Cosa fa muovere i mercati? Sintesi Macro – Settimana 11

cosa fa muovere i mercati
La tabella è da intendersi solo ed esclusivamente a scopo informativo e didattico. Nessuna informazione o dato in essa contenuti vuole essere un consiglio finanziario per il lettore, che declina l’autore da qualsiasi responsabilità.

La settimana appena conclusa è stata caratterizzata da movimenti opposti a quelli che abbiamo osservato recentemente. Le negoziazioni tra Ucraina e Russia hanno sicuramente giocato un ruolo. E’ possibile che il mercato abbia già scontato il “picco” del conflitto? Fare trading con la geopolitica è difficile, così come prevedere lo sviluppo degli eventi. Quello che possiamo fare è guardare i grafici.

Il rimbalzo degli indici americani e il collasso della volatilità

L’indice della volatilità dell’S&P 500 (VIX), dopo essere stato al di sopra dei 30 per la maggior parte degli ultimi 30 giorni, è sceso sotto i 24 punti. Esso rimane però al di sopra della sua media storica, come possiamo osservare dal grafico settimanale.

cosa fa muovere i mercati

A quanto pare il death cross (la media mobile a 50 periodi che scavalla al ribasso quella a 200) sull’S&P 500 è stato il segnale in “buy”. Il rimbalzo è stato parecchio deciso. Il prezzo ha rotto la trendline ribassista che lo conteneva dall’inizio dell’anno. Se deciderà di procedere al rialzo, l’S&P avrà molte resistenze da abbattere. Al momento sembra che stia reagendo sulla media a 200 periodi.

cosa fa muovere i mercati

Anche il Nasdaq, l’indice che ha subito di più il sell-off di quest’anno, ha visto un rimbalzo simile a quello dell’S&P. Il prezzo si trova in prossimità della media a 50 periodi. Con l’invasione russa dell’Ucraina, l’indice era entrato ufficialmente in un bear market. Stiamo quindi assistendo a un bear market rally?

cosa fa muovere i mercati

Il movimento controintuitivo del dollaro

Il meeting della Fed è passato! Powell è stato tutt’altro che dovish. Intuitivamente il dollaro si sarebbe dovuto rafforzare ma ha invece perso terreno facendo un -0.90% nella settimana appena conclusa. Il prezzo rimane all’interno di un range di consolidamento in cui oscilla da inizio marzo.

cosa fa muovere i mercati

La curva dei rendimenti ha iniziato il suo processo di inversione

Il mercato obbligazionario non ha creduto alle affermazioni di Powell riguardo alla forza dell’economia. Secondo il presidente della Fed, la probabilità che l’economia scivoli in una recessione non sono particolarmente elevate. La curva dei rendimenti ha cominciato ad invertirsi. Solitamente l’inversione della curva comincia dalla “pancia” (tra i 3 e i 7 anni). Sono proprio gli spread 10/5 e 10/7 ad essere passati in negativo.

cosa fa muovere i mercati
cosa fa muovere i mercati

Il decennale americano si sta dirigendo verso la trendline superiore di un canale in cui oscilla da quasi 30 anni!

cosa fa muovere i mercati

Lo short squeeze sulle aziende cinesi

Le grandi protagoniste della settimana sono state le aziende cinesi. Dopo essere state vittime del più grande outflow degli ultimi anni, le stock cinesi hanno messo in atto un rimbalzo epico. Le tech sono state quelle che hanno goduto di più del cambio di sentiment improvviso. Il governo cinese ha infatti promesso di essere più clemente sul fronte delle normative aziendali e che si impegnerà a sostenere i mercati finanziari e l’economia.

Il CSI 300 mercoledì stava perdendo più del 2.5% e ha chiuso infine al +4.32%. Il prezzo si trova ancora lontano dalla media a 50 periodi.

cosa fa muovere i mercati

L’Hang Seng Index ha fatto ancora meglio. Dai minimi è riuscito a rimbalzare più del 18% la scorsa settimana. Entrambi gli indici si trovano in un bear market da mesi.

cosa fa muovere i mercati

L’Hang Seng Tech Index, dopo aver raggiunto livelli estremi di ipervenduto con un RSI che ha toccato i 14, ha rimbalzato del 36%.

cosa fa muovere i mercati

Le decisioni delle banche centrali

Oltre alla decisione del FOMC ci sono state anche quelle della Bank of England e della Bank of Japan. La BoE ha deciso di alzare i tassi per la terza volta consecutiva, riportando gli oneri finanziari ai livelli pre-pandemia. Il pound ha guadagnato, approfittando anche della debolezza del dollaro. Tuttavia il trend rimane fortemente ribassista.

cosa fa muovere i mercati

La Bank of Japan ha lasciato i tassi invariati come previsto, indicando una crescente preoccupazione per l’economia. L’inflazione in Giappone rimane contenuta nonostante l’aumento dei costi energetici. Lo yen è in un trend ribassista dall’anno scorso e questa settimana ha rotto i minimi del 2017. Il prezzo ha spesso usato la media a 50 periodi come resistenza. Al momento è molto lontano dalla media a 200 periodi e una sorta di mean reversion potrebbe non essere improbabile. Tuttavia il trend è nettamente al ribasso.

cosa fa muovere i mercati

La correzione delle materie prime

Le trattative tra Russia e Ucraina sono servite anche a placare i rally delle materie prime. Il petrolio ha ritracciato del 28% dai massimi a 130 $ ma ha recuperato parte delle perdite gli ultimi giorni della settimana. La distanza dalla media a 200 periodi è ancora ampia. Il prezzo si trova al di sopra di una trendline dinamica che tiene il prezzo da dicembre 2021.

cosa fa muovere i mercati

Anche l’oro, dopo l’impulso parabolico che lo ha portato a toccare i 2078, ha ritracciato. Il bene rifugio per eccellenza è stato decisamente favorito dalle paure riguardo il conflitto e dalle prospettive di crescita più basse. Il prezzo ha da poco reagito su un supporto importante. I fondamentali sul breve termine continuano ad essere favorevoli.

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario. Non per scelta ma perchè nessuno glielo lo ha insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perchè se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione. Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.
RISCHI DI INVESTIMENTO
Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.