligazioni.

Le performance del cash durante la deflazione

Il cash è buono da tenere in quanto offre liquidità e opzionalità in un portafoglio. Tuttavia, le politiche monetarie degli ultimi decenni hanno fatto sì che esso risultasse il più sgradevole possibile. Lo stesso vale per le obbligazioni, che hanno ancora oggi rendimenti reali negativi.

Per sostenere un ambiente altamente indebitato in cui è necessario ridurre il servizio del debito, è necessario rendere poco attraenti sia la liquidità che le obbligazioni. Mentre la liquidità è una buona risorsa da detenere in ambienti deflattivi, è una cattiva risorsa da detenere in ambienti inflazionistici.

Investire in periodi di deflazione

Oltre al cash, durante periodi di deflazione, le obbligazioni e alcuni settori del mercato azionario tendono a performare bene. Vediamo più nel dettaglio le performance di queste classi di attività.

Le obbligazioni

I Treasury e le obbligazioni investment grade di società blue chip di alta qualità performano bene durante un ambiente deflazionistico. Questo perché la qualità dell’entità dietro di loro li rende degli asset sicuri. E’ infatti difficile che il governo vada in bancarotta e gli investitori hanno fiducia nella sua capacità di ripagare i debiti.

Lo stesso vale per le aziende di alta qualità. Queste società esistono da molto tempo, hanno un’ottimo management e solidi bilanci. Le loro entrate sono consistenti ed è improbabile che queste aziende falliscano, anche durante una recessione.

Le azioni difensive

Le azioni difensive sono quelle di società che vendono prodotti o servizi che i consumatori non possono eliminare neanche durante i periodi più difficili. In genere, questo tipo di aziende appartengono ai settori dei consumer staples e delle utilities.
.
Anche le azioni che pagano dividendi sono richieste durante i periodi di deflazione. Sebbene il prezzo delle azioni possa diminuire, gli investitori possono contare sui dividendi per continuare a ricevere un reddito passivo costante. Le Dividend Aristocrats, società che hanno aumentato i loro dividendi per almeno 25 anni consecutivi, sono molto indicate in questi periodi.

Stocks vs bonds

Secondo i dati raccolti fino al 2011, gli USA si sono trovati in deflazione in soli 18 dei 111 anni analizzati, ovvero il 16,22% delle volte. Le obbligazioni hanno ottenuto rendimenti positivi in ​​ciascuno dei 18 anni, con una performance media del 9,45%.

Le azioni statunitensi raccontano una storia leggermente diversa. Esse hanno fornito rendimenti positivi in ​​14 dei 18 anni (il 77,8% delle volte). Il loro guadagno medio è stato del 16,74%. Ma c’è un fenomeno degno di nota: le azioni hanno fatto molto meglio durante i periodi di leggera deflazione. Quando la deflazione è rimasta tra lo zero e il 3%, il rendimento medio delle azioni statunitensi è stato del 23,69%. Invece, quando la deflazione è scesa in territorio negativo, le azioni hanno sofferto, registrando una perdita media del -1,34%.

Investire durante periodi di deflazione
I ritorni medi di azioni e obbligazioni durante i periodi di deflazione

Le performance dell’oro in deflazione

Nonostante l’oro venga considerato da molti un asset di copertura dall’inflazione, esso tende a fare bene in periodi di deflazione. Le persone sono inclini a risparmiare di più e a investire in beni rifugio come l’oro e altri metalli preziosi durante i periodi di deflazione.

Il rapporto tra oro e inflazione non è lineare nel tempo. Il metallo tende a non mostrare una correlazione molto forte con l’inflazione quando essa è moderata. Tuttavia, la correlazione è forte quando l’inflazione supera una certa soglia.

Investire durante periodi di deflazione
La correlazione tra oro e inflazione
ARTICOLI CORRELATI:

I ritorni degli asset in stagflazione

Espansione economica: quali sono gli asset che performano meglio?

Investire durante una recessione: quali sono le performance degli asset?

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario. Non per scelta ma perchè nessuno glielo lo ha insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perchè se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione. Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.
RISCHI DI INVESTIMENTO
Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.