Oro ai Massimi Storici: Scopriamo i Motivi!

Nell’ultimo mese, il prezzo dell’oro ha raggiunto nuovi massimi storici e assistito a una delle sue più straordinarie accelerazioni di sempre. L’impennata non ha solo sorpreso gli investitori e gli analisti di tutto il mondo, ma ha anche acceso un vivace dibattito su quali fattori

Scopri

Battere un’Indice Azionario: la Sfida dei Gestori di Fondi

Nel dinamico mondo degli investimenti, uno degli obiettivi più ambiti dai gestori di fondi è superare i benchmark di mercato. Ma negli ultimi anni, battere un indice azionario è diventato sempre più difficile. Le cause? L’evoluzione delle strategie di investimento e la crescente complessità dei

Scopri

Economia cinese: problemi, cause e implicazioni

In mezzo a un turbinio di sfide, l’economica cinese è in bilico. Con l’aspirazione di raggiungere un obiettivo di crescita del 5% quest’anno, la leadership della nazione si trova ad affrontare una serie di ostacoli. Dalla scarsa spesa dei consumatori alla crisi del mercato immobiliare, il panorama cinese è carico di incertezza. A ciò si aggiunge la pressione incessante da parte degli Stati Uniti per tenere a freno i giganti tecnologici della nazione, l’impennata della disoccupazione giovanile e l’incombente spettro del debito pubblico locale.

Queste spaccature interne non riguardano solo la Cina. Le loro ripercussioni si riverberano a livello globale. Nel mezzo di questo tumulto, le strade che l’amministrazione del presidente Xi Jinping può percorrere sono limitate. La situazione difficile ha scatenato ferventi dibattiti sulla possibilità che la Cina stia precipitando verso una stagnazione economica in stile giapponese, dopo tre decenni di crescita senza precedenti.

In questo post, approfondiamo le complessità dei problemi dell’economia cinese, esplorando le cause profonde e le potenziali ramificazioni per l’economia globale.

I problemi dell’economia cinese

La gigantesca economia cinese da 18.000 miliardi di dollari si ritrova in un pantano di sfide. I dati recenti dipingono un quadro desolante, con l’attività manifatturiera in contrazione per il quinto mese consecutivo a febbraio. Il pilastro delle esportazioni, che un tempo sosteneva l’economia nazionale, ha vacillato nel 2023.

Le fabbriche cinesi hanno registrato un’impennata della domanda durante l’era del lockdown, alimentata dai consumatori confinati nelle loro case. Il panorama adesso è cambiato. L’aggressivo aumento dei tassi di interesse ha frenato la domanda da mercati chiave come l’Europa e gli Stati Uniti.

Ad aggravare questi problemi ci sono le manovre strategiche orchestrate dagli Stati Uniti per impedire l’accesso della Cina alle forniture vitali di semiconduttori avanzati e altre tecnologie critiche essenziali per la futura crescita economica. Queste tensioni geopolitiche aggiungono un ulteriore livello di complessità ai problemi dell’economia cinese.

Mantenere lo slancio di crescita precedente sarà un compito arduo per la Cina nel 2024. Nonostante il raggiungimento dell’obiettivo del 2023 di una crescita di circa il 5%, replicare questo risultato nel clima attuale sarà molto più difficile.

Gli economisti di Bloomberg sono cauti e prevedono un’espansione più modesta intorno al 4,6% per quest’anno. Gli ostacoli posti dal mercato immobiliare e le pressioni deflazionistiche incombono. Gennaio ha visto il calo dei prezzi al consumo più rapido dal 2009.

La crisi immobiliare e il debito nascosto

Ad aggravare ulteriormente la situazione è il debito nascosto all’interno dei veicoli di finanziamento del governo locale (LGFV), che soffoca le opportunità di investimento per i comuni cinesi a corto di liquidità. Queste entità hanno fatto ricorso a prestiti extracontabili durante la pandemia, alla ricerca di flussi di entrate alternativi mentre la crisi del mercato immobiliare ha prosciugato fonti tradizionali come la vendita di terreni a promotori immobiliari.

Il declino del settore immobiliare, che al culmine della bolla immobiliare cinese nel 2018 rappresentava oltre il 24% del PIL, aggrava la tensione economica. La sua quota è crollata al di sotto del 20% e continuerà a diminuire.

Nel 2020, il governo ha intrapreso una missione per contenere i crescenti livelli di debito degli sviluppatori immobiliari, una mossa volta a mitigare i rischi per il sistema finanziario. Tuttavia, questa repressione ha provocato una cascata di conseguenze. I prezzi delle case sono crollati, innescando un’ondata di default tra le aziende più deboli. Mentre il settore era alle prese con le ricadute, un numero significativo di sviluppatori ha bloccato la costruzione di proprietà già vendute ma ancora da consegnare, spingendo i proprietari di case a smettere di pagare i loro mutui.

Le conseguenze di questo cambiamento persistono nel 2024, con i prezzi delle case nuove ed esistenti che continuano su una traiettoria discendente. In risposta alla crisi immobiliare, il governo ha lanciato una serie di misure volte a rafforzare la liquidità nel mercato. Dal rafforzamento del finanziamento azionario e obbligazionario all’adeguamento dei regolamenti finanziari e alla riduzione dei principali tassi ipotecari, le autorità non hanno lasciato nulla di intentato. Eppure, nonostante questi sforzi, le preoccupazioni sulla liquidità incombono e intrappolano giganti come China Evergrande Group e Country Garden Holding.

Le implicazioni

Il ruolo centrale della Cina nell’economia globale è indiscutibile, con innumerevoli posti di lavoro e processi produttivi intrecciati con il suo vasto mercato e le sue fabbriche. Il Fondo monetario internazionale vede la Cina come il motore principale della crescita globale almeno fino al 2028. Si prevede che il contributo della Cina rappresenterà il 22,6% della crescita mondiale totale, il doppio della quota degli Stati Uniti.

economia cinese motore crescita globale

I problemi dell’economia cinese si estendono ben oltre i suoi confini, incidendo profondamente sulle dinamiche del commercio globale. Le nazioni che dipendono dalle esportazioni di minerali, come Brasile e Australia, sono particolarmente sensibili agli alti e bassi delle infrastrutture e degli investimenti immobiliari cinesi. La volatilità dello scorso anno dei prezzi dei metalli, esemplificata dalle fluttuazioni del minerale di ferro e del rame, ha sottolineato gli effetti a catena della performance economica cinese.

Le ripercussioni non si limitano ai mercati delle materie prime. Gli esportatori di beni tecnologici, in particolare Corea del Sud e Taiwan, hanno subito un calo delle spedizioni durante tutto l’anno. Inoltre, la diminuzione della fiducia dei consumatori sta erodendo i margini di profitto dei colossi multinazionali, da Starbucks a L’Oreal SA.

ARTICOLI CORRELATI:

Le ultime misure della Cina per stabilizzare i mercati

La Cina valuta un pacchetto di salvataggio del mercato azionario

La Cina aumenta gli stimoli con il taglio del coefficiente di riserva delle banche

Le lezioni da imparare dal fallimento della ripresa della Cina

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario.

Non per scelta ma perché nessuno lo ha mai insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perché se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione.

Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.

RISCHI DI INVESTIMENTO

Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.