Il Potere degli Investimenti in Dividendi in un’Economia Incerta

In un periodo di incertezze fiscali, monetarie e geopolitiche, gli investitori hanno bisogno di strategie difensive per proteggere e accrescere i propri capitali. Una tale strategia, spesso sottovalutata ma di fondamentale importanza, è l’investimento in azioni che pagano dividendi crescenti. Questo blog post esplora l’importanza

Scopri

Inflazione USA Persistente: Le Cause e le Prospettive Future

Il 2024 doveva segnare un punto di svolta per l’economia degli Stati Uniti, con una discesa dell’inflazione al tanto agognato target del 2%, un obiettivo che avrebbe permesso alla Federal Reserve di abbassare i tassi di interesse. Tuttavia, contrariamente a queste previsioni ottimistiche, l’inflazione USA

Scopri

Cosa ci si aspetta dai mercati nel 2023?

Per iniziare il nuovo anno, vale la pena esaminare il consenso per dipingere il panorama di investimento che ci aspetta. Nel 2023 la grande domanda a cui i mercati finanziari dovranno rispondere è se i responsabili politici saranno in grado di progettare un atterraggio morbido per l’economia globale o se la recessione diventerà endemica.

Mentre la Federal Reserve intensifica la sua campagna di inasprimento più aggressiva degli ultimi decenni, il consenso prevede una recessione, anche se lieve, per entrambe le sponde dell’Atlantico con un limite elevato per qualsiasi risposta politica accomodante.

Dopo non essere riusciti a prevedere l’impennata dell’inflazione e le perdite di mercato a due cifre, gli strateghi di Wall Street rimangono umili. Il consenso potrebbe rivelarsi ancora una volta sbagliato, offrendo una serie di sorprese positive.

Barclays afferma che il 2023 diventerà uno dei peggiori anni per l’economia mondiale. Ned Davis Research stima al 65% le probabilità di una grave recessione globale. Fidelity International ritiene che un “atterraggio duro” sembri inevitabile. Al contrario, Goldman Sachs, JPMorgan e UBS vedono l’economia sfidare il consenso ribassista mentre l’inflazione si attenua.

Il ritorno delle obbligazioni

Il mercato obbligazionario ha registrato la sua più grande perdita dell’era moderna lo scorso anno. Il consenso adesso si aspetta che i rendimenti scendano entro la fine dell’anno grazie a cedole succose e alla domanda di beni rifugio in risposta alla recessione. Gli investitori del sondaggio MLIV Pulse si aspettano che i rendimenti a 10 anni scendano al 3,5% entro la fine del 2023, in calo rispetto al massimo dello scorso anno del 4,24%.

previsioni mercati 2023

Tra l’ottimismo che l’inflazione abbia raggiunto il picco, il consenso si aspetta che azioni e obbligazioni si muoveranno in direzioni opposte quest’anno, ristabilendo una relazione consolidata che ha favorito i fondi pensione nel corso degli ultimi due decenni.

Ciò segnerebbe un’inversione rispetto al 2022, quando le azioni e il debito sono crollati in tandem, scatenando la preoccupazione per il futuro dei portafogli composti per il 60% da azioni e il 40% da obbligazioni. Nel 2022, la perdita di questa strategia è stata la peggiore dalla crisi finanziaria globale.

performance azioni obbligazioni 2022

Cautamente ottimisti

Le azioni globali hanno subito l’anno peggiore dal 2008. L’attuale capitalizzazione del mercato azionario globale è di $96,6 trilioni, in calo rispetto al picco del 17 novembre 2021 di $ 122,5 trilioni.

Un sondaggio di Bloomberg News su 134 gestori di fondi, tra cui BlackRock Inc., Goldman Sachs Asset Management e Amundi SA, suggerisce che gli investitori prevedono un rimbalzo del 10% delle azioni globali quest’anno. Ma il 48% dei partecipanti ha affermato che le azioni potrebbero essere nuovamente danneggiate dall’inflazione ostinatamente elevata, mentre il 45% ha citato una profonda recessione come preoccupazione.

Le proiezioni per l’S&P 500

Wall Street pensa che l’S&P 500 possa fare di tutto nel 2023. Dall’aumento del 10% entro il prossimo dicembre al calo del 17%, il divario sulle proiezioni dell’indice è il più ampio dal 2009, riflettendo un dibattito sul percorso della politica della Federal Reserve e sul destino dell’economia. La proiezione media degli analisti per l’S&P si attesta a 4.009.

divario previsioni S&P 500 2023

Secondo il sondaggio MLIV Pulse, il 2023 vedrà un aumento moderato dell’assunzione di rischi, con l’S&P 500 che guadagna circa il 4%. Attestandosi a 4.000, la proiezione media del sondaggio è in linea con la previsione altrettanto moderata degli strateghi di Wall Street in quanto una recessione economica minaccia di ridurre gli utili societari nei prossimi mesi. Le proiezioni MLIV variano da un minimo di 2.000 a un massimo di 5.800, sottolineando opinioni contrastanti sulle prospettive di investimento.

Le prospettive attenuate fanno sì che la maggior parte degli investitori nel complesso mantenga le proprie partecipazioni azionarie sostanzialmente invariate per ora. I gestori di denaro professionisti sono più ribassisti nel breve periodo, mostrano i risultati del sondaggio MLIV Pulse. Complessivamente, circa il 23% dei partecipanti al sondaggio prevede di aumentare le proprie partecipazioni nel prossimo mese rispetto al 28% che ha affermato di aspettarsi un calo. Tra gli investitori al dettaglio, il 26% prevede di aumentare l’esposizione e il 15% prevede di ridurla.

Attenzione agli utili

Per molti, le valutazioni azionarie non riflettono ancora i danni futuri. Il calo degli utili aziendali potrebbe essere il peggiore dalla crisi finanziaria globale e innescare un nuovo minimo del mercato azionario, secondo lo stratega di Morgan Stanley Mike Wilson.

Il team di Morgan Stanley si sta ora orientando verso una previsione ribassista con utili pari a $ 180 per azione nel 2023, rispetto alle aspettative degli analisti di $ 231. Ciò, combinato con il fatto che l’attuale premio per il rischio azionario è inferiore a quello dell’agosto 2008 anche se le valutazioni sono più elevate, potrebbe far scendere l’S&P 500 fino a 3.000 punti nel 2023.

Non menzioniamo le crypto

Le case di investimento non sono dell’umore giusto per parlare delle crypto, dopo le implosioni e gli scandali del 2022. Dopo aver passato gli anni del boom a promuovere la mania speculativa mentre vendevano prodotti crittografici ai clienti della finanza tradizionale, gli strateghi di Wall Street non hanno praticamente incluso riferimenti alle crypto nelle loro prospettive per i mercati del 2023.

E il Covid?

Almeno per i macrostrateghi globali, il Covid è un ricordo lontano. La pandemia è solo una considerazione materiale rispetto allo sforzo della Cina di riaprire rapidamente la sua economia, il cui esito potrebbe avere profonde conseguenze per i mercati globali.

ARTICOLI CORRELATI:

I peggiori titoli azionari del 2022

I migliori trade del 2022

I maggiori rischi economici per il 2023

I vincitori e i vinti di Wall Street del 2022

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario.

Non per scelta ma perché nessuno lo ha mai insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perché se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione.

Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.

RISCHI DI INVESTIMENTO

Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.