Bitcoin sopra i 60.000 dollari: flussi record negli ETF Spot

Bitcoin ha superato i 60.000 dollari e si trova ora ad un passo dal suo massimo storico. I guadagni della criptovaluta più grande del mondo hanno alimentato un ampio rally delle crypto. Cosa c’è dietro all’ultima “mania digitale”? Inizierei col dire che adesso è chiaro

Scopri

Apple abbandona l’auto elettrica: una scelta saggia?

Martedì è arrivata una notizia bomba da parte di Apple: il progetto multimiliardario Project Titan verrà abbandonato. Apple ha annullato lo sforzo decennale per costruire la sua auto elettrica, allontanandosi da uno dei progetti più ambiziosi nella sua storia. La decisione rivelata internamente ha sorpreso

Scopri

Ecco come Wall Street sta usando l’intelligenza artificiale

L’interesse per l’intelligenza artificiale si è diffuso anche a Wall Street. Le grandi banche non vogliono rimanere indietro nella corsa all’IA: circa il 40% di tutte le posizioni lavorative aperte riguardano ruoli legati all’intelligenza artificiale. JPMorgan è in prima linea. La più grande banca statunitense

Scopri

Una pausa dei rialzi dei tassi è possibile grazie alla stretta creditizia

Le banche centrali sembrano vicine a una pausa dei rialzi dei tassi di interesse. Questa settimana la Reserve Bank of Australia ha deciso di fermare il suo ciclo di inasprimento iniziato quasi un anno fa. Altre banche centrali potrebbero seguire il suo esempio.

Powell stesso ha dichiarato che il FOMC ha preso in considerazione una pausa dei rialzi dei tassi alla riunione di marzo. Alla domanda sull’inasprimento delle condizioni del credito ha risposto che i funzionari della Fed devono essere vigili andando avanti. Questa potrebbe essere una prova che i politici si aspettano che condizioni di credito più rigide possano sostituire lo strumento che hanno utilizzato nell’ultimo anno per combattere l’inflazione.

Mentre il sistema bancario globale rimane inondato di liquidità, con le banche centrali che hanno già fatto il possibile per mantenere i rubinetti completamente aperti, le preoccupazioni per i depositi bancari e una riluttanza ad assumersi debiti costituiscono gli ingredienti perfetti di una stretta creditizia che potrebbe sostituire gli aumenti dei tassi.

Le condizioni del credito sono già più restrittive

Il riepilogo di fine 2022 ha mostrato che gli istituti di credito del Regno Unito sono i più cauti dalla crisi finanziaria globale. La prossima settimana avremo il sondaggio sulle condizioni del credito della Bank of England e un mese dopo la sua revisione trimestrale della politica monetaria. Il prossimo Fed Senior Loan Officer Survey non è previsto fino all’8 maggio, quasi una settimana dopo la riunione del FOMC.

Europa

L’indagine trimestrale sui prestiti bancari della Banca centrale europea è prevista per la fine di aprile, con sufficiente anticipo rispetto alla riunione del 4 maggio. Il rapporto di gennaio ha mostrato che la crescita dei prestiti in euro è diventata negativa in alcuni paesi. L’ultima volta che il flusso di credito è diminuito così drasticamente è stata durante la crisi dell’euro un decennio fa.

prestiti eurozona condizioni credito restrittive

I prestiti complessivi nell’area dell’euro sono scesi al 4,3% a febbraio dal 4,7% del mese precedente. La crescita dei prestiti alle imprese si è quasi dimezzata nell’ultimo trimestre da oltre l’8%. Sta per diventare negativa in Italia. Si noti che questa era la situazione prima che si sviluppasse la recente crisi bancaria.

La BCE ha avvertito dei rischi immobiliari nel suo bollettino macroprudenziale. Forse è qualcosa di cui avrebbe dovuto essere più consapevole poiché il valore patrimoniale netto dei fondi di investimento immobiliari commerciali è triplicato nell’ultimo decennio a oltre 1 trilione di euro.

La maggior parte del debito societario immobiliare investment grade viene scambiato a livelli di rendimento elevati. La cedola media è di poco inferiore all’1,6% sul debito immobiliare denominato in euro. Ma il costo per sostituire il debito equivalente alle attuali condizioni di mercato è di circa il 5%.

Regno Unito

Il Regno Unito soffre di una situazione simile all’Europa. Secondo gli analisti di Deutsche Bank AG, i prestiti totali in percentuale del prodotto interno lordo sono scesi allo 0,5% a febbraio, la lettura più bassa dal 2013. Non è solo nei mutui ipotecari alle famiglie che si fa sentire la stretta dei tassi più alti. C’è un chiaro rallentamento dell’indebitamento complessivo. Per il secondo mese consecutivo, le imprese hanno continuato a rimborsare i prestiti. Bloomberg Economics stima che il recente aumento degli spread creditizi sia equivalente a poco più di un aumento di 25 punti base, e quindi si aspetta che la BOE mantenga invariati i tassi a maggio.

Stati Uniti

La Fed si aspetta tassi superiori al 5% alla fine di quest’anno, come è emerso dalle previsioni del FOMC aggiornate alla riunione del 21-22 marzo. Diversi funzionari della Fed hanno dato seguito a quel messaggio. Il governatore della Fed di Cleveland Loretta Mester ha affermato che i tassi probabilmente aumenteranno ancora e, una volta raggiunto il picco, rimarranno a quel livello per un po’ di tempo. James Bullard della Fed di St. Louis ha dichiarato che i funzionari dovranno continuare ad essere aggressivi perché l’inflazione è vischiosa.

Nonostante ciò, non solo il mercato si aspetta una pausa dei rialzi dei tassi ma anche che la Fed inizi con i tagli a partire dalla seconda metà dell’anno. I futures sui fed funds scontano attualmente un tasso del 4,13% entro la fine dell’anno, un intero punto percentuale al di sotto di quello che la Fed si aspetta. La curva dei rendimenti è la più invertita degli ultimi 40 anni, un classico segno che il mercato obbligazionario si aspetta una recessione.

Il report JOLTS ha mostrato che il mercato del lavoro si sta normalizzando. I posti vacanti sono scesi a febbraio al minimo da maggio 2021, attestandosi a 9,9 milioni. L’anno scorso c’erano più di due posti vacanti per ogni disoccupato. Quel numero è ora sceso a 1,67 posti vacanti per persona in cerca di lavoro.

posti vacanti USA JOLTS febbraio

I dati di questa settimana hanno mostrato che l’indice dei prezzi pagati del sondaggio PMI dei servizi dell’ISM continua a scendere precipitosamente. Inoltre, le richieste iniziali per i sussidi di disoccupazione sono salite al massimo dal 2021.

ARTICOLI CORRELATI:

La relazione tra politica monetaria e stabilità finanziaria: l’inasprimento delle banche centrali può essere rischioso

Banche centrali: come stanno influenzando i mercati finanziari?

Wall Street si aspetta che la Fed tagli i tassi quest’anno

La Fed non può domare l’inflazione senza causare una recessione, afferma uno studio

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario.

Non per scelta ma perché nessuno lo ha mai insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perché se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione.

Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.

RISCHI DI INVESTIMENTO

Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.