Inflazione USA ad agosto supera le aspettative

L’inflazione USA ad agosto ha superato le aspettative, vanificando le speranze di un nascente rallentamento e assicurando un altro aumento storicamente ampio dei tassi di interesse da parte della Federal Reserve. L’indice dei prezzi al consumo è aumentato dello 0,1% rispetto a luglio e dell’8,3%

Scopri

CPI di Agosto: cosa aspettarsi?

L’indice dei prezzi al consumo degli Stati Uniti è da tempo il dato più importante per gli investitori. Visto che il mercato azionario è salito negli ultimi giorni, molti pensano che i dati del CPI di agosto che usciranno oggi mostreranno un continuo calo dell’inflazione

Scopri

Gli aumenti della crescita dei salari legati alla pandemia

La ripresa dell’economia dopo il covid è stata caratterizzata da un mercato del lavoro teso e da un aumento della crescita dei salari nominali. La pandemia ha colpito in modo asimmetrico i diversi settori, dando vita a dinamiche eterogenee nel mercato del lavoro. Gli aumenti

Scopri

Le performance degli asset in regimi di inflazione diversi

Il set di dati Dimson-Marsh-Staunton contiene dati annuali sulle performance degli asset in diversi regimi di inflazione dal 1900 al 2010. I regimi di inflazione presi in esame sono:

  • grave inflazione: anni in cui l’inflazione annuale supera il 10%. Nei 111 anni presi in esame ci sono stati otto anni in cui ciò si è verificato, rappresentando il 7,21% di tutte le osservazioni.
  • inflazione elevata: periodi nei quali l’inflazione è stata superiore al 4%. Ci sono stati 20 anni nel periodo di raccolta dei dati in cui ciò si è verificato ( il 18,92% di tutte le osservazioni).
  • inflazione moderata: quando l’inflazione era compresa tra la fascia alta dell’obiettivo della Fed (2,0%) e la media post-1971 (4,40%). Gli anni di inflazione moderata sono stati 46, ovvero il 41,44% di tutte le osservazioni.
  • bassa inflazione: quando l’inflazione era compresa tra zero e l’1,60%. Ciò si è verificato 19 volte (il 17,12% di tutte le osservazioni).

Grave inflazione

Una forte inflazione è negativa per le performance delle obbligazioni e delle azioni statunitensi. Durante gli anni in cui l’inflazione è rimasta a livelli estremi, le obbligazioni non hanno mai registrato un rendimento reale positivo, perdendo in media il 12,19%. Le azioni invece hanno registrato tre anni positivi su otto ma hanno comunque perso una media del 7,33%.

performance asset regimi inflazione
Le performance degli asset in regimi di inflazione grave

Alta inflazione

L’inflazione elevata porta performance obbligazionarie negative, con una perdita reale media del 2,84%. Le obbligazioni hanno avuto rendimenti positivi in ​​sei dei 20 anni caratterizzati da alta inflazione (il 30% delle volte).

Le azioni si comportano significativamente meglio rispetto alle obbligazioni in un regime di inflazione elevata, fornendo un rendimento reale medio del 2,51%. Le azioni hanno avuto rendimenti reali positivi in ​​11 dei 20 anni di alta inflazione (il 55% delle volte).

performance asset regimi alta inflazione
Le performance degli asset in regimi di inflazione alta

Inflazione moderata

Le obbligazioni e le azioni statunitensi hanno rendimenti positivi durante i periodi di inflazione moderata. Le obbligazioni hanno ottenuto un rendimento reale medio del 3,58% mentre quello delle azioni è stato pari all’11,14%.

Le obbligazioni hanno avuto performance positive in ​​29 dei 46 anni in cui l’inflazione è stata moderata (il 63% delle volte). Dall’altra parte, le azioni hanno ottenuto rendimenti reali positivi in ​​36 dei 46 anni (il 78,2% delle volte).

performance asset regimi inflazione moderata
Le performance degli asset in regimi di inflazione moderata

Bassa inflazione

Gli ambienti a bassa inflazione sono molto buoni per le obbligazioni statunitensi e generalmente buoni per le azioni. Il rendimento medio del 5,92% delle azioni è stato ridotto da tre anni molto sfortunati: 1907 (-30,04%), 1929 (-14,72%) e 2008 (-37,29%). In regimi di bassa inflazione le obbligazioni sono andate molto bene e hanno fornito rendimenti reali positivi in ​​14 dei 19 anni (il 74% delle volte). La loro performance reale media è stata del 4,47%.

performance asset regimi bassa inflazione
Le performance degli asset in regimi di inflazione bassa

Deflazione

I regimi di deflazione forniscono il contesto migliore per le obbligazioni, che hanno ottenuto rendimenti positivi in ​​ciascuno dei 18 anni in cui si sono verificati. Il guadagno medio per le obbligazioni statunitensi durante la deflazione è stato del 9,45%, il più alto di tutte le osservazioni sotto vari regimi.

Le azioni statunitensi raccontano una storia leggermente diversa. Esse hanno portato performance positive in ​​14 dei 18 anni (il 77,8% delle volte). Il guadagno medio per le azioni durante la deflazione è stato del 16,74%.

Le azioni fanno molto meglio con una lieve deflazione. Quando la deflazione è compresa tra lo zero e il tre percento, il rendimento medio delle azioni americane è del 23,69 percento, ma quando la deflazione accelera e scende tra il tre e l’11 percento, le azioni vengono colpite, con una perdita media del -1,34 per cento.

performance asset regimi deflazione
Le performance degli asset in regimi di deflazione
ARTICOLI CORRELATI

Le performance degli asset in reflazione

Investire in periodi di deflazione

I ritorni degli asset in stagflazione

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario.

Non per scelta ma perché nessuno lo ha mai insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perché se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione.

Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.

RISCHI DI INVESTIMENTO

Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.

Cookie Policy