Oro ai Massimi Storici: Scopriamo i Motivi!

Nell’ultimo mese, il prezzo dell’oro ha raggiunto nuovi massimi storici e assistito a una delle sue più straordinarie accelerazioni di sempre. L’impennata non ha solo sorpreso gli investitori e gli analisti di tutto il mondo, ma ha anche acceso un vivace dibattito su quali fattori

Scopri

Battere un’Indice Azionario: la Sfida dei Gestori di Fondi

Nel dinamico mondo degli investimenti, uno degli obiettivi più ambiti dai gestori di fondi è superare i benchmark di mercato. Ma negli ultimi anni, battere un indice azionario è diventato sempre più difficile. Le cause? L’evoluzione delle strategie di investimento e la crescente complessità dei

Scopri

Il Sogno di un Atterraggio Morbido è in Pericolo

Nel tentativo di guidare l’economia americana verso una fase di espansione sostenibile, il presidente della Federal Reserve, Jerome Powell, ha perseguito la visione di un “atterraggio morbido”. Il sogno di un rallentamento dell’inflazione in parallelo con una crescita economica sostenuta sembra ora più distante. L’ultimo

Scopri

Cosa è accaduto alle crypto nel 2022?

Dopo il successo delle crypto nel periodo pandemico, che ha visto molti nuovi milionari e diverse startup crittografiche raggiungere lo “status di unicorn”, è arrivato il crollo del 2022. L’industria è stata afflitta da pressioni macroeconomiche, scandali e fallimenti che hanno spazzato via miliardi di dollari.

Mentre il 2022 volge al termine, molti sostenitori delle criptovalute sono perplessi sullo stato del settore, soprattutto alla luce del recente crollo di FTX e del contagio che ha causato. Ecco un breve riassunto di cosa è realmente accaduto alle crypto nel 2022?

Il contagio crypto

L’inizio della caduta delle criptovalute è stato innescato da fattori esterni, tra cui la crescente inflazione, gli aumenti dei tassi d’interesse e il conflitto tra Ucraina e Russia, che messi insieme hanno scosso la fiducia degli investitori.

La prima grande vittima di quest’anno è stata Terra. Il crollo dell’ecosistema da 40 miliardi di dollari ha creato un contagio che ha coinvolto almeno una mezza dozzina di altri entità crittografiche.

Il crollo di Terra ha avuto un impatto maggiore sugli istituti di credito, mandando in bancarotta Three Arrows Capital e Celsius. BlockFi è stata salvata da FTX con un’iniezione di denaro di 400 milioni di dollari.

Poco dopo, si è scoperto che FTX non era così sana come affermava di essere. L’exchange utilizzava i suoi token nativi e progetti interni inesistenti come leva contro valutazioni e prestiti. L’hedge fund associato, Alameda Research, era coinvolto nella costruzione di un castello di carte che alla fine è crollato.

L’ex amministratore delegato e fondatore Sam Bankman-Fried è stato accusato di appropriazione indebita dei fondi dei clienti e alla fine è stato arrestato alle Bahamas l’11 dicembre. Le possibilità che i clienti possano recuperare i propri fondi sono molto scarse.

Il 2022 segna la fine delle crypto?

Il crollo dell’ecosistema Terra è stato una battuta d’arresto significativa per il mondo delle criptovalute. Proprio quando le crypto erano sulla via della redenzione, è arrivato lo scandalo FTX, descritto da molti come la fine della fiducia nell’ecosistema crittografico. I regolatori statunitensi avvertono che è solo l’inizio della repressione delle criptovalute, con il capo della SEC Gary Gensler che paragona le piattaforme e gli intermediari crittografici ai casinò.

Tuttavia, qualsiasi veterano delle criptovalute sostiene che l’industria ha visto molto peggio ed è sempre tornata in piedi. Sebbene il crollo del terzo più grande exchange di criptovalute sia decisamente significativo, non si avvicina all’hacking di Mt. Gox. Quando l’exchange fu violato nel 2014, rappresentava oltre il 70% delle transazioni in Bitcoin. L’hacking ha avuto un forte impatto sul prezzo di Bitcoin, ma il mercato è tornato a salire nel ciclo successivo.

Bitcoin ha visto il crollo di diversi importanti exchange negli ultimi dieci anni ma è riuscito a superare ciascuno di essi. La tecnologia di base della decentralizzazione è qui per rimanere, indipendentemente dalle entità crittografiche coinvolte nel facilitare diversi casi d’uso e servizi su di esse.

Dagli exchange centralizzati ai portafogli autocustoditi

Il crollo di FTX ha ricordato ancora una volta agli utenti i rischi connessi con le entità centralizzate, innescando un movimento significativo di fondi dagli exchange centralizzati ai portafogli autocustodi.

Gli utenti di criptovalute stanno ritirando i loro fondi dagli exchange a un tasso che non si vedeva dall’aprile 2021, con quasi 3 miliardi di dollari in Bitcoin ritirati a novembre.

I dati della società di analisi on-chain Glassnode mostrano che il numero di portafogli che ricevono Bitcoin da indirizzi di exchange ha raggiunto quasi 90.000 il 9 novembre.

prelievi indirizzi Bitcoin exchange

La regolamentazione è in arrivo

Il 2023 potrebbe vedere una nuova ondata di riforme per le crypto, con utenti più consapevoli che credono nell’autocustodia. Molti partecipanti al mercato sono imperturbabili riguardo alla salute a lungo termine del settore e affermano che nuovi quadri giuridici potrebbero ripristinare la fiducia nel settore.

Il punto di vista del capo della SEC è che le criptovalute siano dei titoli e quindi la maggior parte degli emittenti e degli intermediari di criptovalute debba essere soggetta alle stesse leggi e normative di altri emittenti e intermediari di titoli.

La narrativa normativa continuerà a essere modellata dalle azioni di applicazione della SEC. Dal 2017 la SEC ha intentato decine di azioni per la mancata registrazione di offerte e vendite di criptovalute come titoli. Queste azioni hanno riguardato principalmente “utility token” venduti nei giorni delle initial coin offerings.

La teoria legale avanzata dagli imputati in molti di questi casi è stata che le criptovalute non facevano parte di un contratto di investimento perché le attività avevano un uso di consumo e quindi gli acquirenti non avrebbero dovuto aspettarsi profitti ragionevoli. Ma i tribunali di grado inferiore hanno finora respinto questa argomentazione, concludendo che un asset crittografico può essere venduto come parte di un contratto di investimento anche se ha un uso di consumo.

ARTICOLI CORRELATI:

L’acquisizione di FTX da parte di Binance sconvolge il mondo delle crypto

BlockFi va in bancarotta sulla scia del crollo di FTX

Contagio FTX: Genesis lotta per evitare la bancarotta

Cosa succederà al mercato delle crypto dopo il crollo FTX?

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario.

Non per scelta ma perché nessuno lo ha mai insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perché se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione.

Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.

RISCHI DI INVESTIMENTO

Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.