Oro ai Massimi Storici: Scopriamo i Motivi!

Nell’ultimo mese, il prezzo dell’oro ha raggiunto nuovi massimi storici e assistito a una delle sue più straordinarie accelerazioni di sempre. L’impennata non ha solo sorpreso gli investitori e gli analisti di tutto il mondo, ma ha anche acceso un vivace dibattito su quali fattori

Scopri

Battere un’Indice Azionario: la Sfida dei Gestori di Fondi

Nel dinamico mondo degli investimenti, uno degli obiettivi più ambiti dai gestori di fondi è superare i benchmark di mercato. Ma negli ultimi anni, battere un indice azionario è diventato sempre più difficile. Le cause? L’evoluzione delle strategie di investimento e la crescente complessità dei

Scopri

Il Sogno di un Atterraggio Morbido è in Pericolo

Nel tentativo di guidare l’economia americana verso una fase di espansione sostenibile, il presidente della Federal Reserve, Jerome Powell, ha perseguito la visione di un “atterraggio morbido”. Il sogno di un rallentamento dell’inflazione in parallelo con una crescita economica sostenuta sembra ora più distante. L’ultimo

Scopri

Siamo in un nuovo mercato rialzista?

Un rialzo del 20% da un minimo non dimostra che sia in corso un nuovo mercato rialzista. In generale, i mercati rialzisti non iniziano fino a quando la Fed non ha smesso di aumentare i tassi ed è già iniziata una recessione. Questo non era il caso lo scorso ottobre, quando l’S&P 500 ha toccato il minimo. Tuttavia, una serie di segnali suggeriscono che se questo non è un mercato rialzista, è un evento molto strano.

Due dei tre settori principali tra le large cap statunitensi sono ora a nuovi massimi – semiconduttori e costruttori di case – mentre i trasporti stanno perdendo terreno. E’ molto strano che settori altamente ciclici stabiliscano nuovi massimi durante un mercato ribassista.

Recentemente, i guadagni azionari sono stati attribuiti all’euforia per l’intelligenza artificiale. Tuttavia, questa tecnologia non è nuova di zecca e i profitti che ne deriveranno rimangono una questione di congetture. L’intelligenza artificiale è innegabilmente eccitante e degna di ricerche approfondite. Ma al momento, deve essere classificata come una scusa per un nuovo mercato rialzista piuttosto che un motivo.

La narrativa dello scorso anno era che la Fed non avevano altra scelta che continuare ad aumentare i tassi causando una recessione. Quella versione degli eventi implicava che il mercato ribassista sarebbe persistito fino a quando la liquidità non avesse ricominciato a fluire. Quindi, se c’era qualcosa di sbagliato in quella narrativa, è che la liquidità non ha bisogno di prosciugarsi, oppure che una recessione può e sarà evitata.

La liquidità delle banche centrali

La relazione tra liquidità e la performance del mercato azionario è forse la più dibattuta nel mondo della finanza. Le banche centrali negli ultimi tempi hanno sorpreso in una direzione da falco, con la Reserve Bank of Australia e la Bank of Canada che hanno entrambe ritenuto necessario riprendere l’inasprimento dopo aver “messo in pausa” gli aumenti dei tassi. La stessa Fed ora sembra pensare che quest’anno siano in arrivo altri due rialzi dei tassi.

Ma le banche centrali possono alzare i tassi mentre espandono la liquidità con altri mezzi, come hanno fatto dopo la crisi bancaria tre mesi fa. La liquidità fornita alle banche si è fatta strada negli asset rischiosi. Nel frattempo, le banche non sono in guai così gravi come sembrava inizialmente e non sembra esserci alcuna seria corsa ai depositi. La Fed può salvaguardare la stabilità finanziaria con uno strumento, rilasciando liquidità nel sistema, e combattere l’inflazione con un altro strumento, tassi di interesse più elevati.

In termini di effetto sui prezzi delle attività, sembra che gli interventi della Fed sulla liquidità contino ancora molto. Le azioni hanno toccato il fondo poco dopo la crisi dei gilt britannici di ottobre, il che ha spinto la Fed a lavorare di più per assicurarsi che i mercati statunitensi avessero ampio accesso alla liquidità. Le turbolenze bancarie di marzo hanno fornito un ulteriore impulso per mantenere il flusso di denaro. Una volta che le banche centrali si sono rese conto di essere sul punto di “rompere qualcosa”, hanno iniziato a fare in modo che le istituzioni avessero un accesso abbastanza facile ai finanziamenti per evitare un grave incidente. Qualunque sia l’effetto che ciò potrebbe avere sulla battaglia contro l’inflazione, sembra che abbia avuto un effetto galvanizzante sui prezzi delle attività.

Nel grafico seguente, CrossBorder Capital mostra la crescita mobile di tre mesi della base monetaria in diverse regioni. Secondo questa misura, la stretta di liquidità ha raggiunto il picco nella seconda metà del 2022.

liquidità nuovo mercato rialzista

Quindi, se vuoi un argomento sul motivo per cui questo potrebbe essere un nuovo mercato rialzista, è nel cambiamento del flusso di liquidità. Mentre la liquidità scorre, forse il mercato azionario può continuare a salire.

Per quanto tempo verrà evitata la recessione?

Un’altra possibile argomentazione a sostegno di un nuovo mercato rialzista è che forse una recessione può essere posticipata o evitata del tutto. A prima vista, ciò è difficile da sostenere. Quello che è tradizionalmente considerato il più forte indicatore di recessione basato sul mercato, la curva dei rendimenti, suggerisce che una recessione è quasi inevitabile.

La curva dei rendimenti è stata continuamente invertita per 11 mesi. L’inversione è diventata più profonda a marzo dopo i fallimenti bancari, quando era opinione diffusa che i tagli dei tassi fossero imminenti. Ora, con la crisi bancaria che appare meno grave di quanto si temeva, la curva dei rendimenti è quasi più invertita che mai.

inversione curva rendimenti

Se una recessione può essere evitata nonostante un inasprimento così aggressivo da parte della Fed, e con un segnale così negativo dalla curva dei rendimenti, sarebbe storicamente notevole. Ma ci sono almeno alcuni argomenti, per suggerire che sia possibile. Le misure di fondo dell’inflazione stanno diminuendo. La Fed ha iniziato a salire troppo tardi, ma prima di molti altri. È possibile che abbia già fatto abbastanza per tenere sotto controllo l’inflazione. Segnali in quella direzione aiuterebbero sicuramente il mercato.

Poi c’è la questione del credito. Il modo più diretto per una politica monetaria più restrittiva di rallentare l’economia è arginare il flusso di prestiti. L’indagine più recente della Fed sugli alti funzionari del settore creditizio, condotta dopo i fallimenti bancari, ha suggerito che era in corso un brusco aumento degli standard di credito. Da allora, però, l’indagine continua a non tradursi nella temuta stretta creditizia. I prestiti commerciali e industriali sono stati i più colpiti e la loro crescita è stagnante. Ma questa non è una stretta creditizia completa. Combina questo con le indicazioni che la fuga dai depositi sembra essere finita, e sembra che i fallimenti bancari non siano stati il ​​punto di svolta economico che una volta sembrava ragionevole temere.

Ad un certo punto, la recessione arriverà. Il ciclo economico non è sparito. Il problema per gli investitori è capire quando. Se lo stimolo della pandemia sta ancora guidando i consumatori così bene come si pensava e se l’inflazione sta scendendo dolcemente, allora la recessione che molti si aspettavano fosse già iniziata potrebbe essere posticipata di un bel po’. È almeno concepibile che possa essere rinviata abbastanza a lungo da consentire alle azioni di godere di qualcosa che potremmo chiamare un nuovo mercato rialzista.

ARTICOLI CORRELATI:

La Fed ha innescato un nuovo mercato rialzista?

Cosa succede al mercato azionario dopo la pausa dei rialzi dei tassi della Fed?

Siamo all’inizio di un mercato ribassista secolare

Perché non dovresti vendere azioni durante un mercato ribassista?

MARCO CASARIO

Gli italiani sono tra i popoli più ignoranti in ambito finanziario.

Non per scelta ma perché nessuno lo ha mai insegnato. Il mio scopo è quello di educare ed informare le persone in ambito economico e finanziario. Perché se non ti preoccupi dell'economia e della finanza, loro si occuperanno di te.

Corsi Gratuiti

Diventare un Trader e un Investitore

© Copyright 2022 - The 10Min Trader BV - KVK: 72735481 - VAT ID: NL854377591B01

Il contenuto di questo sito è solo a scopo informativo, non devi interpretare tali informazioni o altro materiale come consigli legali, fiscali, di investimento, finanziari o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel nostro sito costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un'approvazione o un'offerta da parte di The 10Min Trader BV  per acquistare o vendere titoli o altri strumenti finanziari in questa o in qualsiasi altra giurisdizione in cui tale sollecitazione o offerta sarebbe illegale ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione.

Tutti i contenuti di questo sito sono informazioni di natura generale e non riguardano le circostanze di un particolare individuo o entità. Nulla di quanto contenuto nel sito costituisce una consulenza professionale e/o finanziaria, né alcuna informazione sul sito costituisce una dichiarazione esaustiva o completa delle questioni discusse o della legge ad esse relativa. The 10Min Trader BV non è un fiduciario in virtù dell'uso o dell'accesso al Sito o al Contenuto da parte di qualsiasi persona. Solo tu ti assumi la responsabilità di valutare i meriti e i rischi associati all'uso di qualsiasi informazione o altro Contenuto del Sito prima di prendere qualsiasi decisione basata su tali informazioni o altri Contenuti. In cambio dell'utilizzo del Sito, accetti di non ritenere The 10Min Trader BV, i suoi affiliati o qualsiasi terzo fornitore di servizi responsabile di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti da qualsiasi decisione presa sulla base di informazioni o altri Contenuti messi a tua disposizione attraverso il Sito.

RISCHI DI INVESTIMENTO

Ci sono rischi associati all'investimento in titoli. Investire in azioni, obbligazioni, exchange traded funds, fondi comuni e fondi del mercato monetario comporta il rischio di perdita.  La perdita del capitale è possibile. Alcuni investimenti ad alto rischio possono utilizzare la leva finanziaria, che accentuerà i guadagni e le perdite. Gli investimenti esteri comportano rischi speciali, tra cui una maggiore volatilità e rischi politici, economici e valutari e differenze nei metodi contabili.  La performance passata di un titolo o di un'azienda non è una garanzia o una previsione della performance futura dell'investimento.La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.