Investire nel Nucleare: Il Futuro dell’Energia per Data Center e IA

Negli ultimi anni, abbiamo assistito a un aumento vertiginoso del consumo di elettricità, spinto dall’espansione dei data center, delle criptovalute e delle tecnologie di intelligenza artificiale (IA). Immagina un futuro dove la richiesta di energia continua a crescere a un ritmo senza precedenti, e dove

Scopri

Investimenti in AI: Opportunità d’Oro o Trappola Finanziaria?

Negli ultimi anni, l’intelligenza artificiale (AI) ha vissuto una crescita esponenziale, sia in termini di sviluppo tecnologico che di investimenti, offrendo opportunità senza precedenti ma anche significativi rischi. In questo articolo, esploreremo le tendenze attuali, le applicazioni più promettenti e le preoccupazioni degli investitori, fornendo

Scopri

Powell Mette in Guardia sui Rischi del Mercato del Lavoro

Il presidente della Federal Reserve, Jerome Powell, ha recentemente lanciato un avvertimento sui rischi del mercato del lavoro, sottolineando che l’inflazione non è l’unico pericolo per l’economia. Durante le sue dichiarazioni al Congresso, Powell ha evidenziato come il raffreddamento del mercato del lavoro e l’incertezza

Scopri

L’Impatto del Fallimento di Mt. Gox sul Prezzo di Bitcoin

Negli ultimi giorni, Bitcoin ha subito una flessione, alimentata dai timori di possibili vendite da parte dei creditori dell’exchange fallito Mt. Gox. Questo ha generato dubbi sulla tenuta del mercato rialzista delle criptovalute iniziato l’anno scorso. Ma cosa sta succedendo esattamente e perché il fallimento

Scopri

La BOJ mantiene gli stimoli al primo incontro di Ueda

La Bank of Japan ha deciso di mantenere la sua politica monetaria ultra-accomodante nel suo primo incontro sotto il nuovo governatore Kazuo Ueda.

Gli operatori di mercato hanno interpretato la decisione della BOJ come più accomodante del previsto, come indicato dai movimenti valutari e obbligazionari. Lo yen si è indebolito di oltre l’1% rispetto al dollaro, mentre i future sui titoli di Stato hanno invertito le perdite per essere scambiati al rialzo. I rendimenti di riferimento sono scesi sotto il tetto tollerato dalla BOJ. Anche le azioni delle banche giapponesi sono scese.

rendimento 10 anni giappone primo incontro ueda boj

La banca centrale manterrà il limite dello 0,5% per i rendimenti dei titoli di Stato a 10 anni e il suo tasso ufficiale a breve termine al -0,1%. Tuttavia, è stata annunciata una revisione della politica, con un periodo di tempo pianificato da circa un anno a un anno e mezzo. Ueda ha anche eliminato le sue linee guida sui futuri livelli dei tassi di interesse.

Le dichiarazioni si avvicinano a ciò che il mercato si aspettava in termini di pazienza e moderazione. Tuttavia, è probabile che persista la speculazione sulla modifica del programma di controllo della curva dei rendimenti nei prossimi mesi.

Gli sforzi della BOJ per difendere il suo limite di rendimento a 10 anni attraverso massicci acquisti di debito hanno distorto il mercato obbligazionario e l’aumento dell’inflazione ha sollevato timori che gli stimoli monetari siano insostenibili.

Dopo l’esperimento da 11,7 trilioni di dollari di Kuroda per aumentare la crescita e l’inflazione, Ueda eredita un bilancio pesantemente gonfio e una serie di distorsioni del mercato.

L’abbandono della forward guidance

L’abbandono della guida sui tassi futuri e la richiesta di una revisione della politica indicano aria di cambiamento sotto Ueda. Ma è probabile che il nuovo governatore rimarrà sulla strada indicata da Kuroda ancora per un po’.

Circa un quarto degli economisti intervistati da Bloomberg pensava che la BOJ avrebbe aggiornato la sua guida in questa riunione, chiarendo al contempo la sua intenzione di mantenere l’allentamento. Molti di loro hanno citato l’inclusione del riferimento al Covid-19 e l’imminente decisione del governo del primo ministro Fumio Kishida di declassare il virus ad influenza.

Abbandonando anche la possibilità di tagliare i tassi a breve e lungo termine, Ueda probabilmente ha assicurato alla banca centrale più spazio di manovra in futuro. Anche la rassicurazione che il controllo della curva dei rendimenti andrà avanti probabilmente è servita a compensare qualsiasi interpretazione aggressiva.

Se la BOJ fosse rimasta troppo vincolata dall’obiettivo di rendimento nella sua forward guidance, avrebbe potuto rendere difficile apportare futuri aggiustamenti. La rimozione della guida sui tassi ha quindi aumentato il margine di flessibilità della BOJ.

La decisione di mantenere lo stimolo in atto nel perseguimento di un’inflazione sostenibile mantiene la BOJ in una posizione molto diversa rispetto ai suoi omologhi globali. Mentre l’ondata di inasprimento delle politiche in tutto il mondo per indebolire l’inflazione sembra vicina al picco, la Federal Reserve sembra ancora destinata ad aumentare ulteriormente i tassi d’interesse quando si riunirà la prossima settimana. Questa possibilità sembra ancora molto lontana per la BOJ, dato l’impegno ribadito nel primo incontro sotto il governatore Ueda.

La revisione della politica

La revisione della politica monetaria ultra-espansiva avrà luogo da un anno a un anno e mezzo a partire da oggi. Il periodo di tempo più lungo è in netto contrasto con le valutazioni passate che hanno alimentato la speculazione di un imminente cambiamento di politica. La maggior parte deli analisti intervistati da Bloomberg avevano visto giugno come il mese più probabile per una revisione della politica.

La BOJ probabilmente non cambierà il suo quadro di allentamento monetario in modo sostanziale mentre la revisione viene condotta nell’arco di un anno e mezzo. Nel frattempo, la BOJ può ancora rispondere agli sviluppi dell’economia e dei prezzi regolando il funzionamento del controllo della curva dei rendimenti.

I funzionari sono cauti nel modificare o eliminare il loro controllo sui rendimenti dei titoli di Stato dopo che le turbolenze bancarie hanno offuscato le prospettive.

Le proiezioni della BOJ

Nel nuovo rapporto di previsione trimestrale, la BOJ ha previsto che i prezzi core aumenteranno solo dell’1,6% nell’anno fiscale 2025. La previsione supporta ampiamente l’opinione della banca secondo cui deve ancora raggiungere un’inflazione duratura del 2%. Gli economisti avevano segnalato che qualsiasi cifra che mostrasse il 2% o più avrebbe alimentato la speculazione sull’aggiustamento della politica.

La BOJ ha anche affermato che i rischi per quella proiezione sono distorti verso il basso, un altro elemento che suggerisce che la banca non si affretterà a cambiare politica anche se ora è in una posizione migliore per farlo.

La BOJ ha insistito sul fatto che è necessaria una crescita salariale duratura per garantire che i prezzi continuino a salire. Finora i colloqui annuali sugli stipendi primaverili hanno portato al miglior risultato degli ultimi tre decenni, ma ciò non è abbastanza per convincere la banca centrale.

ARTICOLI CORRELATI:

Ueda sostiene la politica accomodante della Bank of Japan

La Bank of Japan mantiene invariata la sua politica accomodante

Cambio di politica Bank of Japan: aumentano gli spread

Bank of Japan sorprende i mercati con la modifica del programma di YCC

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario.

Non per scelta ma perché nessuno lo ha mai insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perché se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione.

Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.

RISCHI DI INVESTIMENTO

Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.