Investimenti in AI: Opportunità d’Oro o Trappola Finanziaria?

Negli ultimi anni, l’intelligenza artificiale (AI) ha vissuto una crescita esponenziale, sia in termini di sviluppo tecnologico che di investimenti, offrendo opportunità senza precedenti ma anche significativi rischi. In questo articolo, esploreremo le tendenze attuali, le applicazioni più promettenti e le preoccupazioni degli investitori, fornendo

Scopri

Powell Mette in Guardia sui Rischi del Mercato del Lavoro

Il presidente della Federal Reserve, Jerome Powell, ha recentemente lanciato un avvertimento sui rischi del mercato del lavoro, sottolineando che l’inflazione non è l’unico pericolo per l’economia. Durante le sue dichiarazioni al Congresso, Powell ha evidenziato come il raffreddamento del mercato del lavoro e l’incertezza

Scopri

L’Impatto del Fallimento di Mt. Gox sul Prezzo di Bitcoin

Negli ultimi giorni, Bitcoin ha subito una flessione, alimentata dai timori di possibili vendite da parte dei creditori dell’exchange fallito Mt. Gox. Questo ha generato dubbi sulla tenuta del mercato rialzista delle criptovalute iniziato l’anno scorso. Ma cosa sta succedendo esattamente e perché il fallimento

Scopri

Il rally delle obbligazioni continua: falso rimbalzo o vera ripresa?

I titoli del Tesoro sono riusciti a risalire dopo aver trascorso gran parte del 2023 “sott’acqua”. Le obbligazioni hanno prolungato il rally di novembre e si stanno dirigendo verso il loro mese migliore da marzo. L’indice Bloomberg delle obbligazioni statunitensi è recentemente passato a un rendimento positivo per l’anno in quanto i segnali di rallentamento dell’inflazione e la crescita misurata dell’occupazione hanno scatenato un rally che ha fatto crollare i rendimenti dai massimi in oltre un decennio.

Ci sono state alcune inversioni lungo il percorso, incluso un leggero aumento dei rendimenti alla fine della settimana ridotta dalle festività del Thanksgiving, ma l’indice di riferimento è ancora più o meno al punto in cui si trovava all’inizio dell’anno e il tono generale è costruttivo.

I rendimenti dei Treasury a 10 anni sono scesi di poco più di mezzo punto percentuale dopo aver toccato il massimo di 16 anni del 5,02% il 23 ottobre, per attestarsi a circa il 4,4%.

rally obbligazioni novembre 2023

Adesso molti osservatori del debito americano vedono il percorso verso una vera ripresa. La maggior parte degli strateghi di Wall Street prevede che la tendenza ai rendimenti più bassi persisterà e porrà le basi per ampi guadagni obbligazionari nel 2024. I tassi a lungo termine sono visti scendere più gradualmente data l’ondata di emissioni di debito necessaria per finanziare il deficit degli Stati Uniti. E’ giusto notare che molti dei grandi strateghi di mercato prevedevano che il 2023 sarebbe stato “l’anno dei bond”. Cerchiamo di capire quali sono i fattori che supportano la loro causa questa volta.

Di cosa ha bisogno il rally delle obbligazioni per continuare?

L’inflazione continua a diminuire e il mercato del lavoro statunitense si sta gradualmente raffreddando. I commodity trading advisor (CTA) – trader o aziende che forniscono consulenza personalizzata in merito all’acquisto e alla vendita di asset e che spesso usano strategie sistematiche e di trend following – stanno abbandonando le loro scommesse ribassiste. Nell’ultimo anno questa categoria di investitori ha vinto molto scommettendo su rendimenti più alti. Tutto ciò avviene in un contesto in cui cresce la convinzione degli investitori che il ciclo di aumento dei tassi più aggressivo degli ultimi decenni sia terminato.

Il mercato sembra aver abbracciato l’idea che il rallentamento dei dati economici accelererà l’arrivo dei tagli dei tassi. I trader obbligazionari si aspettano tagli da parte della Federal Reserve già nella prima metà del 2024. Probabilmente la Fed non invertirà velocemente la rotta. Ma con il calo dell’inflazione e il rallentamento della crescita questa sarà la direzione da seguire.

Tuttavia, dovremmo assistere a un peggioramento piuttosto grave del mercato del lavoro per vedere profondi tagli dei tassi il prossimo anno. Inoltre, l’inflazione rappresenta ancora un problema e i tassi potrebbero dover rimanere più alti per un periodo di tempo prolungato. Il presidente della Fed Jerome Powell ha recentemente affermato che l’inflazione ha già dato qualche illusione lungo la strada e che i funzionari continueranno a muoversi con cautela, consapevoli del rischio di essere fuorviati da alcuni mesi di dati positivi.

Negli ultimi tre anni, i titoli del Tesoro hanno messo in atto diversi falsi rimbalzi per poi bruciare coloro che avevano scommesso su un’inversione. Secondo molti osservatori, un rally sostenuto delle obbligazioni ha bisogno che l’economia cada in una profonda recessione.

I dati da tenere d’occhio

Questa settimana offrirà ai trader molte opportunità per decidere se il rally delle obbligazioni è intatto. Ci sono diversi relatori della Fed in programma, incluso il presidente Powell. I funzionari potrebbero segnalare che un ulteriore inasprimento rimane un’opzione dopo che il recente calo dei rendimenti e il rally degli asset rischiosi hanno in qualche modo allentato le condizioni finanziarie.

I trader riceveranno una lettura chiave dell’inflazione giovedì con il rilascio da parte del governo dei dati sulla spesa per consumi personali per ottobre. Si prevede che la misura dell’inflazione preferita dalla Fed mostrerà un rallentamento nel ritmo di crescita dei prezzi.

La prossima settimana uscirà il rapporto mensile sull’occupazione di novembre. Gli operatori monitoreranno attentamente la situazione, soprattutto dopo che la crescita occupazionale di ottobre è rallentata più del previsto e ha contribuito ad innescare l’attuale rally delle obbligazioni.

Mentre l’aumento dei rendimenti del mese scorso probabilmente ha segnato il picco per ora, potrebbero esserci altri ostacoli in vista per il mercato obbligazionario. Il premio per l’offerta aggiuntiva e i deficit fiscali deve emergere da qualche parte per invogliare gli investitori ad acquistare obbligazioni.

ARTICOLI CORRELATI:

Meglio le azioni o le obbligazioni con i rendimenti al 5%?

La correlazione tra azioni e obbligazioni è positiva: le implicazioni per i portafogli

6 ragioni per cui i rendimenti delle obbligazioni stanno aumentando

Il mercato rialzista delle obbligazioni è finito?

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario.

Non per scelta ma perché nessuno lo ha mai insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perché se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione.

Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.

RISCHI DI INVESTIMENTO

Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.