Quanto vale Bitcoin? Le tecniche per dare un prezzo a BTC

La valutazione del Bitcoin può essere difficile in quanto si tratta di una classe di attività distinta rispetto alle normali azioni. Gli approcci di valutazione tradizionali, come i multipli PE e l’analisi basata sugli utili, potrebbero non applicarsi direttamente al Bitcoin. Di conseguenza, investitori e

Scopri

Il crollo di Adani Group cancella 74 miliardi di dollari

Il crollo di Adani Group, scaturito dalle accuse di frode di Hindenburg Research, è entrato nella sua quarta sessione. Nonostante la dimostrazione di sostegno da parte di un investitore chiave, le perdite hanno raggiunto i 74 miliardi di dollari. Le azioni della maggior parte delle

Scopri

Tesla: gli utili del quarto trimestre battono le stime

Tesla ha registrato profitti migliori del previsto nell’ultimo trimestre, anche se ha fornito segnali contrastanti sulle prospettive di crescita delle consegne di veicoli. Gli utili del quarto trimestre di Tesla battono le stime, attestandosi a $ 24,3 miliardi. I margini lordi del settore automobilistico, tuttavia,

Scopri

NYSE: interruzione del trading dopo un problema tecnico

Un’interruzione del trading per alcuni titoli quotati sul NYSE ha fatto venire i brividi a Wall Street poiché dozzine di società ad alta capitalizzazione sembravano cancellare miliardi di dollari di valore di mercato senza una ragione apparente. Il trading è stato interrotto nei primi 30

Scopri
Investire sugli Oscar 2023

Investire sui vincitori agli Oscar 2023

Negli ultimi 10 anni, un investitore che avesse investito nella società pubblica che possedeva il distributore del film vincitore il mese prima della premiazione e avesse venduto un mese dopo, avrebbe avuto un guadagno medio del 7,6%.
Tuttavia, indovinare quale film vincerà è difficile e spesso non c’è modo di investire nella distribuzione del film.
Anche se gli investitori scelgono il film giusto, non c’è garanzia di successo: il 40% delle volte la società pubblica che ha distribuito il film vincitore è rimasta indietro rispetto all’S&P 500.

Scopri

I migliori trade del 2022

Il 2022 è stato un anno molto particolare per il mondo economico-finanziario. L’aumento dell’inflazione ai massimi degli ultimi 40 anni e il cambio di politica delle banche centrali hanno scosso i mercati finanziari globali. Tuttavia, ci sono stati alcuni angoli del mercato che hanno offerto agli investitori un rifugio dove nascondersi dalle perdite azionarie. I migliori trade del 2022 si possono in realtà ricondurre ad uno solo: il long sull’inflazione. Chi ha scommesso che le obbligazioni sarebbero scese (e quindi i rendimenti sarebbero saliti), il dollaro si sarebbe rafforzato e le società tecnologiche avrebbero sofferto ha fatto senz’altro bene quest’anno.

Di seguito sono riportati gli angoli del mercato azionario che hanno fatto meglio quest’anno. In alcuni casi, i guadagni sono arrivati ​​come una tregua dopo anni di scarsi rendimenti, mentre in altri la migliore speranza era semplicemente quella di perdere meno denaro rispetto al mercato più ampio.

I titoli energetici

L’indice S&P 500 Energy ha reso il 63% compresi i dividendi, sovraperformando il benchmark più ampio per il secondo anno consecutivo. Considerando che nei 10 anni fino al 2020 il settore energetico è sceso a un ritmo annuo del 2,7% contro un rendimento annuo del 14% per l’S&P 500, la performance di quest’anno rappresenta un’inversione di tendenza.

Da inizio anno, il settore energetico ha nettamente staccato tutti gli altri, registrando una performance di circa il 57%. L’unico altro settore ad avere una performance positiva year-to-date è quello delle utilities, con un modesto 1,2%.

performance settori S&P 500 2022
Dati elaborati dalla piattaforma Quantaste

Una combinazione di fattori ha giocato a favore del gruppo. In primo luogo, l’invasione russa dell’Ucraina ha ridotto l’offerta e ha mandato in crisi i mercati dell’energia. L’ultimo vento favorevole è arrivato dalla mossa della Cina di allentare la sua politica Covid Zero e rilanciare i consumi. La crescita degli utili e il costante aumento dei pagamenti dei dividendi sono stati altri fattori chiave delle performance del 2022.

Nonostante la loro corsa nel 2022, i titoli energetici sono ancora relativamente a buon mercato, scambiando a 9,4 volte gli utili stimati, meno di ogni altro gruppo del benchmark S&P 500. Allo stesso tempo, l’energy ha il rendimento del free-cash flow più alto di qualsiasi altro settore.

Wall Street è ancora più rialzista nel settore rispetto al mercato in generale, vedendo un potenziale rialzo di circa il 16% per l’indice energetico il prossimo anno, rispetto al 10% per il mercato più ampio. Le raccomandazioni di acquisto per il gruppo costituiscono il 61% delle proiezioni degli analisti, rispetto al 55% per l’ampio benchmark azionario.

Le azioni energetiche sono scese dai massimi raggiunti a novembre a causa delle crescenti preoccupazioni che l’anno prossimo sia in arrivo una recessione. Nel lungo termine, però, l’offerta potrebbe continuare ad essere limitata, favorendo le aziende energetiche nel loro complesso.

Dow Jones vs Nasdaq

Nella maggior parte degli anni, un calo dell’8,2% per il Dow Jones Industrial Average non sarebbe celebrato. Questo non è vero nel 2022. L’indice delle blue chips ha sovraperformato l’S&P 500 di 10 punti percentuali quest’anno, la più ampia differenza di performance dal 1933.

performance Dow Jonew S&P 500 2022

L’indice è costituito da importanti aziende industriali come Boeing Co. e Caterpillar Inc. e ha un’esposizione relativamente limitata ai giganti della tecnologia. Questa è stata una combinazione vincente nel 2022, quando l’aumento dei tassi di interesse ha penalizzato le aziende ad alta crescita, rendendo meno allettante il valore attuale dei profitti futuri. Una strategia che prevede la vendita allo scoperto di QQQ – un fondo negoziato in borsa che replica l’indice Nasdaq 100 – e l’acquisto del Dow avrebbe fruttato fino al 35% quest’anno.

In un contesto di tassi in aumento, i migliori titoli da detenere sono quelli relativamente noiosi che offrono stabilità e dividendi. Questo è stato un anno di rotazioni settoriali estreme e il long Dow/short QQQ è stato uno dei migliori trade del 2022.

Value vs Growth

Un’altra area del mercato che ha retto relativamente bene quest’anno è il valore. Mentre l’aumento dei tassi di interesse ha messo sotto pressione le azioni ad alta crescita, le azioni value (quelle più economiche e con maggiori flussi di cassa) hanno retto molto meglio.

Sebbene l’indice S&P 500 Value sia sceso del 5,1% su base total return nel 2022, è ancora sulla buona strada per il suo anno migliore dal 2000 rispetto alla sua controparte di crescita. Pertanto, un’operazione di acquisto di azioni value e vendita allo scoperto di azioni growth ha reso il 23% e si è inserita nei migliori trade del 2022.

Tuttavia, a questo punto del ciclo, le azioni value nei settori industriale, finanziario ed energetico stanno diventando vulnerabili a un rallentamento economico quanto i titoli tecnologici ad alto multiplo.

ARTICOLI CORRELATI:

Secondo Druckenmiller le azioni rimarranno piatte per 10 anni: sarà un “decennio perduto” per il mercato azionario?

Le performance del mercato azionario in base ai rendimenti delle obbligazioni

La scadenza delle opzioni (OpEx): in che modo influenza il mercato azionario?

I mesi migliori per il mercato azionario

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario.

Non per scelta ma perché nessuno lo ha mai insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perché se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione.

Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.

RISCHI DI INVESTIMENTO

Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.