Bitcoin sopra i 60.000 dollari: flussi record negli ETF Spot

Bitcoin ha superato i 60.000 dollari e si trova ora ad un passo dal suo massimo storico. I guadagni della criptovaluta più grande del mondo hanno alimentato un ampio rally delle crypto. Cosa c’è dietro all’ultima “mania digitale”? Inizierei col dire che adesso è chiaro

Scopri

Apple abbandona l’auto elettrica: una scelta saggia?

Martedì è arrivata una notizia bomba da parte di Apple: il progetto multimiliardario Project Titan verrà abbandonato. Apple ha annullato lo sforzo decennale per costruire la sua auto elettrica, allontanandosi da uno dei progetti più ambiziosi nella sua storia. La decisione rivelata internamente ha sorpreso

Scopri

Ecco come Wall Street sta usando l’intelligenza artificiale

L’interesse per l’intelligenza artificiale si è diffuso anche a Wall Street. Le grandi banche non vogliono rimanere indietro nella corsa all’IA: circa il 40% di tutte le posizioni lavorative aperte riguardano ruoli legati all’intelligenza artificiale. JPMorgan è in prima linea. La più grande banca statunitense

Scopri

Spotify non è immune dal rallentamento economico e taglia 1.500 posti di lavoro

Spotify sta riducendo la sua forza lavoro del 17% nell’ambito di uno sforzo che porterà al taglio di 1.500 posti di lavoro e servirà a ridurre i costi e aumentare la redditività.

Il colosso dell’audio streaming è sulla buona strada per aggiungere più di 100 milioni di utenti nel 2023, la crescita annuale più grande finora. Ma l’amministratore delegato Daniel Ek ha dichiarato lunedì in una nota ai dipendenti che Spotify sta ancora spendendo troppo, citando il rallentamento economico e l’aumento del costo del capitale. Dopo la notizia dei tagli, le azioni di Spotify sono aumentate di oltre il 7%.

Spotify taglio posti lavoro

“Abbiamo ancora troppe persone dedite a sostenere il lavoro e persino a lavorare attorno al lavoro piuttosto che a contribuire a opportunità con un impatto reale”, ha affermato Ek nella dichiarazione. “È necessario che più persone si concentrino sui risultati per i nostri principali stakeholder: creatori e consumatori”.

Spotify ha previsto perdite operative per il quarto trimestre fiscale comprese tra 93 milioni di euro e 108 milioni di euro, citando oneri compresi tra 130 milioni di euro e 145 milioni di euro derivanti dalle indennità di fine rapporto e dai relativi cambiamenti immobiliari. In precedenza aveva previsto un utile operativo di 37 milioni di euro.

Il taglio di 1.500 posti di lavoro segue un periodo di crescita per l’azienda. Dal 2020, la sua forza lavoro è quasi raddoppiata. Alla fine del primo trimestre di quell’anno impiegava 5.779 persone e alla fine del 2022 l’organico è salito a oltre 10.000.

I motivi del taglio dei posti di lavoro di Spotify

Ek ha affermato che Spotify aveva discusso di effettuare tagli minori nel corso dei prossimi due anni, ma alla fine ha deciso di agire subito per allineare i costi.

Parte del ragionamento alla base dei tagli potrebbe essere l’espansione dell’azienda lontano dal business della musica, che richiede il pagamento di una parte sostanziale delle entrate ai detentori dei diritti. Per diversificare, Spotify ha speso oltre un miliardo di dollari nel podcasting. Ha acquistato studi, tecnologia pubblicitaria e una piattaforma per la creazione di contenuti. Negli anni successivi a quelle prime acquisizioni, ha ridimensionato i suoi investimenti nelle serie audio.

A gennaio l’azienda ha tagliato il 6% dei dipendenti in tutti i reparti, unendosi a una serie di aziende tecnologiche da Amazon a Meta Platforms. In totale, Spotify ha licenziato più di 2.000 persone quest’anno. Le aziende tecnologiche hanno aumentato la propria forza lavoro durante la pandemia, ma sono state costrette a effettuare riduzioni in risposta alla diminuzione delle entrate pubblicitarie e alle prospettive economiche instabili.

Con questi licenziamenti più recenti, Spotify si concentrerà su una struttura più snella che le consentirà di essere più strategica nel modo in cui reinvestire, ha affermato Ek. “La crescita economica è rallentata drasticamente e il capitale è diventato più costoso”, ha affermato il CEO. “Spotify non fa eccezione a queste realtà.”

L’economia sta rallentando

L’economia degli Stati Uniti è cresciuta ad un tasso annualizzato del 5,2% nel terzo trimestre di quest’anno. La stima nowcast della Federal Reserve di Atlanta mostra che il ritmo dell’espansione sta rallentando. Si prevede una crescita dell’1,2% nel quarto trimestre.

crescita economia Stati Uniti rallentamento

Al momento, la Fed sembra aver avuto successo nella sua missione. Ma l’inflazione core e i costi salariali rimangono superiori all’obiettivo. Per questo la banca centrale ha indicato che manterrà i tassi di interesse più elevati per un lungo periodo di tempo.

In risposta agli aumenti aggressivi dei tassi della Fed, i tassi ipotecari e gli interessi applicati su altri tipi di finanziamento, come il debito delle carte di credito e i prestiti automobilistici, sono aumentati.

Il contesto mutevole dei tassi di interesse ha avuto il maggiore impatto su settori dell’economia come l’immobiliare. L’attività ha subito un rallentamento a causa dell’aumento dei tassi ipotecari, che nell’ottobre 2023 hanno sfiorato l’8%, il livello più alto in oltre due decenni. I prezzi delle case sono scesi brevemente ma poi si sono ripresi. La combinazione tra la ripresa dei prezzi delle case e l’aumento dei tassi ipotecari rende l’accessibilità degli alloggi una preoccupazione maggiore.

Nonostante l’inasprimento della politica monetaria da marzo 2022, la crescita occupazionale è rimasta solida e i salari continuano a crescere a un ritmo annuo superiore al 4%, dando ai consumatori la possibilità di mantenere livelli di spesa più elevati.

Una questione chiave è se la Fed sarà in grado di riportare l’inflazione al target senza trascinare l’economia in una recessione, uno scenario conosciuto come “atterraggio morbido”. Due grandi domande relative alla politica monetaria sono se la Fed ha terminato il suo ciclo di aumento dei tassi e quando inizierà a tagliarli.

ARTICOLI CORRELATI:

Altman è tornato alla guida di OpenAI, ma alcuni dettagli sono rimasti irrisolti

I risultati di Nvidia non soddisfano le aspettative degli investitori

I drammi di OpenAI: perché Altman è stato licenziato?

Alibaba crolla dopo aver ritirato la quotazione della sua unità cloud citando la guerra dei chip

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario.

Non per scelta ma perché nessuno lo ha mai insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perché se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione.

Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.

RISCHI DI INVESTIMENTO

Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.