4 Suggerimenti per Proteggerti da un Crollo del Mercato

In un panorama finanziario alimentato da forti utili e inflazione contenuta, l’indice S&P 500 è salito a nuovi record, attirando gli investitori in preda alla FOMO. Eppure, dietro la facciata si nasconde un avvertimento. L’incredibile aumento del 30% dell’indice nelle ultime 52 settimane deriva da

Scopri

Chi sono gli uomini più ricchi del mondo nel 2024?

Il 2024 sta continuando a vedere l’ascesa dei titani tecnologici, della vendita al dettaglio e del lusso, con un gruppo ristretto di individui che accumula fortune oltre ogni comprensione. La ricchezza complessiva dei 10 individui più ricchi del mondo ammonta a 1,44 bilioni di dollari.

Scopri

Il Glossario dell’Intelligenza Artificiale

Chatbot E’ un software finalizzato alla comunicazione in linguaggio naturale con esseri umani e con il fine di automatizzare particolari compiti o reperire informazioni da banche dati. Questi prodotti possono sostenere conversazioni con le persone su argomenti che vanno dalle curiosità storiche alle ricette alimentari.

Scopri

Bitcoin sopra i 60.000 dollari: flussi record negli ETF Spot

Bitcoin ha superato i 60.000 dollari e si trova ora ad un passo dal suo massimo storico. I guadagni della criptovaluta più grande del mondo hanno alimentato un ampio rally delle crypto. Cosa c’è dietro all’ultima “mania digitale”? Inizierei col dire che adesso è chiaro

Scopri

Le azioni cinesi sprofondano in un mercato ribassista

Le azioni cinesi sono pronte a entrare in un mercato ribassista dopo che un indice chiave ha flirtato con la pietra miliare. L’indice Hang Seng China Enterprises è sceso fino al 2,5% mercoledì, portando le sue perdite dal picco del 27 gennaio a oltre il 20%. L’indicatore è sulla buona strada per registrare il suo più grande calo mensile da febbraio ed è uno dei peggiori performer tra 92 indici azionari globali.

Anche l’indice Hang Seng si sta dirigendo verso un mercato ribassista dopo essere sceso fino al 2,4% mercoledì. L’indice CSI 300 ha cancellato tutti i suoi guadagni per il 2023.

I dati di mercoledì hanno mostrato che l’attività manifatturiera cinese si è contratta per il secondo mese consecutivo a maggio, offrendo l’ultima prova che la ripresa post-Covid è in fase di stallo. Il pessimismo abbonda poiché una lenta ripresa economica, l’indebolimento dello yuan e le tensioni con gli Stati Uniti lasciano gli investitori con pochi motivi per acquistare.

Lo yuan offshore è sceso al minimo di sei mesi di 7,1198 per dollaro. I rischi geopolitici si sono intensificati, con gli Stati Uniti che hanno accusato la Cina di una “manovra inutilmente aggressiva” dopo che un caccia cinese ha virato davanti a un aereo da ricognizione statunitense sul Mar Cinese Meridionale. Pechino ha anche recentemente rifiutato una richiesta di Washington di incontrare i capi della difesa dei paesi questa settimana.

I fondi globali hanno ridotto le loro partecipazioni in azioni continentali per il secondo mese consecutivo, cosa che non accadeva dalla disfatta di ottobre. Le vendite di fondi nazionali sono scese quasi ai livelli visti dopo il crollo del mercato del 2015.

Alcuni settori legati all’intelligenza artificiale e alle imprese statali hanno assistito a dei rally nelle ultime settimane. Ma questi guadagni non sono stati sufficienti per evitare alle azioni cinesi di sprofondare in un mercato ribassista.

L’attività delle fabbriche cinesi peggiora a maggio

La ripresa economica della Cina si è indebolita a maggio poiché l’attività manifatturiera ha continuato a crollare, spingendo le azioni cinesi in un mercato ribassista. L’indice PMI del settore manifatturiero è sceso a 48,8, la lettura più bassa da dicembre 2022 e più debole della stima mediana di 49,5. Una lettura inferiore a 50 segnala una contrazione.

Un indicatore dell’attività non manifatturiera nei settori dei servizi e delle costruzioni è sceso a 54,5 da 56,4 del mese precedente, anch’esso al di sotto delle aspettative.

PMI cina maggio ripresa economica stallo

I dati confermano che la ripresa dell’economia si è raffreddata nel secondo trimestre dopo un’esplosione di attività dei consumatori all’inizio dell’anno.

Il rallentamento dell’espansione nel settore dei servizi – con l’indice che è sceso a 53,8 questo mese da 55,1 di aprile – è un altro segnale preoccupante, poiché quest’anno il settore è stato il principale motore della ripresa dell’economia.

Una serie di dati deludenti

Il PMI manifatturiero è solo l’ultimo di una serie di dati deludenti. Le importazioni cinesi sono crollate e la crescita delle esportazioni è rallentata ad aprile con il calare della ripresa, sollevando preoccupazioni sulla capacità del paese di rilanciare l’economia globale.

Dopo una ripresa di breve durata nel periodo febbraio-marzo, la domanda repressa per l’acquisto di abitazioni sembra giunta al termine. Le vendite di case stanno regredendo, sottolineando le sfide che la seconda economia più grande del mondo deve affrontare. Anche gli investimenti immobiliari continuano a contrarsi ed i consumatori sono riluttanti a contrarre mutui. Questo nonostante Pechino abbia lanciato una serie di misure per sostenere il mercato, dall’abbassamento dei tassi sui mutui per la casa all’allentamento delle regole di finanziamento per gli sviluppatori.

Il settore immobiliare cinese è fondamentale per le prospettive di crescita economica di quest’anno, in quanto rappresenta circa il 20% del prodotto interno lordo del paese. Il destino del settore pesa anche sull’economia globale, in quanto contribuisce a guidare la domanda di materie prime come il minerale di ferro e il rame.

La produzione industriale, le vendite al dettaglio e gli investimenti fissi sono cresciuti a un ritmo molto più lento di quanto previsto ad aprile. Una delle maggiori preoccupazioni è stata l’impennata del tasso di disoccupazione giovanile al massimo storico del 20,4%, segno che la ripresa post-pandemia non è abbastanza forte da assorbire i milioni di nuovi ingressi nel mercato del lavoro.

La ripresa della Cina necessita di ulteriori stimoli

Le richieste di ulteriori misure di stimolo si stanno facendo sempre più forti mentre le azioni cinesi sprofondano in un mercato ribassista e gli investitori diventano sempre più pessimisti riguardo alle prospettive di crescita.

Mentre molti si aspettano che la banca centrale possa ancora allentare la politica quest’anno, incluso il taglio del coefficiente di riserva obbligatoria per le banche o la riduzione dei tassi di interesse, i funzionari sono riluttanti ad adottare misure aggressive. Ci sono stati molti impegni a sostenere l’economia all’inizio dell’anno, ma nessuno di questi si sta concretizzando.

I funzionari stanno prendendo in considerazione nuovi incentivi fiscali del valore di centinaia di miliardi di yuan per le aziende manifatturiere di fascia alta, secondo una persona che ha familiarità con le discussioni. Ma non vi è alcun segno di una risposta politica imminente.

ARTICOLI CORRELATI:

Allentamento Covid Zero: il rally delle azioni cinesi può continuare?

Rally azioni cinesi: scommesse su riapertura e uscita dal Covid zero

Il crollo delle azioni cinesi dopo il Congresso del Partito Comunista: il nuovo termine di Xi Jinping preoccupa gli investitori

Azioni cinesi: perché gli investitori stanno comprando?

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario.

Non per scelta ma perché nessuno lo ha mai insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perché se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione.

Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.

RISCHI DI INVESTIMENTO

Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.